Come dividere il pollo intero

Prtendo da un pollo intero, riusciresti a ricavarne ogni singola parte? Te lo mostro nel dettaglio in questo tutorial su come dividere il pollo intero!

Come dividere il pollo intero

Come dividere il pollo intero: le fasi

Gli arti

La prima cosa da fare per dividere il pollo intero è la disarticolazione: prendi la coscia e tirala verso l’esterno, fino a sentire un suono netto che corrisponde, appunto, alla disarticolazione delle giunture. Infili la lama tra le giunture e separi le cartilagini senza quindi tagliare l’osso: hai isolato le cosce, mentre le sovracosce sono ancora adese al resto del pollo.

Come dividere il pollo

Procedi con la disarticolazione anche per le ali, tirandole verso l’esterno fino a sentire il suono netto. A questo punto, come per le cosce, separa le cartilagini alla base: hai isolato le ali del pollo.

Come tagliare il pollo

Noterai che le ali sono composte da tre parti, che puoi dividere procedendo come spiegato, ovvero incidendo n corrispondenza delle cartilagini e separando le parti senza tagliare l’osso. Alla base trovi l’aletta o piccola coscia, hai poi una parte centrale ricca di carne e infine l’estremità.

Come dividere il pollo

Il busto

Separa dal busto anche la coda o “boccone del Prete”, incidendola di netto dopo aver scalzato la carne dal corpo. Procedi con le sovracosce, disarticolandole verso l’esterno e separando le cartilagini dopo aver inciso con il coltello in corrispondenza.

Come dividere il pollo

Non ti resta che separare il dorso dal petto. Puoi farlo tagliando prima la pelle e tagliandolo a metà lungo i fianchi tenendo il pollo in piedi.

Come dividere il pollo

Hai ora petto e schiena, usata generalmente per fare un ottimo brodo dopo averla tagliata a tocchetti con la lama o con un trinciapollo.

Come dividere il pollo

Come dividere il pollo intero: il petto

Se come me hai usato un pollo da busto, devi sapere che questi hanno un petto molto pronunciato e polposo, che solitamente si disossa; il pollo classico invece ha un petto meno pronunciato e si cuoce generalmente intero.

 

Per disossarlo, taglia a metà il petto di netto in senso verticale lungo la linea naturale. Trancia l’osso dello sterno, che riconosci per la tipica forma a diapason. Ora hai ottenuto tutte le parti e il petto.

Come dividere il pollo

Spella, disossa e scaloppa il petto

Rimuovi la pelle incidendola e staccandola delicatamente dalla carne sottostante. La pelle è molto grassa e può essere usata per dar sapore al brodo. Elimina tutta la parte ossea usando un coltello ben affilato e cercando di intaccare la carne il meno possibile. Questi scarti puoi porli in un sacchetto gelo e congelarle, per usarle anche in questo caso per il brodo.

Come dividere il pollo

A questo punto non ti resta che scaloppare – ovvero affettare – il pollo per fare delle belle scaloppine al limone o al marsala. Tienilo ben adeso al piano di lavoro e procedi tagliando le parti in rilievo. Tieni ora ben adesa la sezione più grossa al piano di lavoro e affettala per il lungo.

Come dividere il pollo

Ora che sai come dividere il pollo intero, perché non fare un jambonet di pollo o un bel pollo al limone?

1 Comment

Comments are closed.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie