Pasta e ceci

Quando fuori fa freddo e il tempo sembra non promettere nulla di buono, non c’è cosa migliore che crogiolarsi davanti ad un camino acceso e coccolarsi con un piatto caldo e rinfrancante. In questi casi è sempre bene affidarsi a ricette consolidate, ed io so bene su quali fare affidamento! Perciò, aprendo il mio enorme ricettario, ho scelto di puntare sulla tradizione che, si sa, non delude mai. Ti porto alla scoperta di un classico della mia cucina, la pasta e ceci.

In Italia è una specialità che ogni regione ama gustare in modo diverso: nel Lazio, ad esempio, viene arricchita con alici, in Puglia con pomodorini freschi – proprio come ho fatto io- mentre la tradizione campana la vuole bianca e cremosa.

Che sia con la passata, il lardo o la pancetta, per me, rimane sempre una bontà perché nel suo gusto rustico riesco sempre a trovare quei sapori di una volta, gli stessi che respiravo nella cucina dei miei genitori. 

 PREPARAZIONE: 30 min. COTTURA 120 min. COSTO: economico  DIFFICOLTA: bassa DOSI PER: 4 persone

Ingredienti per 4 persone

ceci secchi 200 g (400 g se lessati*)
bicarbonato la punta di un cucchiaino
ditalini rigati 250 g
pomodorini ciliegino 100 g
cipolle 60 g
sedano 60 g
carote 60 g
rosmarino 1 rametto
salvia 2 foglie
aglio 1 spicchio
olio extravergine di oliva 50 g
sale q.b
pepe nero macinato q.b

per il brodo vegetale

acqua 1 lt
carote 1 piccola
cipolle 1 piccola
sedano 1 costa
alloro 1 foglia
prezzemolo 4 gambi

Procedimento

Per fare la pasta e ceci metti in ammollo i ceci secchi la sera prima in abbondante acqua fredda con una punta di cucchiaino di bicarbonato. La mattina seguente sciacquali molto bene e poi scolali.

Pasta e ceci

Per il brodo vegetale

Prepara il brodo vegetale mettendo in una pentola l’acqua e tutti gli ortaggi lavati, sbucciati e ridotti in pezzi grossolani, la foglia di alloro e i gambi di prezzemolo. Fai sobbollire per mezz’ora e poi spegni il fuoco.

Pasta e ceci

Per il condimento

Sbuccia la cipolla e tagliala a cubetti, così come per la carota e il sedano; taglia in quarti anche i pomodorini e mettili da parte.

Pasta e ceci

Fai un trito con l’aglio sbucciato, la salvia e gli aghi di rosmarino, che andrai a versare in un tegame assieme all’olio extravergine di oliva e lascerai soffriggere per un minuto, mescolando spesso. Aggiungi il sedano, la cipolla e la carota a cubetti, mescola e fai soffriggere per un minuto, poi unisci i ceci.

Pasta e ceci

Coprili con il brodo e chiudi con il coperchio. Lascia sobbollire i ceci per almeno un paio di ore senza salare; altrimenti la membrana esterna dei ceci si romperà e resterà dura. Ogni tanto controlla la cottura e, se serve, aggiungi del brodo vegetale per far sì che i ceci restino ben coperti. Mezz’ora prima del termine della cottura, aggiungi in pentola i pomodori e aggiusta di sale.

Pasta e ceci

Metti sul fuoco una pentola con dell’acqua a bollire, salala e versa i ditalini rigati (o un altro tipo di pasta di tuo gradimento); a metà cottura scola la pasta, conservando un po’ dell’acqua di cottura, versala dentro ai ceci, rabbocca con l’acqua tenuta da parte (o con il brodo vegetale) e continua la cottura fino a che non si cuocia al dente. Spegni il fuoco, aggiusta di sale, pepe e termina irrorando con un filo di olio extravergine. Ora puoi servire la tua pasta e ceci.

Pasta e ceci

Pasta e ceci: note

* Per sveltire la preparazione, puoi utilizzare dei ceci già lessati (in scatola); il tempo di cottura diminuirà sensibilmente, passando dalle due ore a mezz’ora.

Per insaporire ulteriormente la pasta e ceci, puoi arricchirla pancetta affumicata o del lardo che puoi aggiungere in cubetti o tritare e unire al soffritto iniziale. Se i pomodori non sono di stagione, aggiungi lo stesso peso di passata, polpa o pelati.

Conservazione

Conserva i ceci in frigorifero per 3-4 giorni in un contenitore con coperchio. Se vuoi congelarli, puoi tenerli in freezer per un mese. La pasta non è adatta al congelamento.

Sapevi che…

Cinema e cibo, si sa, da sempre vanno a bracetto. Come non ricordare la celebre scena dei maccheroni in “Un americano a Roma”, i pomodori verdi fritti serviti al Whistle Stop Café e ancora i banchetti luculliani de “La grande abbuffata” che hanno segnato la storia del grande schermo. La pasta e ceci non è da meno! Nel film “I soliti ignoti”, una banda di ladri piuttosto maldestra, non riuscendo a mandare a segno il furto di una cassaforte, si consola proprio con un buon piatto di pasta e ceci trovato nella cucina dei propietari di casa: un bottino molto apprezzato!

-->

14 Commenti

  1. Ciao bellissima ricetta iolho fatta ieri sera e se la sono spazzolata tutta però ho messo la pasta direttamente nei ceci e brodo vegetale aumentando un po la quantità liquida alla fine olio e un a manciata di parmigiano.

  2. Ciao Sonia,
    sempre complimenti per tutti i tuoi progetti.
    Posso aggiungere piuttosto che i pomodorini un poco di salsa e una punta di concentrato di pomodoro?
    Grazie

  3. Anche come zuppa, senza pasta: aglio in camicia, rosmarino, ceci già lessati, pepe bianco, olio evo e crostini di pane casereccio abbbrustoliti!

  4. ciao sonia volevo sapere se anche nel tuo sito metterai video della preparazione delle tue ricette come hai fatto con giallo zafferano

    1. Ciao Giovanni 🙂 Sul sito ci sono già un paio di video ricette! Ora sto lavorando ad un paio di progetti molto importanti e impegnativi, tra cui un imminente libro, ma spero al più presto di riprendere anche con le video!

  5. Ciao Sonia….approfitto della tua ricetta,per chiederti lumi:sono tantissimi anni che cucino e anche piuttosto bene(perlomeno i miei famigliari dicono cosi’?)….ma ho 2 soli crucci:i ceci e i carciofi(magari dei carciofi ti chiedero’quando pubblicherai ricette)a me i ceci restano duri!!ebbene si!!?ho provato vari tipi di ceci,anche le migliori qualita’,e procedo al bagno serale(a volte gia’dal pomeriggio precedente)…metto un pizzico di bicarbonato,sciacquo e lesso a fuoco dolce e senza salare!!eppure niente!rimangono duretti comunque!tante mi hanno detto che forse dipende dall’acqua,che effettivamente a casa mia ha un alto indice di calcare…e quindi cosa dovrei fare??io adoro i ceci e tutte le minestre in generale…ma questo problema purtroppo mi ha fatto puntare sul prodotto conservato(sempre di ottima qualita’)..ma il sapore non e’lo stesso!!qualche super li vende gia’bagnati,e allora punto su quelli molto spesso..ma rimango con questo problemino comunque!!aspetto consiglio…un saluto

      1. Ciao Anna!
        Il procedimento che descrivi è corretto, considera che i ceci (come i fagioli) risultano abbastanza sodi e duri a meno che non li faccia cuocere molto a lungo 🙂

    1. Ciao Sonia!

      Il procedimento che descrivi è corretto, considera che i ceci (come i fagioli) risultano abbastanza sodi e duri a meno che non li faccia cuocere molto a lungo 🙂

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie