Pollo alla cacciatora, ricetta originale toscana

Pollo alla cacciatora

Senza glutineSenza lattosio
  • Preparazione: 0h 40m
  • Cottura: 1h 30m
  • Difficoltà: media
  • Costo: basso
  • Porzioni: 6 porzioni
  • Metodo cottura: Forno
  • Cucina: Italiana, Toscana

Le origini del pollo alla cacciatora risalgono alla Toscana, una bella terra dai sapori antichi e intensissimi. Ogni famiglia, però, lo preparara secondo una propria versione tramandata di generazione in generazione.

Questa è una cosa che adoro della nostra cucina! Anche se la base di una ricetta rimane immutata magari per secoli, in ogni focolare è lecito aggiungere e togliere, personalizzare ciò che si ha nel piatto: e il risultato a volte stupisce davvero!

Personalmente, mi sono mantenuta sul pollo alla cacciatora classico, anzi il “mio” classico, rifacendomi alla ricetta che ha sempre fatto papà nel nostro ristorante: un importante soffritto di odori, pomodoro, qualche oliva per una nota di colore e una cottura lenta per intenerire la carne.

A proposito di pollo: prova anche il mio pollo con peperoni alla romana, il buonissimo pollo al curry o la mia colorata insalata di pollo!

Ingredienti

  • Sedano 80 g
  • Cipolla 100 g
  • Carota 100 g
  • Salvia 3 foglie
  • Rosmarino 1 rametto
  • Alloro 2 foglie
  • Aglio 1 spicchio
  • Olio extravergine d’oliva 50 g
  • Olive nere denocciolate 80 g
  • Pomodori pelati (oppure passata di pomodoro)400 g
  • Vino rosso (oppure bianco)200 ml
  • Prezzemolo fresco1 ciuffo
  • Peperoncino 1
  • Brodo vegetale q.b.
  • Sale q.b.

Allergeni

Sedano Anidride solforosa e solfiti

Procedimento

Inizia pulendo il pollo e tagliandolo a pezzi. Se non sai bene come fare, puoi seguire la mia guida su come tagliare il pollo intero.

Procedi ora con il soffritto. Rimuovi l’estremità base del sedano per ottenere le singole coste, riducile poi per il lungo e fanne un trito. Monda e trita finemente anche la cipolla e la carota.

Preparazione soffritto per pollo alla cacciatora

In un capiente tegame scalda l’olio extravergine di oliva quindi aggiungi sedano, carota e cipolla, lasciandoli appassire per 10 minuti.

Nel frattempo, spella e affetta sottilmente l’aglio, poi tritalo finemente assieme alle erbe aromatiche e al peperoncino privato dei semini interni.

Aggiungi anche questo trito al soffritto e mescola per amalgamare tutti i sapori. Prosegui la cottura per altri 10 minuti.

Aggiunta erbe aromatiche, aglio e peperoncino per il pollo alla cacciatora

Disponi ora le parti del pollo nel tegame, in modo tale che non si sovrappongano una sull’altra. Condisci con l’olio extravergine di oliva e lasciale rosolare per 10-15 minuti per farle sbianchire. Sfuma con il vino, poi mescola per insaporire e prosegui la cottura per un paio di minuti.

Rosolatura del pollo alla cacciatora

Aggiungi le olive nere denocciolate e il pomodoro. Condisci con sale e lascia cuocere il pollo per un’ora con il coperchio.

Se necessario, puoi aggiungere ogni tanto un mestolo di acqua calda o di brodo, vegetale o di pollo. A pochi minuti dalla fine della cottura, lava il prezzemolo fresco e asciugalo con un canovaccio.

Aggiunta pomodori pelati e olive nere al pollo alla cacciatora

Trita il prezzemolo abbastanza finemente e distribuiscilo sulla carne. Il tuo pollo alla cacciatora è pronto, servilo ancora caldo!

Guarnizione finale con il prezzemolo del pollo alla cacciatora

Note & consigli

Di questa ricetta si trovano molte versioni e molto spesso si aggiungono in cottura anche dei pomodorini freschi e delle alici sott’olio.

Ho assaggiato anche il pollo alla cacciatora in bianco senza passata di pomodoro ma sfumato con il vino rosso. Insomma, a te la scelta ma l’importante è che sia molto saporito e succulento.

Domande frequenti

Posso usare solo le cosce di pollo?

Nel pollo alla cacciatora si gusta ogni parte del pollo, ma se preferisci puoi usare solo 1,5 kg di cosce (con sovracoscia).

Posso usare la passata al posto dei pomodori pelati?

Sì, certamente!

Conservazione

Puoi conservare il pollo alla cacciatora per 2 giorni in frigorifero chiuso in un contenitore ermetico. Anche se non è l’ideale, puoi congelarlo assieme al condimento.

4.5/5
vota