Panzerotti alla pugliese senza glutine

Devi sapere che questo piatto è una coccola che concedo alle mie figlie quando hanno avuto una giornata “no” e hanno bisogno di trovare qualcosa capace di dare loro la giusta carica. A volte, infatti, mi piace sedermi accanto a loro con un sorriso e qualcosa di delizioso da gustare insieme: in questo caso, ti sto parlando dei miei panzerotti alla pugliese, un delizioso street food dalla caratteristica forma di mezzaluna che nasconde un cuore filante davvero irresistibile a base di pomodoro e mozzarella fiordilatte.

Questa volta, però, ho voluto proporre una versione anche per chi non può consumare prodotti contenenti glutine: tra le mie conoscenze, infatti, ho almeno diversi celiaci che sono sempre felici di partecipare alle mie cene, perché sanno che il mio ricettario ha una intera sezione dedicata esclusivamente a loro! Come vedi, questi deliziosi panzerotti sono sfiziose bontà che colpiscono al primo assaggio e tutte le volte che li preparo, in men che non si dica, scompaiono veloci veloci dalla tavola: ecco la mia versione, fammi sapere per chi li hai preparati!

Panzerotti senza glutine pronti all'assaggio

PREPARAZIONE: 20 min. + 3 h lievitazione COTTURA: 15 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Panzerotti alla pugliese senza glutine: ingredienti per 15 panzerotti

farina senza glutine 500 g
lievito di birra fresco 10 g
acqua 400 g
sale 10 g
olio extravergine di oliva 10 g + q.b. per ungere
miele di acacia (o millefiori) 10 g

Per il ripieno

pomodoro passata o pelati 60 g
mozzarella fiordilatte 150 g
basilico 3 foglie
sale q.b.
pepe q.b.

Per friggere

olio di arachide 1 l

Panzerotti alla pugliese senza glutine: procedimento

Per l’impasto

Pe preparare i panzerotti senza glutine alla pugliese metti la farina nella ciotola di una planetaria munita di gancio, unisci il lievito sbriciolato e 350 g di acqua tiepida alla temperatura di 28°-30 °. Aziona la macchina e impasta per circa 3-4 minuti, successivamente aggiungi anche l’olio fino al completo assorbimento, poi il miele; aggiungi i restanti 50 g di acqua e infine il sale, tenendo la planetaria sempre in azione.

Trasferisci l’impasto sul piano di lavoro e forma una palla, ungila leggermente e stendi l’impasto con un matterello allo spessore di circa 0,5 cm. Mediante l’utilizzo di un coppapasta del diametro di 12 cm forma dei cerchi, ungili con l’olio e lasciali lievitare su un foglio di carta forno oliato per circa 3 ore.

Per il ripieno

Nel frattempo, trita la mozzarella e uniscila in una ciotola con il pomodoro, le foglie di basilico spezzate, un pizzico di sale e di pepe nero macinato.

Per la composizione e la cottura

Quando l’impasto sarà lievitato, prendi un cerchio alla volta, metti al centro un bel cucchiaio di ripieno, ripiega il cerchio a libro ottenendo una mezza luna e sigilla il tutto, premendo bene i bordi pizzicandoli per evitare che il ripieno fuoriesca in cottura.

Friggi i panzerotti nell’olio bollente, portandolo alla temperatura di 180°*, girandoli per farli dorare su entrambi i lati in maniera uniforme. Una volta pronti, riponili su un foglio di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso, regola di sale e pepe quindi portali in tavola immediatamente!

Panzerotti senza glutine: note

* Qui puoi trovare il mio tutorial su come ottenere una frittura perfetta! Meglio di così 🙂

Se stai cercando altre ricette salate senza glutine, puoi provare i miei pita gyros oppure anche i miei colorati panini alla barbabietola!

Panzerotti alla pugliese senza glutine: conservazione

Ti consiglio di gustare immediatamente i panzerotti, poiché riscaldandoli il risultato finale sarebbe compromesso. In alternativa, puoi congelare l’impostato prima di stenderlo.

6 Commenti

  1. Complimenti per il tuo Blog è sempre ricco di ricette interessanti. Volevo portare alla vostra attenzione un libro che è uscito qualche tempo fa e che ho comprato su Amazon. “Cuoco per amore, Senza glutine – Senza mix – Senza complicazioni” Usa solamente farine naturali. Io ho provato alcune ricette e devo dire sono veramente strepitose come le “Cartucciate catanesi” qualcuna di voi ha avuto modo di leggerlo o provarlo. Se si, cosa ne pensate?
    Saluti dal Veneto.

  2. Ottima e semplice ricetta senz’altro panzerottosa…domenica sarà in tavola poi le farò sapere i commenti degli ospiti..Grazie.

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie