Cioccolata calda con panna

Concedersi una cioccolata calda con panna in un pomeriggio freddo e magari uggioso è quasi un rito magico. Prepari una pozione e la natura attorno a te, le foglie, i tronchi scricchiolanti, sembrano partecipare a questo incantesimo. Che potere può avere una semplice cioccolata calda con panna? Il potere della coccola più gradita, del riconciliarsi e del ritrovarsi dopo una giornata in cui ci si è persi un po’, dei momenti goduti ad occhi chiusi.

Il potere delle spezie, anche in questa semplice ricetta, è per me fondamentale. Per quanto la cioccolata calda con panna sia già ottima così semplice, per me scala la vetta con la sola aggiunta a decorare di un pizzico di cannella. Oppure di peperoncino, o zenzero se adori come me i contrasti non scontati. Puoi anche trasformarla praticamente in un dessert al cucchiaio con una pioggia di mandorle tostate a lamelle o con un filo di salsa al caramello salato. 

Accogli con questa cioccolata calda con panna parenti, amici o una persona del cuore e non vorranno più andare via! E se vuoi provare qualcosa di nuovo, non perderti il liquore al cioccolato, il golden milk e il milkshake alla nocciola!

Cioccolata calda con panna, servita con un pizzico di cannella e accompagnata a delicati biscottini

PREPARAZIONE: 5 min. COTTURA: 10 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per 2 persone

cioccolato fondente al 75% 55 g*
latte fresco intero 300 g
cacao amaro in polvere 20 g
zucchero semolato 30 g
amido di mais 15 g
sale 1 pizzico

Per la panna

panna fresca liquida 100 g**
zucchero semolato extrafine 15 g

Per guarnire

cannella in polvere q.b.***

Procedimento

Per fare la cioccolata calda con panna, in un pentolino versa il latte. Posiziona sui bordi un colino a maglie strette e setaccia poi al suo interno amido e cacao.

cioccolata-calda-panna-1

Aggiungi lo zucchero e il pizzico di sale. Accendi il fuoco dolcemente e con una frusta a spirale, perfetta per emulsionare liquidi o salse, fai sciogliere completamente tutti gli ingredienti.

cioccolata-calda-panna-2

Trita grossolanamente il cioccolato fondente, quindi immergilo nel pentolino. Deve sciogliersi completamente e non devono esserci grumi. In pochi minuti la tua cioccolata è pronta, bella densa, da versare subito nelle tazze.

cioccolata-calda-panna-3

Monta la panna, in una ciotola e con le fruste elettriche. Puoi dare un’occhiata al mio dettagliato tutorial su come montare la panna oppure guarda il mio video qui sotto.

Appena inizia a montare aggiungi lo zucchero poco per volta. Non insistere troppo con le fruste, fermati appena la panna risulterà corposa ma leggera. Se procedi si innesca la separazione del grasso dal siero del latte!

Cioccolata calda con panna

Aiutandoti con due cucchiai posiziona una noce di panna su ogni tazza e completa tutto con un pizzico di cannella. La tua cioccolata calda con panna è pronta.

cioccolata-calda-panna-5

Note e consigli

Se sei intollerante al lattosio puoi provare la mia cioccolata calda senza glutine e latticini.

* Io ho usato un cioccolato fondente molto intenso, al 75%, ma tu puoi usarne uno al 70%

** Ti suggerisco il mio tutorial su come scegliere la panna, per capire esattamente cosa si intende per panna fresca liquida

*** Io adoro la cannella ma tu puoi gustare la cioccolata calda con panna liscia oppure preferire alla cannella peperoncino o cacao.

Trucchi per una cioccolata calda perfetta

In cucina nulla è lasciato al caso, eccezion fatta per tutta quell’aura di magia, sentimento e intuizione che non si può né imparare né giustificare. La cioccolata fa parte di quelle ricette date davvero per scontate, ma che nascondono tuttavia molta sapienza, equilibrio, studio e armonia. Si possono fare la classica, quella con il cioccolato misto, quella speziata, piccante, liquorosa, con panna… ma la base è sacra ed è sempre quella, che segue regole piuttosto precise.Vuoi saperne di più? Ecco tutti i segreti per ottenere la cioccolata calda perfetta!

  • Cioccolato: la tradizione vuole un cioccolato fondente al 70%, il giusto compromesso tra un cioccolato con percentuale di zucchero maggiore e uno eccessivamente amaro. Se vuoi sperimentare alternative, puoi usare il cioccolato al latte oppure quello bianco ma in questo caso devi stare molto attento alla dose di zucchero da aggiungere per evitare una cioccolata stucchevole
  • Latte e alternative: per supportare un buon cioccolato fondente è necessario il latte intero e fresco, non a lunga conservazione. Alcuni lo miscelano con la panna fresca liquida per ottenere una cioccolata calda ancor più corposa, per una bontà ahimè maggiore. Ahimè per la mia intolleranza al lattosio e se devi affrontare anche tu questo problema non preoccuparti, abbiamo molte alternative: latte di riso, di soia oppure di mandorla per un sapore più deciso
  • Addensante: molte persone aggiungono l’uovo per addensare la cioccolata ma per me non esiste. Oltre ad aggiungere calorie alla cioccolata, che di certo non è light, a mio parere compromettono anche il sapore. Basta solamente una piccola dose di amido o di maizena, non priva di calorie ma almeno neutra dal punto di vista sensatoriale e molto comoda da usare. Non consiglio di usare la farina; appesantisce la consistenza, la rende appunto farinosa e fa aumentare alle stelle il rischio di grumi
  • Spezie e aromi:
    – Cannella, in polvere, da aggiungere mentre il cioccolato scioglie, per un’atmosfera quasi natalizia
    – Zenzero: in polvere oppure fresco, lasciato in infusione nel latte prima di scaldarlo, per un tocco di freschezza
    – Peperoncino: in polvere o fresco, sminuzzato e lasciato in infusione nel latte anche caldo, filtrato in un secondo momento
    – Liquori: da aggiungere a piccole dosi per volta, una volta che il cioccolato si è sciolto. Il Cointreau è adattissimo secondo me, come anche il Rum o il Grand Marnier
    – Sale: un pizzico di sale conferisce una nota inaspettata, quasi dissacrante, ma di cui non potrai più fare a meno una volta provata
  • Metodi:
    – Puoi aggiungere il cioccolato tritato direttamente nel pentolino con il latte caldo
    – Puoi sciogliere il cioccolato in un terzo del latte caldo da aggiungere poi al resto. Il secondo metodo è secondo me il più indicato, così da avere la garanzia che tutto il cioccolato si sciolga.Molti usano il frullatore a immersione una volta aggiunto il cioccolato al latte caldo ma secondo me non è necessario.

Conservazione

Consiglio di consumare subito la cioccolata calda. Non consiglio di congelarla.

2 Commenti

  1. Ciao Sonia,
    concordo pienamente sui poteri “magici” di un’ottima tazza di cioccolata calda…mmmmmhhh
    e pensare che basta così poco x trasformare una merenda ordinaria in un momento di coccole e gusto!

    p.s. sbaglio o nella ricetta all’inizio scrivi “panna” ma intendi “latte”?
    un saluto affettuoso
    mag

    1. In realtà Sonia parla di Cioccolata con panna e spiega ” Per fare la cioccolata calda con panna, in un pentolino versa il latte. “

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie