English Christmas punch

Mary Poppins era una giovane governante. Arrivò al numero 17 di viale dei Ciliegi in una strana giornata volando a bordo di un ombrello, annunciata dal vento dell’Est. Nessuno avrebbe mai immaginato che ben presto le sorti della famiglia Banks sarebbero cambiate e i cuori dei piccoli di casa, Jane e Michael, sarebbero stati conquistati da questa tata davvero fuori dal comune. Le giornate con Mary erano sempre una sorpresa: capitava di prendere un tè sul soffitto, di riordinare la camera cantando, ma anche di entrare in dipinti come quelli di Bert, tuttofare errabondo. E proprio durante una di queste mirabolanti avventure, una forte pioggia colse la combriccola impreparata: Mary Poppins immediatamente dispensò una bella dose di sciroppo a ciascuno, ma uno sciroppo magico che cambiava gusto ad ogni cucchiaiata! Per lei riservò un sapore buonissimo, il punch al rum, e proprio a questo mi sono ispirata nella mia ricetta del mio English Christmas punch.

Spezie e aromi che hanno fatto il giro del mondo si trovano miscelati sapientemente in una tazza calda e fumante: una vera bontà che scalda nelle fredde giornate invernali! Ti lascio la mia ricetta e tutti i miei dolci di Natale.

English Christmas punch servito caldo in bicchiere

PREPARAZIONE: 15 min. COTTURA: 10 min. DIFFICOLTÀ: bassa  COSTO: economico  

English Christmas punch: ingredienti

rum scuro 200 g
vino rosato 300 g
Earl grey tea 400 g (1-2 bustine in 400 g di acqua)
zucchero 60 g
arancia scorza e succo di 1
limone scorza e succo di 1

English Christmas punch: procedimento

Per prima cosa prepara il thé Earl grey: porta a sfiorare il bollore l’acqua in un pentolino, spegni il fuoco e lascia la bustina in infusione per il tempo indicato. Travasalo in un tegame.

English Christmas punch

Ricava dal limone e dall’arancia la scorza, facendo attenzione a non includere anche la parte bianca sottostante. Mettile poi in ammollo nella pentola e accendi il fuoco. Aggiungi lo zucchero.

English Christmas punch

Ricava anche il succo dei due agrumi e aggiungilo filtrato agli altri ingredienti. Unisci le spezie: i chiodi di garofano, l’anice stellato e la stecca di cannella.

English Christmas punch

Ora la parte alcolica: versa anche il rum e il vino, quindi scalda il punch senza farlo bollire per non far evaporare la componente alcolica. Filtra tutto in un colino e servi il tuo English Christmas punch ancora bollente!

English Christmas punch

English Christmas punch: note

Consiglio a chi segue un’alimentazione vegana di prestare attenzione allo zucchero che si acquista; considera che la riuscita della ricetta sarà un successo con ogni tipo di zucchero.

Come per il punch di Natale, puoi ridurre le dosi della componente alcolica oppure protrarre il bollore per ridurne l’alcolicità. Puoi tranquillamente aumentare fino a 2 le bustine di thè, per un sapore più intenso e “british”.

Io adoro il punch, anche nella sua profumatissima versione analcolica!

English Christmas punch: conservazione

Puoi servire subito l’English Christmas punch oppure imbottigliarlo, conservarlo in frigorifero per 2-3 giorni e scaldarlo all’occorrenza.

English Christmas punch: sapevi che…

Il punch è una bevanda tradizionale dei paesi anglosassoni; il suo nome deriva dalla parola hindi “panch” che significa “pugno” o “cinque”. In origine, infatti, il punch veniva proprio preparato con 5 soli ingredienti: acqua, zucchero, limone, spezie, tè e arrak (un distillato locale) che poi venne sostituito dagli inglesi con il rum giamaicano.

Dai anche un’occhiata alle altre ricette di Natale, ai dolci di Natale e al menù di Natale.

1 Commento

  1. Ciao Sonia, ti scrivo perché vorrei proporre questo punch nel menù della vigilia di Natale che a casa mia deve essere assolutamente di magro. Siccome quindi i cibi sono abbastanza leggeri, mi consigli di servire questo tè assieme agli antipasti (di ceci e baccalà) o magari come “digestivo” dopo il dolce (pensavo alla tue frittelline di cous cous).
    Mille grazie!

    Sara

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie