Pasta alla zarina

Oggi mi sento un po’ nostalgica: infatti ti propongo qui di seguito la mia ricetta per la pasta alla zarina, un classico anni ’70 che ha imperversato a lungo sulle tavole degli italiani. Si tratta di uno dei primi piatti più noti dell’epoca, a base di salmone, caratterizzato dalla sfumatura di vodka, appena profumato dalle scorze di arancia e limone e insaporito dalle uova di lompo… insomma un “must eat”!

E per fare un salto nel passato, non perderti: cocktail di gamberetti, salsa rosa, insalata russa, spaghetti con l’astice, tartare di salmone, o il risotto con gamberi e arancia. Ce n’è abbastanza per un menù bello ricco non trovi? 

PREPARAZIONE: 20 min. COTTURA: 25 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: medio

Pasta alla zarina: ingredienti per 4 persone

panna fresca liquida 300 g
burro 30 g
salmone affumicato 250 g
vodka 50 g
pennette rigate 320 g
aglio uno spicchio
limoni scorza di 1/2
arance scorza di 1/2
olio extravergine di oliva 20 g
sale e pepe a piacere
uova di lompo nere 15 g
uova di lompo rosse 15 g
timo 2 rametti

Pasta alla zarina: procedimento

Per preparare la pasta alla zarina fai sciogliere il burro in padella, a fuoco basso. A questo punto monda l’aglio, rimuovi l’anima e fallo soffriggere nel burro. Rimuovilo.

pasta alla zarina

Taglia il salmone a listarelle e poi a tocchetti, quindi fallo saltare nel soffritto. Sfuma con la vodka e lascia cuocere fino a quando la vodka sarà completamente evaporata. A questo punto, spegni il fuoco.

pasta vodka e salmone

Versa la panna* in un contenitore alto. Trasferisci metà del salmone nel contenitore e tieni da parte l’altra metà. Frulla il tutto con un frullatore ad immersione.

penne vodka e salmone

Versa il composto nella stessa padella in cui hai cotto il salmone. Incorpora ora il salmone tenuto da parte e grattugia le scorze di limone e arancia. Aggiungi le uova di lompo rosse e nere, quindi mescola il tutto.

pennette vodka e salmone

Lessa la pasta in acqua salata e, al momento di scolarla, tieni da parte un mestolo di acqua di cottura. Aggiungi al condimento qualche fogliolina di timo, e, se necessario, regola di sale. Fai saltare la pasta nel condimento, mantecando eventualmente con l’acqua di cottura tenuta da parte. La tua pasta alla zarina è pronta: puoi decorarla con qualche fogliolina di timo, uova di lompo, straccetti di salmone avanzato e un filo di olio a crudo!

pennette vodka salmone panna

Pasta alla zarina: note

*Ecco il tutorial in cui spiego la differenza tra le tipologie di panna in commercio.

Pasta alla zarina: conservazione

Sarebbe meglio consumare subito la pasta alla zarina. Qualora avanzasse, puoi conservarla al massimo per un giorno in frigorifero, ben chiusa in un contenitore ermetico. Non consiglio di congelarla.

1 Comment

Comments are closed.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie