Come recuperare la pasta frolla impazzita

Io adoro la pasta frolla, classica, alle nocciole, alle mandorle… insomma, in tutte le sue varianti. Ma forse non tutti sanno che anche la pasta frolla nasconde insidie mica da poco. La preparo molto spesso per torte, biscotti e altri dessert e non capita raramente che impazzisca. Esatto, hai letto bene! In questo tutorial ti insegno come recuperare la pasta frolla impazzita.

Come recuperare la pasta frolla impazzita

Pasta frolla impazzita: regole per una buona pasta frolla

Per preparare una pasta frolla da manuale bisogna tener conto di alcuni fattori importanti e imprescindibili; vediamo quali sono:

  • Burro: deve essere freddo di frigorifero
  • Mani: lavora la pasta frolle il meno possibile. Più la lavori, più le tue mani scaldano il burro che, sciogliendosi, rovina il risultato una volta cotta
  • Consistenza: la pasta frolla dovrebbe essere messa a riposo in forma sabbiosa o almeno non appena il panetto prende forma. Fidati, si compatterà in un secondo momento
  • Riposo: è fondamentale perché è in questo lasso di tempo che gli ingredienti si fondono e si stabilizzano dopo la lavorazione

La sabbiatura

Molti chef e pasticcieri usano burro morbido m a mio parere è sempre un po’ rischioso. A meno che non si sia abilissimi, io a prescindere preferisco iniziare con il burro molto freddo come ti spiegavo poc’anzi. Se hai un food processor, ovvero un robot munito di lame, l’ideale è partire dalla sabbiatura. Questa consiste nel triturare finemente il burro nella farina, in modo tale che l’aggiunta degli ingredienti successivi comporti praticamente zero impegno. Il burro triturato accoglie subito zucchero e uova, così tu potrai impastare a mano solo pochi istanti.

E senza food processor? C’è la soluzione. Trita con il coltello il burro molto freddo, uniscilo alla farina e procedi velocemente con i polpastrelli per formare una sorta di crumble!

Pasta frolla impazzita: come capire se impazzisce

Per capire se la tua pasta frolla è impazzita ti basterà osservarla e vedere se…

  • Si sgretola dopo il riposo
  • L’impasto risulta oleoso a zone, come se le sostanze grasse si fossero separate
  • È praticamente impossibile lavorarla e stenderla col mattarello

Le soluzioni

Se la tua pasta frolla è impazzita, non disperare! Basteranno alcuni semplici accorgimenti per recuperarla e renderla di nuovo operativa. Eccoli qui:

  • Non aggiungere mai ulteriore farina o amido
  • Incorpora gradualmente un cucchiaio alla volta acqua gelida o albume molto freddo, fino a che il panetto non risulti di nuovo compatto. La temperatura di acqua e albume sono molto importanti perché è con il freddo che il burro riuscirà ad amalgamarsi meglio con gli altri ingredienti!
  • Anche in questo caso impasta molto velocemente la frolla per evitare di scaldare troppo gli ingredienti
  • Lascia riposare almeno mezzora la pasta frolla recuperata affinché la nuova struttura si stabilizzi
  • Se dopo la cottura ti risulta leggermente meno friabile di quanto dovrebbe essere non preoccuparti, è la normale conseguenza del recupero dell’impasto

Ecco il tuo splendido panetto di pasta frolla, sano e salvo! Visto, la pasta frolla impazzita ora non sarà più un problema! Io a questo punto setaccerei una buona dose di confettura e infornerei un’intramontabile e irresistibile crostata e tu, mi fai compagnia?

15 Commenti

      1. Si può sostituire lo zucchero bianco con il grezzo? X la cottura si può usare forno statico? X 30 m va bene? Grazie

  1. Salve , ho avuto un problema con la pasta frolla che preparo da sempre, pur avendo osservato tutti gli accorgimenti di cui sopra, alla cottura ha rilasciato molto burro ed è scesa di compattezza. Da cosa può essere dipeso? Grazie

    1. Ciao Luigi! Di solito è sintomo di una pasta frolla non fredda. Il raffreddamento della frolla è fondamentale per la cottura, posto che la ricetta sia stata eseguita correttamente 🙂

  2. Wooow mi hai aperto un mondo… hai una soluzione per tutto… mi hai salvato la pasta frolla….

  3. Ciao Sonia, mi è stato consigliato di metterci del lievito per dolci all’ impasto, per te cos’è meglio, con o senza?

  4. Grazie Sonia!!! A me non viene mai bene la pasta frolla… Oltre a sbagliare sempre l’impasto, ho delle grosse difficoltà a stenderla!

    1. Ciao Arianna, non sono certo un gran pasticcere, ma forse più un pasticcione, ma prova a fare così: usa 2 fogli di carta da forno, uno su cui poggi la pasta e poi uno sopra. A questo punto il matterello lo poggi sulla carta da forno e non sulla pasta e la stendi così.
      Da allora non ho più difficoltà a stenderla… anzi spesso sbaglio a farla troppo sottile!

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie