Pan di neve

Impastare è una delle azioni che più mi rilassano. Trovo ci sia qualcosa di magico nel vedere come unendo ingredienti tanto semplici come farina, burro, zucchero e un po’ di pazienza, si possano creare prodotti soffici, morbidi e profumati che racchiudono in un morso il sapore della festa. 

Il pan di neve è un lievitato strepitoso, estremamente profumato e morbido, un dolce glassato che vuole ricordare il panettone, ma mantenendosi comunque diverso nella sua unicità: soffice, appunto come un fiocco di neve!

Ma aggiungere il miele nell’impasto oltre ad arricchirne il sapore, facilita la lievitazione, e le reazioni chimiche che porteranno la nostra brioche ad avere una bella alveolatura dorata…  Allora sei pronto a questa seduta di relax a base di uova e farina?

PREPARAZIONE: 60 min. LIEVITAZIONE: 240 min COTTURA: 50 min. DIFFICOLTÀ: difficile COSTO: economico

Ingredienti per uno stampo in cartoncino da 1 kg

Per la glassa

farina di mandorle 30 g
farina di nocciole 8 g
farina di mais bramata 7 g
farina di semola rimacinata di grano duro 7 g
zucchero semolato 50 g
miele millefiori 25 g
albume 25 g
olio di mais 6 g
burro fuso 4 g
vaniglia estratto liquido 1 cucchiaino *

Per il lievitino

farina manitoba 100 g **
latte fresco intero 100 g
lievito di birra disidratato 3,5 g ***

Per l’impasto

farina manitoba 300 g
zucchero semolato 60 g
miele millefiori Bio Mielizia 60 g ****
latte fresco intero 180 g
burro 50 g
uova medie 1
arancia la scorza grattugiata di 1
arancia candita 70 g
Sale 6

Per decorare

zucchero in granella 80 g

Procedimento

La glassa (da fare la sera prima)

La sera prima della preparazione del Pan di Neve, prepara la glassa che ti servirà per ricoprirlo.

Metti in un cutter (robot da cucina munito di lame) tutti gli ingredienti e aziona la macchina lasciandola frullare per almeno 20-30 secondi. Otterrai un crema densa che metterai in una sac à poche e terrai in frigorifero.

Il lievitino

In una ciotolina, mischia farina, lievito e acqua con un cucchiaio, poi copri con pellicola e lascia lievitare nel forno spento per un’ora.

L’impasto

Quando il lievitino sarà pronto, mettilo nella ciotola della planetaria insieme alla farina.

In una caraffa versa il latte, l’uovo, lo zucchero e il miele e sbatti tutto con una forchetta, per amalgamare tra loro gli ingredienti.

Aziona la planetaria, versa a filo il contenuto della caraffa impastando a velocità media per almeno 20 minuti. Un po’ alla volta aggiungi anche la scorza grattugiata, l’arancia candita tritata e il sale; continua fino a quando l’impasto si sarà incordato al gancio
staccandosi dalle pareti della planetaria. *****

A questo punto unisci il burro, 3-4 cubetti alla volta (dovrebbe avere una temperatura di 13 gradi) attendendo che venga assorbito dall’impasto prima di unirne altro (ci vorranno almeno altri 10 minuti). Quando l’avrai aggiunto tutto e sarà stato assorbito completamente, spegni la planetaria e ribalta l’impasto sul piano di lavoro imburrato. Lascia lievitare due ore circa

Riprendi l’impasto, dagli un paio di pieghe portando ogni volta i 4 lembi verso il centro, poi dagli una forma di palla e mettilo a lievitare nell’apposito pirottino di cartoncino. ******

Lascia lievitare l’impasto nello stampo per un’ora e poi, prima di infornarlo, spremici sopra la glassa formando una chiocciola, a partire dal centro arrivando fino ai bordi.

Spolverizza la glassa con abbondante granella di zucchero e inforna il pan di neve nel forno statico preriscaldato a 170° per 50 minuti ponendo la gratella nella tacca più bassa del forno. Durante gli ultimi 10 minuti di cottura, copri il pan di neve con un foglio di alluminio per non fare scurire troppo la superficie. Non appena sarà cotto (fai la prova stecchino per verificare) infilza il pirottino con l’apposito ferro a due punte ******* a metà della sua altezza e fallo fuoriuscire dalla parte opposta.

Capovolgi delicatamente il pan di neve e appoggia i ferri sporgenti sopra ad una pentola molto alta e capiente. Lascialo raffreddare completamente capovolto.

Una volta freddo, poggialo su un piatto da portata, cospargi il pan di neve con abbondante zucchero a velo e gustalo in tutta la sua bontà!

Note

* In alternativa, puoi usare i semini di una bacca ben carnosa

** La farina manitoba è una farina ricca in proteine, che viene definita di forza. Puoi usare in alternativa qualsiasi altra farina forte, che si adatti a lievitazioni lunghe

*** Se preferisci il lievito di birra fresco, usane 12 g

**** Il miele millefiori ha un sapore delicato e aromatico; se vuoi renderlo più liquido, ti consiglio di scaldarlo leggermente a bagnomaria

***** Non preoccuparti se all’inizio l’impasto risulterà piuttosto morbido e appiccicoso: impastando acquisterà elasticità e si incorderà come stabilito

****** Puoi optare per uno stampo più alto (con altezza di 11 cm e del diametro di 16 cm ) o più basso (con altezza di cm 7 e del diametro di 21 cm); entrambi gli stampi contengono fino a 1 kg di prodotto e saranno adatti per ospitare il tuo pan di neve

******* Se non hai il ferro da pasticcere, puoi prendere dal cassetto due ferri per la maglia e inserirli nel tuo dolce distanziandoli di 8/10 cm. Per fare meno fatica, incidi il punto di ingresso del cartoncino con un coltello prima di infilare i ferri.

E se ti va di preparare altre ricette con il miele…

Se sei un amante del dolce prodotto delle api, o vuoi sperimentare qualcosa di diverso dal confortevole latte e miele mattutino, prova a sbirciare in queste ricette, sia dolci che salate :

Conservazione

Il pan di neve è un dolce con una lunga lievitazione e questo gli dona una grande morbidezza. Se dovesse avanzare una volta tagliato puoi conservarlo in un sacchetto per alimenti per un paio di giorni.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie