Vellutata di lenticchie rosse, finocchi e zenzero

Se dovessi stilare una classifica dei miei legumi preferiti sarei in seria difficoltà perché sono un alimento che amo e cucino moltissimo ma, sono certa, le lenticchie rientrerebbero nella mia top 10. Nel corso del tempo ho imparato a scoprire e conoscere le varietà autoctone della nostra penisola e ad apprezzarne la versatilità in cucina. Insomma, le lenticchie non si mangiano solo a capodanno insieme al cotechino, ma possono essere utilizzate tutto l’anno. Io le utilizzo moltissimo per le vellutate perché trovo che il loro sapore delicato e vagamente dolciastro le renda perfette come base a cui accostare sapori più intensi e decisi. In particolare, un esperimento che ti suggerisco di replicare nella tua cucina è la vellutata di lenticchie rosse, finocchi e zenzero.

Oltre ad essere molto saporita, questa vellutata è anche perfetta per chi ha voglia di leggerezza grazie alla presenza delle lenticchie rosse che, essendo decorticate e quindi prive del rivestimento esterno, risultano più digeribili delle altre varietà e del finocchio, ortaggio light per eccellenza. Inoltre, per arricchire la vellutata, io ho aggiunto qualche fettina di zenzero fresco che regala al piatto una nota fresca ed aromatica. Ecco la mia ricetta della vellutata di finocchi, lenticchie rosse e zenzero… fammi sapere che ne pensi!

Vellutata di lenticchie rosse e zenzero

PREPARAZIONE: 30 min. COTTURA: 30 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Vellutata di lenticchie: ingredienti per 4 persone

lenticchie rosse (decorticate) 250 g
finocchi 700 g (400 g puliti)
porri 180 g
zenzero fresco 40 g
brodo vegetale 1 litro
olio extravergine di oliva 50 g
sale q.b.

Vellutata di lenticchie: procedimento

Elimina l’estremità barbuta del porro e quella verde e coriacea dalla parte opposta; poi taglialo a fette sottili (sarà più semplice se lo farai in diagonale). Fallo appassire in un tegame assieme all’olio extravergine di oliva a fuoco molto basso per almeno 15 minuti.

vellutata-di-lenticchie-rosse-e-zenzero

Lava e pulisci i finocchi eliminando le parti verdi*; tagliali in quarti ed elimina la parte centrale in basso, più legnosa. Affettali finemente con una mandolina (oppure con un coltello da cucina) e aggiungili in pentola ai porri appassiti.

vellutata-di-lenticchie-rosse-e-zenzero

Pela lo zenzero fresco, taglialo a fettine e uniscilo agli altri ingredienti.

vellutata-di-lenticchie-rosse-e-zenzero

Infine le lenticchie rosse decorticate. Copri con il brodo vegetale e lascia cuocere fino a che gli ingredienti diventeranno teneri (circa 20-25 minuti). Una volta cotti, aggiusta di sale.

vellutata-di-lenticchie-rosse-e-zenzero

Frulla tutto con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema liscissima. Impiatta e accompagna la tua vellutata con dei crostoni di pane o grissini al sesamo o ai semi di papavero.

Vellutata di lenticchie rosse, finocchi e zenzero

Vellutata di lenticchie: note

*Non buttare le parti più sottili tra quelle verdi dei finocchi! Ti serviranno, nel momento dell’impiattamento, a decorare la tua vellutata di finocchi, lenticchie rosse e zenzero.

Prima di frullare la vellutata estrai un po’ di brodo e tienilo da parte in modo che potrai scegliere di ottenere la consistenza che preferisci: più o meno densa.

Hai detto vellutate? Prova anche quella di carote viole, carciofi e porri oppure quella di asparagi.

Vellutata di lenticchie: conservazione

Conserva la vellutata di finocchi lenticchie rosse e zenzero in frigorifero per 3-4 giorni dentro ad un contenitore con coperchio. Puoi congelarla e tenerla in freezer per un paio di mesi.

Vellutata di lenticchie: sapevi che…

Piccante e aromatico: ecco, un tocco di zenzero è davvero perfetto per dare una nota in più alla mia cucina! In cucina si utilizza il rizoma, ossia la radice, grattugiata o in polvere, fresca o essiccata. Originario dell’estremo Oriente, dove veniva usato sia in cucina sia in medecina per le sue numerose proprietà, era già conosciuto in Europa in epoca romana. Ha un piacevole aroma fresco di limone e citronella, ideale per piatti dolci (sorattutto quelli natalizi) e salati, ma anche per birre e altre bevande. La maggior produttrice di zenzero è l’India, che da sola esporta circa il 35% della produzione mondiale!

 

23 Commenti

  1. 27 gennaio 2020. La vellutata di lenticchie e finocchi è davvero squisita, rinfrescante. Anche fredda è gustosa. I miei bimbi si sono leccato il piatto!! Buonissima!!

    1. Ciao Cristina che bello, mi fa piacere sapere che è piaciuta cosi tanto. Un abbraccio

  2. Questa vellutata è buonissima. Anche senza passarla e lasciandola come zuppa. Non avevo del brodo ma aggiungo sempre alle zuppe un po’ di burro e salsa di soia per insaporirle. Con il finocchio e il porro toglie qualsiasi gonfiore si possa avere!

  3. Semplice ma favolosa la tua ricetta per l’accostamento di sapori. Di zenzero ne ho messo meno perché ai miei bimbi non piace molto, ma dà veramente un tocco speciale.
    Sempre perfetta per tempi e dosi. Grazie Sonia!

  4. ciao sonia io ho preparato una vellutata di carote rosse patate e zenzero 🙂

  5. Ciao Sonia, non posso mangiare ne carne rossa ne maiale. Con cosa mi consigli di sostituire la pancetta? grazie

  6. Ciao Sonia, ho guardato nella confezione delle lenticchie di Colfiorito e c’è scritto di sciacquare abbondantemente il prodotto e fare un controllo visivo non di tenerle in ammollo tutta la notte

  7. Ho appena buttato una minestra intera di lenticchie rosse???…ho usato lo stesso procedimento che si usa per le normalie le ho trovate abbastanza insapori rispetto alle classiche…però non voglio scoraggiarmi ed accantonare per sempre questo importante legume perciò lo proverò con la tua ricetta Sonia.

    1. Ciao Ada! Come specifico nella ricetta, le lenticchie rosse non necessitano di ammollo e soprattutto si cuociono in pochissimo tempo essendo decorticate 🙂 Se le cuoci troppo diventano molto molli e perdono sapore! Puoi provare ad aggiungere un po’ più di spezie! Fammi sapere!

      1. Infatti le ho cotte per soli 15 min come indicato sulla confezione ma non le ho trovate molto saporite…proverò la tua di ricetta 😉

  8. Molto invitante! Se anziché lenticchie decorticate ne usassi di normali (Colfiorito) sarebbe grave? Dopo la frullatura eventualmente potrei passare il tutto a setaccio per eliminare eventuali scorie di corteccia.

  9. Ciao Sonia, le lenticchie non devono essere messe in ammollo? o sono già cotte?

  10. mmm io sono golosa di vellutate… e ti confesso che è da pochissimo che ho “scoperto” le lenticchie, quindi… la farò
    grazie e buona settimana

  11. Ciao Sonia, so che lo zenzero fresco è decisamente meglio, ma se avessi solo quello in polvere potrei usarlo? E quale sarebbe la dose? Grazie

    1. Ciao Maddalena! In questo caso puoi usarlo alla fine per decorare ogni piatto 🙂 La dose varia a seconda dei gusti ma diciamo che per compensare la dose di quello fresco (che è davvero molto più intenso) te ne servirebbe una marea! A questo punto puoi semplicemente aggiungerne un po’ durante la cottura e alla fine!

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie