Crostata primavera senza glutine

La primavera, quando arriva, si fa sempre sentire. Eccome! L’aria diventa più frizzante, ogni cosa si veste di colore, per non parlare della mia tavola che d’improvviso si accende delle bontà di stagione come fosse una tela dipinta. Perciò, in omaggio a questa splendida stagione, mi sono domandata: come portare la primavera in un piatto, o meglio in un dolce? Semplice! Creando una crostata senza glutine che è un vero trionfo di freschezza, nella forma e nel gusto.

Qui, come puoi vedere, l’occhio vuole davvero la sua parte: i toni del lilla, del rosa e del viola sono le cromie ispiratrici di questo dessert caratterizzato da un guscio di fragrante frolla alle noci pecan e una crema che ho voluto arricchire e colorare con succo di mirtilli e melagrana. Arrivato poi il momento finale della decorazione, come puoi immaginare, la mia fantasia ha preso letteralmente il volo: ed ecco, chicchi di melagrana, mirtilli e fiori eduli distribuiti qua e là, a scandire la superficie.

Lo so, ora sei curioso di provarala; per questo, ti lascio qui la mia ricetta perché porti anche nella tua casa una fiorita primavera di bontà!

crostata primavera senza glutine pronta all'assaggio e decorata

PREPARAZIONE: 40 min. COTTURA: 25 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Crostata primavera senza glutine: ingredienti per una tortiera del diametro di 22 cm

Per la frolla alle noci pecan

farine senza glutine 200 g
noci pecan 70 g
burro 100 g freddo da frigorifero
zucchero light brown 95 g
uova 1 medio
vaniglia 1 bacca
sale 1 pizzico

Per la crema

yogurt magro 350 g
succo di mirtilli 70 g
succo di melagrana 30 g + 2 cucchiai
zucchero semolato 70 g
gelatina alimentare 15 g

Per la decorazione

fiori eduli a piacere
mirtilli a piacere
melagrana in chicchi a piacere

Crostata primavera senza glutine: procedimento

Per la frolla alle noci pecan

Per la crostata primavera senza glutine, parti dalla base, ossia la frolla alle noci pecan: metti nella tazza di un robot munito di lame lo zucchero e le noci pecan; frulla tutto fino a ottenere una farina sottile quindi ponila in una ciotola.

Sempre nel mixer frulla le farine senza glutine insieme al burro freddo a pezzetti, in modo da ottenere una consistenza fine simile alla sabbia, ossia la sabbiatura. A questo aggiungi il composto a base di noci pecan, l’uovo, i semini di una bacca di vaniglia* e il pizzico di sale. Frulla fino a che gli ingredienti si saranno ben amalgamati per bene formando una palla. Ora, estrai l’impasto, stendilo con un mattarello tra due fogli di carta forno, quindi mettilo in frigorifero a rassodare per circa 30 minuti.

Prendi la tortiera (meglio se antiaderente), poni al suo interno la frolla foderando per bene la base e i bordi, adagia un foglio di carta forno e distribuisci all’interno le sfere per la cottura alla cieca**. Qui sotto puoi vedere il video su come fare la cottura alla cieca!

A questo punto, cuoci in forno statico preriscaldato a 175° per circa 20-25 minuti, dopodiché sforna la frolla e lasciala intiepidire, poi elimina le sfere e la carta forno. Lascia raffreddare e intanto dedicati alla crema ai mirtilli e melagrana.

Per la crema ai mirtilli e melagrana

Per la crema ai mirtilli e melagrana, in una ciotolina metti in ammollo la gelatina alimentare in acqua molto fredda e lasciala ammorbidire.

Nel frattempo, mischia lo yogurt assieme allo zucchero e mescola fino a scioglierlo completamente; unisci poi il succo di mirtilli e quello di melagrana, tenendo da parte due cucchiai di quest’ultimo nel quale scioglierai la gelatina alimentare ben scolata e strizzata.

Una volta intiepidita, unisci il composto di gelatina al composto di yogurt e trasferisci tutto nel guscio di frolla ormai fredda. A questo punto, metti la crostata in frigorifero a rassodare per  3-4 ore.

Per la decorazione

E ora la parte più divertente e fantasiosa: sforma la crostata, mettila su un piatto da portata e decorala collocando sulla superficie i mirtilli, i chicchi di melagrana e i fiori eduli, distribuendoli qua e là: io ho deciso di decorarne solo una parte per ottenere così un particolare effetto cromatico!

Crostata senza glutine: note

* Bacca di vaniglia: una volta usata, mi raccomando, non buttarla! Qui puoi trovare tutti i miei consigli su come riutilizzarla al meglio in cucina!

** Conosci la cottura alla cieca? Qui, puoi trovare tutti i miei consigli su come effettuare una cottura alla cieca perfetta

Per la decorazione, io ho optato per frutta fresca e fiori eduli; tu, però, puoi anche aggiungere altri ingredienti di tuo gradimento a piacere come meringhette sbriciolate, piccoli macarons e qualche fogliolina di menta, ad esempio!

Crostata primavera: conservazione

Una volta pronta, puoi conservare la tua crostata primavera senza glutine per 2 giorni al massimo in frigorifero chiusa in un contenitore ermetico. Puoi congelare la base, ossia il guscio di frolla, da cotta e farcirla prima di servire la torta.

6 Commenti

  1. Ciao Sonia volessi fare la crostata ma al mango …seguo le stesse indicazioni ma uso il succo di mango ?.

    1. Ciao Paola, si puoi sostituire la stessa quantità di succo indicata nella ricetta con il succo di mango
      Buona giornata

  2. Carissima Sonia,

    Alternative per altri frutti da utilizzare?
    Pensare ad una versione al cioccolato sarebbe impensabile vero?

    1. Ciao, puo usare la frutta che vuoi, puoi anche fare una tua versione al cioccolato, ma sarebbe una torta diversa… ma il bello in cucina e poter utilizzare la fantasia e creare nuove ricette. Buona serata

  3. Ciao Sonia sembra molto invitante 😊😊 per fare questa crostata con farina normale uso le stesse dosi della farina senza glutine?
    Grazie mille per il tuo aiuto
    Miriam

  4. Ciao Sonia , i due cucchiai di succo alla melagrana dive si dovrà sciogliere la gelatina vanno insieme allo yogurt con zucchero?

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie