Tartare di verdure grigliate

Dopo il chutney e la mia confettura di peperoncini, non puoi proprio perderti la tartare di verdure grigliate. Perché? Per la sua versatilità innanzitutto: per un regalino, su bruschette croccanti o per condire l’insalata di riso. Poi, anche per la sua semplicità: verdure grigliate, senza ulteriori condimenti, bensì elementi molto sapidi come capperi e pomodori secchi. Il tocco croccante conferito dalle mandorle a lamelle, che puoi tostare, è fondamentale a mio parere; puoi tuttavia sostituirle con i pinoli che, per il loro aroma di resina, si sposano alla perfezione con gli altri ingredienti.

Già ti vedo ad un bel pic nic in compagnia, fresco ed estivo, e stupire parenti e amici con questa novità molto carina e originale. Sai, se pensi alla tartare ti vengono subito in mente la carne o al pesce, ma da oggi in poi ti verrà spontaneo a pensare anche alla mia colorata e saporita versione.

Questa ricetta fa coppia con la mia millefoglie di verdure: l’hai già provata?

Tartare di verdure grigliate

PREPARAZIONE: 20 min. COTTURA: 20 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Tartare di verdure grigliate: ingredienti per 1 vasetto da 250 ml

zucchine 60 g
melanzane 60 g
peperoni rossi 60 g
peperoni gialli 60 g
capperi sotto sale 30 g
pomodori secchi sott’olio 50 g
aglio 1 spicchio
mandorle a lamelle 20 g
sale fino a piacere *
pepe nero macinato a piacere
olio extravergine di oliva q.b.

Tartare di verdure grigliate: procedimento

Prepara le verdure

Per fare la tartare di verdure grigliate, inizia dalla cottura delle verdure. Lava bene gli ortaggi e monda melanzane e zucchine; poi, puoi seguire se vuoi il mio tutorial su come pulire i peperoni. Affetta zucchine e melanzane, riduci invece i peperoni in quarti.

Tartare di verdure grigliate

Scalda su fuoco vivo la griglia e, appena prima di stendere le verdure, cospargi in superficie un pizzico di sale**. Cuoci le verdure lasciandole sul calore per qualche minuto per ogni lato. Mano a mano che sono pronte, tienile da parte su un piatto.

Tartare di verdure grigliate

Fai la tartare

Ora che le verdure grigliate si sono raffreddate, tagliale: prima a listarelle e poi a cubetti molto piccoli***. Poni tutto in una ciotola capiente.

Tartare di verdure grigliate

Dissala i capperi e tritali; procedi con i pomodori secchi sott’olio e l’aglio mondato. Incorpora tutto alle verdure.

Tartare di verdure grigliate

Ora, il condimento: sale fino se vuoi, pepe macinato e olio extravergine di oliva. Mescola bene per amalgamare tutti gli ingredienti. A questo punto, sempre se desideri, puoi aggiungere delle erbe aromatiche: io ti consiglio, ad esempio, un po’ di origano secco o degli aghi di rosmarino.

Tartare di verdure grigliate

Servi così la tartare di verdure grigliate, per accompagnare delle belle bruschette. Oppure riempi un vasetto e conservalo come riportato nel box conservazione qui sotto. Buon appetito!

Tartare di verdure grigliate

Tartare di verdure grigliate: note

*Ho suggerito di condire con il sale, ma questo potrebbe non essere necessario data la presenza dei capperi. Dipende quindi dai tuoi gusti personali aggiungerne di ulteriore o no!

**Aggiungere il sale in questa fase di pre cottura serve a due scopi: innanzitutto ad insaporire leggermente le verdure, poi a non farle attaccare alla superficie della griglia.

***Questo taglio in particolare si chiama brunoise.

Tartare di verdure grigliate: conservazione

Una volta chiuso, conserva il vasetto di tartare di verdure grigliate in frigorifero per 3 giorni; l’ideale ovviamente sarebbe consumarlo immediatamente. Non consiglio di congelarlo. Per conservarlo più a lungo posso consigliarti di tenerlo comunque ben chiuso in frigorifero, aggiungendo un generoso strato di olio extravergine di oliva in superficie, prima di chiudere bene il vasetto. Inoltre, non fa mai male sterilizzare il contenitore!

1 Commento

  1. CIAO SONIA. RICORDO QUANDO APRISTI QUESTO NUOVO BLOG COL TUO NOME CHE C’ERANO GROSSI DIFETTI DI IMPAGINAZIONE, CHE POI SEMBRAVANO SPARITI, SEPPURE NON RAGGIUNGENDO LA PRATICITA’ NEì DEL COPIA-INCOLLA, NE’ DELLA VERSIONE PDF DEL PRECEDENTE ( E MIGLIORE) GIALLO ZAFFERANO. ADESO, DOPO UN PO0′ CHE LO SCARICO DEL PDF FUNZIONAVA BENE, PER QUESTA RICETTA SCARICA SOLO IL TESTO, E AL POSTO DELLE FOTO CI SONO DELLE BARRETTE. SPERO SIA U N PROBLEMA MOMENTANEO. SALUTI

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie