Pomodorini confit

Un casolare all’ombra e ben arieggiato, il brusio di grilli e cicale nella quiete calda della natura, un ruscello in lontananza che infonde freschezza. Una tavolata di legno grezzo, con panche consumate e comode. Stoviglie di casa, spaiate, di generazioni fa. Profumo di origano, il brillare dell’olio extravergine di oliva, l’energia del rosso dei pomodori. Ecco cosa sogno mentre preparo i pomodorini confit. Si torna alle basi e al focolare famigliare e mediterraneo, con una ricetta semplicissima ma che si trasforma in contorno, in antipasto, in conserva, in decorazione come nella mia ciambella salata.

Mi piace fare i pomodorini confit sia tagliati a metà che interi, entrambi caramellati da una piccola dose di zucchero che ben si sposa con odori e scorze di agrumi. Seccati dalla cottura molto prolungata, sono perfetti anche serviti su un vassoio e irrorati con un filo di olio a crudo, accanto a croccanti bruschette ancora calde; puoi provarli ad esempio sulle mie focaccine integrali con brie! Al momento, non mi viene in mente nulla di più semplice e speciale da proporre per una serata in compagnia: buonissimi, quasi una magia.

Regalo a te la mia ricetta dei pomodorini confit, in entrambe le versioni: provali, respirando a pieni polmoni il profumo degli ingredienti, sognando ad occhi aperti.

Pomodorini confit, cotti a puntino e pronti per arricchire la tua ricetta preferita

PREPARAZIONE: 15 min. COTTURA: 3 h per i pomodorini interi, 2 h per quelli tagliati DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Pomodorini confit: ingredienti per 4 persone

Per i pomodorini confit interi

pomodorini pachino ciliegino 500 g
aglio 1 spicchio
timo 10 g
origano 10 g
arancia la scorza di 1/2 non trattata
limone la scorza di 1/2 non trattata
olio extravergine di oliva 60 g
zucchero a velo q.b. *
sale q.b.
pepe nero macinato q.b.

Per i pomodorini a metà

pomodori pachino ciliegino 500 g
aglio 1 spicchio
zucchero semolato 25 g
timo 10 g
origano secco 10 g
arancia scorza di mezza, non trattata
limoni scorza di 1, non trattato
olio extravergine di oliva 60 g
pepe nero q.b.
sale q.b.

Pomodorini confit: procedimento

Pomodorini confit interi

Per fare i confit interi lava e asciuga bene i pomodori; disponili, con il picciolo ancora attaccato, su una leccarda foderata con carta forno. Condiscili con l’olio extravergine di oliva, l’origano e il timo.

Pomodorini confit

Condisci ciascuno con il pepe, il sale; grattugia sulla superficie le scorze degli agrumi, stando attento a non includere la parte bianca sottostante perché è amara. Infine, una spolverata di zucchero a velo.

Pomodorini confit

Affetta sottilmente l’aglio e aggiungilo ai pomodori, che ora puoi trasferire in forno statico preriscaldato a 100° per 4 ore: i pomodorini non dovranno cuocersi ma asciugarsi.

Pomodorini confit

Pomodorini confit a metà

Lava e asciuga bene i pomodori, quindi rimuovi il picciolo e tagliali a metà. Premi ciascuna metà per eliminare i liquidi e i semini in eccesso**.

Pomodorini confit

Disponi i pomodorini su una leccarda foderata con carta forno, tenendo la polpa esposta. Ora condiscili: trita aglio, timo e origano; aggiungi al trito le scorze grattugiate, facendo sempre attenzione a non includere la parte bianca sottostante.

Pomodorini confit

Condisci ogni pomodorino con il misto di aromi e con un filo di olio, quindi inforna in forno statico preriscaldato a 100° per 3 ore.

Pomodorini confit

Pomodorini confit: note

Consiglio a chi segue un’alimentazione vegana di accertarsi di usare uno zucchero adatto alle proprie esigenze.

*Se sei intollerante al glutine, controlla che la confezione dello zucchero a velo riporti il simbolo della spiga sbarrata.

**Non buttare via il liquido dei pomodorini, puoi usarlo per spennellare e ammorbidire una bella bruschetta oppure degli spaghetti in bianco!

Un suggerimento su come usarli? Prova la mia ciambella salata con soppressata e fave oppure le focaccine integrali con radicchio e brie!

Pomodorini confit: conservazione

Puoi usare subito i tuoi pomodorini confit per arricchire un’insalata, un contorno, un antipasto oppure conservarli per 2 giorni in frigorifero ben chiusi in un contenitore ermetico. Puoi conservarli a temperatura ambiente sott’olio, in vasetti ben sterilizzati e sottovuoto.

Pomodorini confit: sapevi che…

Il termine “confit” deriva dal francese “confire”, ossia conservare. Risale al Medioevo e in Francia lo si utilizza da secoli per cucinare la carne di anatra o di oca che vengono prima cotte nel grasso a bassa temperatura e poi conservate in vasetti per lunghi periodi. “Confit” indica più generalmente un metodo di cottura prolungata e a bassa temperatura, utilizzata per caramellare svariati ingredienti come ad esempio carne, frutta e verdura, allo scopo di eliminare l’acqua in essi contenuta che altrimenti farebbe deperire più velocemente l’alimento.

1 Commento

  1. io i pomodorini confit li uso per condirci la pasta. Di solito uso i paccheri freschi o comunque pasta grossa con tanto basilico. Quando poi ho voglia di arricchire ulteriormente questa pastasciutta ci aggiungo o gamberetti scottati, o cozze aperte e sgusciate, o speck a bastoncini saltati e tostati, o una bella manciata di granella di pistacchi o mandorle. Sono buonissimi

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie