Tartine senza glutine

Non sono una fanatica dei buffet, ma se ci sono canapè e tartine io non resisto! Piccole bontà saporite, con una base di pane come da manuale e farciture più o meno fantasiose, ma solitamente estremamente gustose. Lascia allora che ti presenti quelle che vorrei trovare ad ogni buffet, aperitivo o simili: le tartine senza glutine, con base di pane gluten free ai semi e una bella mousse di formaggio spalmabile – che, ovviamente, puoi optare nella versione senza lattosio: non ti viene spontaneo mangiarne in un sol boccone?

Come ti spiego poi nelle note in fondo alla ricetta, queste tartine senza glutine sono una base perfetta per dare spazio ai tuoi gusti e alla tua fantasia; sì, perché io le ho lasciate lisce ma tu puoi arricchirle con spezie, erbe aromatiche, frutta secca… oppure frutta fresca, come ho fatto per le mie bruschette dolci e salate senza glutine. Non ti resta che provare la mia versione e propormi la tua!

Tartine senza glutine

PREPARAZIONE: 10 min. COTTURA: 5 min. RAFFREDDAMENTO: 5-6 h DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Tartine senza glutine: ingredienti per circa 24 tartine

pane casereccio ai semi senza glutine 7 fette*
philadelphia 220 g*
formaggio grattugiato 15 g
erba cipollina 7-8 fili**
sale un pizzico
pepe nero o bianco a piacere
gelatina alimentare 5 g

Per decorare

nocciole a piacere
capperi a piacere
mirtilli disidratati a piacere
semi di sesamo e wasabi a piacere

Tartine senza glutine: procedimento

Per fare queste tartine, per prima cosa devi mettere in ammollo la gelatina alimentare per 10 minuti in abbondante acqua a temperatura ambiente. Lavora il formaggio spalmabile per renderlo cremoso, prendine una cucchiaiata e trasferiscila in un pentolino per intiepidirla.

Strizza per bene la gelatina alimentare e scioglila nel formaggio caldo, quindi versa il composto assieme al resto e mescola. Aggiungi il formaggio grattugiato e l’erba cipollina tritata. Non ti resta che travasare tutto in una sac à poche e riempire lo stampo: io ne ho usato uno in silicone per cupolette. Mi raccomando, livella bene la superficie e assicurati che lo stampo sia asciutto e pulito. Ponilo a rassodare in frigorifero per 5-6 ore.

Una volta pronte, non ti resta che assemblare le tartine, ma prima devi coppare il pane ottenendo dei dischi che abbiano la stessa base delle cupole. Ora tostali su una piastra di ghisa ben calda.

Sforma le cupole di formaggio e adagiane ognuna su ogni base di pane; lucida tutto con la gelatina in spray e passa alla decorazione che preferisci. Io ho usato su alcune dei capperi con ancora il picciolo, su altre ancora dei mirtilli disidratati o delle nocciole tostate; o ancora puoi insaporire dei semi di sesamo con wasabi! Pronte!

Tartine senza glutine: note

*Io ho usato un pane senza glutine, ma puoi tranquillamente seguire il medesimo procedimento con un normale pane per tramezzini! Anche per quanto riguarda il philadelphia: puoi usare un formaggio spalmabile a tua scelta, oppure del mascarpone!

**Ho insaporito la tartina con erba cipollina, ma tu puoi scegliere tra innumerevoli opzioni: prova con curry, peperoncino, prezzemolo tritato…

Tartine senza glutine: conservazione

Una volta preparate, consiglio o di consumare subito le tartine senza glutine oppure di congelarle su un vassoio per averle sempre a disposizione!

4.8/5
vota

3 Commenti

  1. Salve Sonia. Ho trovato questo post per caso (quando ho tempo leggo tutto…). 1.Domanda. Il metodo di incorporare (e poi spruzzare) la colla di pesce nel formaggio si può applicare anche alla salsa tonnata – di cui la mia piccoletta è golosa- ? In tal caso in quale ingrediente devo sciogliere la gelatina per poi unirla al resto ? 2.Domanda. Se le congelo, devo scongelarle in frigo o fuori (e ovvio vanno mangiate fredde) ? Ciao e grazie per l’attenzione.

    1. Ciao Rosa! Per sciogliere la gelatina puoi usare un goccino di panna 🙂 Puoi poi scongelarle in frigorifero, è sempre meglio fare così con qualsiasi alimento da decongelare!

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie