Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato

Il mascarpone è perfetto per realizzare tantissimi dolci in cucina: dalle creme alle farciture! Io non ci ho pensato due volte, e così ho preparato una buonissima crostata in cui protagonista indiscussa è appunto il mascarpone, con il suo sapore delicato e avvolgente. Certamente saprai che la mia cucina brulica di crostate di ogni tipo e ovviamente non potevo lasciarmi sfuggire anche questa bontà; non trovi? Ti dico solo che quando ho servito questa crostata al mascarpone e gocce di cioccolato in tavola è calato per qualche secondo il silenzio e immediatamente è scattata la richiesta del “bis” da parte dei miei invitati. Un vero successo, insomma! 

Ti lascio la mia ricetta assieme alla torta di ricotta alla romana, perché anche tu possa provare la stessa gioia che provo io quando ne addento una bella fetta: eccola qui!

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato, una bella fetta ancora tiepida

PREPARAZIONE: 60 min. RIPOSO: 60 min. COTTURA: 50 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: medio

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato: ingredienti per uno stampo di 24 cm

Per la frolla alle mandorle

farina 00 225 g
farina di mandorle 100 g
burro 140 g
zucchero a velo 100
tuorli 3 (60 g)
sale 1 g
vaniglia 1 bacca

Per il ripieno

mascarpone 350 g
ricotta di pecora 500 g
zucchero semolato 150 g
fecola di patate 10 g
tuorli 2
vaniglia 1 bacca
arancia la scorza di 1
cannella in polvere 1 pizzico
gocce di cioccolato fondente 100 g

Per spennellare

1 uovo

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato: procedimento

La frolla

Per fare la crostata al mascarpone, inizia dalla pasta frolla che in seguito dovrà riposare per un’ora. Nella tazza di un food processor, ossia un robot munito di lame, versa la  farina 00 e il burro freddo tagliato a cubetti. Aziona brevemente per ottenere una consistenza simile alla sabbia. Aggiungi ora la farina di mandorle e lo zucchero a velo.

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato

Unisci anche il sale, i tuorli, infine i semini interni di una bacca di vaniglia. Aziona nuovamente la macchina per ottenere un composto che tenda ad aggregarsi.

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato

Trasferisci il composto sul piano di lavoro infarinato e lavoralo a mano fino ad ottenere un panetto; coprilo con la pellicola trasparente e lascialo riposare in frigorifero per un’ora. Nel frattempo, dedicati alla farcitura.

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato

Il ripieno

In una ciotola e passandolo in un colino a maglie strette, setaccia la ricotta per renderla cremosa e liscia. Aggiungi anche il mascarpone e lo zucchero semolato setacciato assieme alla fecola.

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato

Aggiungi i tuorli e amalgama tutto con le fruste elettriche (oppure con un food processor) per ottenere una crema liscia e senza grumi*. Incorpora anche i semini interni di una bacca di vaniglia e la scorza grattugiata dell’arancia: questi sono due ingredienti perfetti per aromatizzare i tuoi dolci!

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato

In ultimo, aggiungi la cannella e le gocce di cioccolato; mescola delicatamente con una spatola o un cucchiaio e tieni da parte e al fresco la crema di ricotta e mascarpone.

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato

Imburra e infarina lo stampo della torta, quindi estrai la frolla dal frigorifero e stendila fino a 4-5 millimetri. Arrotolala sul mattarello e distendila nello stampo.

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato

Con un coltellino elimina dai bordi l’eccesso e tieni da parte gli scarti. Bucherella tutta la superficie aiutandoti con i rebbi di una forchetta e riempi la base con la farcitura. Livellala bene per renderla uniforme.

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato

Impasta gli scarti e, con una rotella taglia pasta, ottieni delle striscioline che andrai a posizionare, incrociandole, ottenendo le classiche losanghe. Disponile sulla crema e con un pennello da cucina spennellale con l’uovo sbattuto.

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato

Inforna la crostata in forno statico preriscaldato a 175° per 60 minuti, quindi sfornala e lasciala raffreddare. La tua crostata al mascarpone e gocce di cioccolato è pronta!

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato: note

*Se la crema dovesse risultare grumosa, non preoccuparti: prima di aggiungere le gocce di cioccolato, basterà setacciarla in un colino a maglie strette. Qualora tu voglia che le gocce si vedano in superficie, non aggiungerle tutte alla crema, ma tienine da parte un terzo che spargerai sul ripieno prima di stendere le striscioline che formeranno le losanghe.

Se preferisci, puoi variare aggiungendo delle gocce di cioccolato bianco; ti consiglio però in questo caso di diminuire leggermente la dose di zucchero nella crema di ricotta e mascarpone in quanto le gocce di cioccolato bianco, risultano più dolci e stucchevoli rispetto al cioccolato fondente.

Vuoi sapere tutto sugli usi della ricotta in cucina? Ecco per te il mio tutorial!

Se stai cercando degli spunti per dolci pasquali e per la scampagnata di Pasquetta, ho raccolto qui le ricette per i dolci di Pasqua!

Crostata al mascarpone e gocce di cioccolato: conservazione

Puoi conservare la crostata al mascarpone e gocce di cioccolato in frigorifero sotto una campana di vetro (o dentro ad un contenitore con chiusura ermetica ) per 3-4 giorni e farla rinvenire a temperatura ambiente un’ora prima di consumarla.  Se vuoi congelarla, ti consiglio di tagliarla in singole porzioni che conserverai negli appositi sacchetti o in contenitori per freezer per un paio di mesi al massimo.

Crostata al mascarpone: sapevi che…

L’ingrediente caratterizzante di questa ricetta è il mascarpone. È un formaggio tipico italiano, molto diffuso su tutto il territorio, originario della Lombardia (in particolar modo nella provincia di Lodi) che tradizionalmente veniva prodotto solo durante il periodo invernale. Perfetto in abbinamento con liquori, caffè e uova, si trasforma rapidamente in una crema favolosa ideale per arricchire i dolci.

18 Commenti

  1. Ciao Sonia, ho provato questa ricetta, ma ho avuto difficltà con la pasta frolla. Si è rotta subito e ho dovuto attaccare pezzetto per pezzetto l’impasto nella tortiera. Cosa può essere successo? Grazie

  2. Ciao Sonia! Ieri ho preparato la frolla e avevo la ricotta in frigo.. Quando però l’ho aperta non mi ha convinto l’aspetto e l’odore è ho preferito non rischiare per non rovinare tutto!! Oggi ricompro ricotta ma vorrei sapere che aspetto e sapore deve avere quella di pecora così mi assicuro che sia buona. L’ho presa al banco del super mercato,non so cosa sia successo! Nel caso va bene anche la ricotta mista o quella vaccina? Grazie mille!!!

  3. Ciao Sonia, ho fatto la crostata per il mio compleanno ma, essendo intollerante al glutine, ho usato la farina di riso al posto di quella 00 e la farina di grano saraceno al posto di quella di mandorle. Nn avendo trovato le bacche di vaniglia ho usato le fialette. Il risultato e’ stato una meravigliosa e buonissima crostata, cremosissima e gistosissima. Ora voglio provare a sostituire il cccolato con i frutti di bosco…poi ti faro’ sapere. Grazie mille per le ricette sempre interessanti e buonissime che pubblichi.

  4. Ciao Sonia, l’ho fatta con le gocce di cioccolato bianco e 125 gr di more fresche, diminuendo di 50 gr lo zucchero nella crema di ricotta.Il gusto non è male però è un pó troppo dolce ed il gusto del cioccolato bianco si perde completamente. Era più buona la tua versione originale con le gocce di cioccolato fondente.Rifarò quella.

  5. Ciao Sonia, volevo provare a farla con le gocce di cioccolato bianco come proponi tu come alternativa, diminuendo magari di 50 gr lo zucchero. Volevo anche aggiungere delle more o dei mirtilli freschi, che dici? Rovinerei l’equilibrio del dolce?

  6. Ciao Sonia, vorrei chiederti come si fa ad estrarre dalla tortiera la crostata senza che si rompa. Questo è il motivo per cui desisto sempre a realizzarle ed è davvero un peccato! Ma dopo aver visto la tua, mi sono data coraggio e ho voluto informarmi con te su una cosa che forse ti farà sorridere per la banalità della richiesta! Grazie in anticipo e alla prossima….

    1. Ciao Angela! Ma tranquilla cara 🙂 Allora, per comodità ti consiglio di usare comunque stampi a cerniera o dal fondi removibile, soprattutto per dolci con creme morbide o frutta fresca in superficie. In alternativa, come per esempio nel caso di questa torta, devi lasciarla raffreddare completamente e con un gesto veloce devi capovolgerla per trasferirla poi sul piatto da portata. Mi raccomando, completamente fredda altrimenti si romperà!

      1. Grazie Sonia! Si, in effetti per qualsiasi altro tipo di torta uso sempre gli stampi a cerniera. Il problema me lo sono sempre creato solo per le crostate, per le quali non esiste stampo di quel genere. Sicuramente seguirò il tuo consiglio, aspetterò che la crostata sia completamente fredda e poi…..si salvi chi può!!! Bellissimo il tuo blog!

  7. Fatta Sonia! È venuta buonissima, ho seguito la ricetta esattamente e il risultato è stato perfetto.Mi piace molto il croccante della frolla con la cremositá del ripieno.Da rifare sicuramente! Sei una certezza!

  8. Ciao Sonia , si puo sostituire la farina di mandorle con la stessa quantità 00 nella torta ricotta e gocce di cioccolato?
    Grazie ?

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie