Torta fredda allo yogurt

Mi sbilancio subito con una promessa. Questa torta fredda allo yogurt, gustata con calma e cucchiaino dopo cucchiaino, ti cambierà la vita. L’ho pensata apposta per chi, come me, non si ferma mai alla prima versione e desidera sempre cambiare qualcosina della ricetta: puoi usarla infatti come base da colorare con una deliziosa coulis di fragole o lamponi, da arricchire con un topping alle ciliegie o alla pesca. Poi è fresca, molto delicata per la presenza dello yogurt greco e l’aroma della scorza di limone. Insomma ha tutte le carte in regola per diventare il dessert per eccellenza dell’estate. Non richiede nemmeno cottura quindi metti pure il lucchetto al forno!

Immagina un pomeriggio assolato, una bella bibita fresca da bere e una fetta di questa torta da assaporare ad occhi chiusi: l’estasi piena. Cedo a te la mia ricetta, prova la torta fredda al limone e dimmi se ho promesso il vero!

Torta fredda allo yogurt

PREPARAZIONE:  20 min. RAFFREDDAMENTO: 15 min. la base + 3-4 h la torta DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per uno stampo a cerchio apribile o un anello del diametro di 23 cm

Per la base

biscotti Digestive 250 g
burro 150 g

Per la crema

panna fresca liquida 400 g
yogurt greco 750 g
gelatina alimentare 20 g*
zucchero 130 g
limoni non trattati la scorza di 1

Per decorare

frutti di bosco q.b.**
menta qualche fogliolina

Torta fredda allo yogurt: procedimento

Per la base

Per fare la torta fredda allo yogurt devi prima preparare la base e, mentre questa raffredda, puoi procedere con il resto. Fare la base è davvero semplicissimo. Innanzitutto imburra e fodera con la carta forno lo stampo per torte. Trita i biscotti Digestive in un food processor (robot da cucina munito di lame); trasferiscili in una ciotola.

Torta fredda allo yogurt

Fondi il burro e amalgamalo ai biscotti tritati, poi versa il composto nello stampo e distribuiscilo sul fondo; per livellarlo, aiutati col dorso di un cucchiaio o un pesta carne. Poni la base in congelatore per 15 minuti, oppure in frigorifero per mezzora.

Torta fredda allo yogurt

Per la crema di yogurt

Occupati della crema. Metti in ammollo per 10 minuti i fogli di gelatina alimentare in acqua molto fredda. Versa la panna in un recipiente (tranne 3 cucchiai che serviranno per sciogliere la gelatina) e aggiungi la scorza del limone e lo zucchero; mescola per sciogliere lo zucchero, poi lascia in infusione per 10 minuti. Passa il composto di panna al setaccio per eliminare la scorza di limone (puoi anche scegliere di lasciarla nella panna) e montala con le fruste di uno sbattitore elettrico. Qui puoi vedere il mio video su come fare.

Aggiungi alla panna montata lo yogurt amalgamandolo a mano con una frusta. Scalda i 3 cucchiai di panna tenuti da parte, scola e strizza bene la gelatina alimentare ormai ammorbidita e scioglila nella panna, miscelando per bene, poi unisci il tutto al composto di yogurt e amalgama per bene.

Versa la crema ottenuta nello stampo, sopra la base di biscotti e poni la torta a raffreddare per 4 ore in frigorifero: la tua torta fredda allo yogurt è pronta da servire, decorala con dei frutti di bosco e foglioline di menta!

Torta fredda allo yogurt: note

*Ho usato questo ingrediente perché garantisce una consistenza perfetta ma, se preferisci, hai alternative alla gelatina alimentare.

**Puoi decorare la torta con tutta la frutta di stagione o che dti piace di più, ma in realtà si presta benissimo ad essere accompagnata anche da molte salse.
Prova ad esempio una coulis di fragole. Ecco qui sotto il mio video per prepararla!

Dalla coulis puoi ottenere anche un topping, ovvero una sorta di gelatina che rimane semi solida sulla torta. Ti servono 300 g di coulis (che puoi realizzare anche con lamponi ad esempio), 10 g di colla di pesce e 100 g circa di zucchero a seconda di quanto tu voglia ottenere dolce il topping. Scalda 100 g di coulis e sciogli al suo interno la colla di pesce dopo averla ammollata 10 minuti in acqua. Incorpora ora lo zucchero e lascia che tutto si intiepidisca; versa il resto della coulis e poi tutto sulla torta fredda allo yogurt già raffreddata per il tempo indicato: una volta steso il topping, riponi tutto in frigorifero per almeno 1-2 ore. Se vuoi, quando il topping è ancora liquido, puoi aggiungere della frutta a pezzi per un bellissimo effetto scenografico!

Se le torte fredde sono la tua passione, prova anche la mia torta ai frutti di bosco e la mia cheesecake alle pesche!

Torta fredda allo yogurt: conservazione

Puoi conservare la torta fredda allo yogurt per 3 giorni in frigorifero, chiusa in un contenitore ermetico. Puoi anche congelarla, intera oppure a fette.

36 Commenti

  1. Salve, vorrei chiarire una cosa. Se uso l’agar agar come gelificante, come sarebbe il passaggio con la parte superiore della torta? Dato che l’agar agar si scioglie a caldo direttamente nella preparazione da gelificare e si attiva soltanto in ebollizione qualche minuto, come faccio a usarlo nel composto? La consistenza che ottengo alla fine con l’agar agar è molto diversa rispetto a quella ottenuta con la colla di pesce?

    1. Ciao la consistenza è simile, devi prepare lasciare intiepidire e poi versare sulla base.
      Buona cucina

  2. Ciao Sonia, è la prima volta che una tua ricetta mi delude. Premetto che ho eseguito tutto il procedimento come descritto L’ho addirittura gettata nel bidone. Immangiabile. Avevo anche diminuito la colla di pesce che mi sembrava eccessiva, ma la consistenza è risultata gommosa e di conseguenza anche il sapore sgradevole. Credo proprio che le dosi della colla di pesce vadano riviste.

    1. Concordo per quella dose 15 gr di colla di pesce bastano ..e bisogna aumentare un po lo zucchero ..

  3. ciao sonia! volevo chiederti se è possibile seguire la tua fantastica ricetta anche senza colla di pesce? ah e poi ti faccio un’osservazione : a tortiera da 23cm non esiste!!!
    cmq adoro la torta grazie alla tua ricetta…xoxo

    1. Ciao Marta! Sì, le tortiere da 23 cm esistono eccome, ne ho la dispensa piena… Puoi sostituire la colla di pesce con l’agar agar, seguendo le proporzioni indicate sulla confezione 🙂

  4. Con cosa si può sostituire il burro per la base? Il miele può andare bene? Grazie.

    1. Ciao Anna! Non lo consiglio, il burro è un grasso che solidifica al freddo e conferisce struttura. Il miele non è l’ingredientie adatto!

      1. Ah capisco. Cosa potrei usare allora? Non prediligo il gusto del burro a crudo.

  5. Ciao Sonia! Complimenti per la ricetta, fantastica come sempre.. io a casa ho dello yogurt intero fatto da me, le porzioni da utilizzare sono le stesse dello yogurt greco o cambiano?
    Grazie per la disponibilità 🙂

  6. Ciao Sonia. Ho in frigo un barattolo da 500 gr di yogurt classico alla frutta. Potrei sostituirlo in parte allo yogurt greco aggiungendo solo la differenza? Grazie . Baci e complimenti.

    1. Ciao Michela! Puoi farlo ma, causa consistenza più liquida dello yogurt classico, non dosarne più di 1/3 rispetto allo yogurt greco!

  7. Ciao Sonia!!! Le tue ricette sono sempre spettacolari!!! Al posto della colla di pesce è possibile usare l’agar agar? Quanti grammi? Grazie

    1. Ciao ANnarita! Sì, puoi usarlo seguendo le proporzioni indicatr sulla confezione 🙂

  8. Ciao Sonia! Questa ricetta è davvero ottima, grazie! Ti chiedo solo una cosa: benché il gusto fosse fantastico, nel momento in cui ho amalgamato le panne con lo yogurt greco, la crema è rimasta grumosa. Cosa ho sbagliato? Inoltre, ai lati della tortiera ho usato l’acetato al posto della carta forno, secondo me per le torte fredde è più funzionale!

    1. Ciao Elena! Strano che risultasse grumosa, l’unica cosa che potrebbe formare grumi è la colla di pesce dissolta erroneamente 🙂 Per l’acetato sono d’accordo con te, andrebbe usata ma per una semplice cheesecake va bene anche la carta da forno 🙂 L’acetato è l’ideale in ricette semifredde e statificate, con mousse e composti delicati!

      1. Grazie per la risposta! Alla fine poco male perché nel compattarsi in frigo i grumi sono spariti! La colla mi sembrava di averla sciolta bene…va bé, vorrà dire che sarà una scusa per rifarla e vedere se il risultato migliora!

  9. Ciao Sonia, ma sono esatti i 30 gr. di colla di pesce? Mi sembrano tanti..
    1 gr. di colla di pesce quanto liquido riesce a solidificare?
    Grazie mille

      1. Purtroppo mi sono fidata ma mi è successo lo stesso: ha risultato grumosa ma buona, molto buona. La cola di pesce si è sciolta bene. Secondo me il problema è che bisogna non attendere a che si rafredde la panna con la cola di pesce altrimenti comincia a solidificarse

    1. Io le faccio spesso questo tipo di torte con tanto yogurt greco ( io uso fage intero) e anche secondo me la gelatina è un po’ troppa
      A me se diventa gommosa non piace
      Io per circa un litro totale di crema metto 6 – 7 fogli di colla di pesce Paneangeli

  10. Ciao Sonia. Ho già fatto questa torta buonissima… Volevo ripetere x il compleanno di mio figlio.. Come posso mettere una cialda sopra? Grazie!

    1. Ciao Daniela! Non consiglio di usare le cialde su questa torta perché, essendo umida, potrebbe scioglierla! Meglio fare una bella scritta con il cioccolato fondente e tenerla poi in frigorifero fino all’ultimo istante!

    2. Grazie Sonia, gentile come sempre. Ti ringrazio x l’utile consiglio…è x un bimbo di 5 anni, proprio lui mi ha chiesto questa torta, vedo se rinuncia alla cialda dei suoi personaggi.. Sennò cambierò torta. Buona giornata! Sei bravissima!

      1. Secondo me se attacchi la cialda solo qualche minuto prima di servirla puoi usarla!

  11. Ciao Sonia, che bella questa torta…
    potresti indicarmi la dimensione dello stampo che hai usato?
    Si può fare la coulis/topping di limone o arancia?
    grazie mille
    elisa

    1. Ciao Elisa! La dimensione dello stampo è indicata a inizio ricetta nel box ingredienti: 23 cm 🙂 La coulis non è un procedimento indicato per gli agrumi, meglio un curd che però coinvolge anche il burro! Presto sul sito troverai la ricetta!

  12. Sono sempre Annapaola,
    scusami ma è la prima volta che una tua ricetta non mi riesce affatto.
    Mi chiedo dove ho sbagliato.
    La panna con la colla di pesce mi si è trasformata in gelatina! Sicuro che dovevano essere 30 gr?
    aspetto un tuo chiarimento,
    grazie,
    Annapaola

    1. Ciao! Confermo che la dose indicata è corretta! Probabilmente hai lasciato attendere troppo la panna calda con la gelatina 🙂 Oppure non hai sciolto correttamente la colla di pesce! Fammi sapere, resto a tua disposizione

      1. Anche io ho avuto lo stesso problema e ne ho usata anche molto meno perché mi sembrava troppa secondo la mia esperienza! Ho dovuto allungarla con altra panna liquida e altro yogurt. Forse ti riferisci alla gelatina in polvere? Perchè 30 gr di colla di pesce sono il doppio della dose che necessita la ricetta per me.

  13. Ciao sono Annapaola,
    in nessun procedimento di questo tipo spieghi come si sposta la torta dalla base dello stampo a cerniera al piatto o alzatina da dolce. Io trovo questa manovra molto difficoltosa. Mi puoi dare qualche suggerimento?
    Grazie,
    Anna, una tua affezionata fan

    1. Ciao Annapaola! Solitamente si adagia lo stampo a ridosso dell’alzatina o del piatto da portata e, delicatamente, con l’aiuto di una spatola da posizionare eventualmente sotto la torta, la trascini senza alzarla 🙂

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie