Risotto con fave, guanciale e pecorino

Preparami un risotto e sarò perdutamente tua! Lo so, la mia passione per i risotti forse ti avrà contagiato, ma per me è un piatto a cui non riesco davvero a rinunciare. Lo sanno bene le mie figlie che, quando vogliono farmi una sopresa, mi fanno trovare in tavola un bel piatto di risotto cotto a puntino. Ma questa volta, sono io che voglio fare loro una sorpresa, e per questo dal mio ricettario ti presento il risotto con fave, guanciale e pecorino!

Un giro al mercato e la giusta ispirazione: ecco come è nato questo piatto in cui i buoni sapori della terra trovano la loro giusta sinfonia. Ebbene, devi sapere che è stato un grande successo: Laura, osservandomi timidamente in cucina, ha chiesto il bis, seguita a ruota immediatamente da tutti. Se anche tu vuoi regalarti la magia di un buon risotto, ti consiglio di metterti subito all’opera: prepara la forchetta e vedrai che ne sarai entusiasta!

Risotto con fave guanciale e pecorino

PREPARAZIONE: 30 min. COTTURA: 20 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Risotto con fave, guanciale e pecorino: ingredienti per 4 persone

riso Carnaroli 320 g
fave al netto degli scarti 160 g
guanciale 120 g
pecorino 140 g
brodo di carne o brodo vegetale 750 g
vino bianco 20 g
sale q.b
pepe q.b
burro 40 g
scalogno 15 g
basilico 8 g
olio extravergine di oliva 30 g

Risotto con fave, guanciale e pecorino: procedimento

Con un coltello elimina la cotenna dal guanciale, quindi taglialo a fettine e poi a cubetti. Dedicati quindi alla pulizia delle fave: stacca una delle due estremità del baccello e apri i lembi partendo dalla venatura centrale. Stacca i legumi e il piccolo occhiello che collega il legume al baccello, e che fa anche da chiusura della pelle che lo riveste. Delicatamente e partendo dall’apertura ottenuta, rimuovi la buccia facilmente. Se noti fave particolarmente piccole, non è necessario rimuovere loro la buccia*.

Metti in un tegame un filo di olio e aggiungi il guanciale tagliato a cubetti e lo scalogno tritato finemente; fai rosolare e nel contempo appassire lo scalogno per circa 10-15 minuti a fuoco bassissimo, aggiungendo se necessario, un paio di cucchiai di brodo vegetale. Unisci il riso e fallo tostare per un paio di minuti, quindi sfuma con il vino bianco e lascialo evaporare; aggiungi poco brodo alla volta fino alla fine della cottura: ci vorranno 18 minuti.

Un paio di minuti prima della fine della cottura, unisci le fave e infine spegni il fuoco; aggiusta di sale e pepe,  aggiungi il basilico tritato, il burro freddo e il formaggio pecorino grattugiato per mantecare. Ora puoi servire il tuo risotto con fave, guanciale e pecorino !

Risotto con fave, guanciale e pecorino: note

* Nel mio tutorial su come pulire le fave puoi trovare tutto nel dettaglio.

Risotto con fave, guanciale e pecorino: conservazione

Ti consiglio di gustare al momento il tuo risotto con fave, guanciale e pecorino. Se ti avanza, puoi conservarlo in frigorifero fino al giorno successivo in un contenitore ermetico, o coperto con la pellicola trasparente. Non consiglio di congelarlo.

6 Commenti

  1. Io ho delle fave surgelate, Le scongelo prima? Oppure le sbollento qualche minuto prima?
    Grazie

    1. Ciao Valentina, ti sconsiglio le fave secche perchè formerebbero una cremina, il risultatato sarebbe diverso.

  2. Gentile Sonia, è corretta l’indicazione di 24o grammi di pecorino?
    Grazie mille e complimenti.

    1. Salve Arturo si, è stato un errore di trascrizione. Abbiamo provveduto a correggere, la giusta quantita sono 140 grammi.
      buona giornata

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie