Insalata di puntarelle alla romana

Proprio poco tempo fa, girovagando nel mercato sotto casa, ho trovato delle bellissime puntarelle che mi hanno dato lo spunto per preparare un contorno semplice e saporito da fare in un batter d’occhio: l’insalata di puntarelle alla romana. L’hai mai assaggiata? Per me è una vera bontà! Se non ti è mai capitato di vederle, le puntarelle non sono altro che i germogli di cicoria catalogna, coltivate principalmente nel Lazio e in alcune zone della Campania sin da epoche antiche, ottimi da consumare anche crudi.

Il loro impiego nella cucina romana è assai noto, come altrettanto è noto il loro sapore piacevolmente amarognolo che ben si presta a dare una nota spiccata là dove serve. Perchè non provare anche altre insalate fresche come la mia insalata arance e finocchi oppure la mia insalata di cetrioli, mango e prosciutto cotto affumicato?

Come la ricetta tradizionale vuole, ho arricchito le puntarelle, croccanti e rigorosamente ben arricciate, con filetti di acciuga, per conferire una nota sapida, e un’emulsione saporita per combinare tutto al meglio. I miei ospiti mi stanno già aspettando, forchette alla mano. Ecco la mia ricetta!

PREPARAZIONE: 40 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti

puntarelle 1 kg (circa 2 mazzi)
filetti di acciughe sott’olio 4
aceto di vino bianco 20 g
olio extravergine di oliva 40 g
aglio 2 spicchi
pepe nero macinato q.b
sale q.b

Procedimento

Per fare l’insalata di puntarelle alla romana per prima cosa dedicati alla pulizia delle puntarelle. Prendi i cespi ed elimina eventuali residui, quindi rimuovi la parte inferiore del ceppo. Togli le foglie* più dure esterne.

Insalata di puntarelle

Separa i mazzetti di puntarelle, poi separali ulteriormente in singole puntarelle. Con un coltello elimina la base più coriacea, tagliale a metà e noterai che sono cave all’interno.

Insalata di puntarelle

Riducile poi a filetti. Metti le puntarelle pulite in una ciotola contenente acqua e ghiaccio per almeno 30 minuti per eliminare un po’ di amaro e conferire la tipica arricciatura**.

Insalata di puntarelle alla romana

Affetta e trita grossolanamente l’aglio, quindi mettilo in una ciotola. Scola e trita anche le acciughe, da unire poi all’aglio; condisci con olio e aceto.

Insalata di puntarelle alla romana

Aggiungi pepe e sale, quindi emulsiona bene per amalgamare tutti gli ingredienti. Una volta terminato, scola bene le puntarelle che andrai a servire direttamente con l’emulsione che hai preparato. La tua insalata di puntarelle alla romana è pronta per essere servita come gustoso antipasto e contorno.

Insalata di puntarelle alla romana

Note

* Puoi saltare in padella le foglie che hai scartato durante la pulizia

**Il grado di arricciatura aumenta con l’aumentare del tempo in cui lascerai le puntarelle in ammollo in acqua e ghiaccio.

Questa ricetta si presta benissimo al periodo pasquale, scopri le altre ricette di Pasqua nel mio speciale!

Conservazione

Ti consiglio di consumare al momento la tua insalata; se dovessero avanzarti, puoi conservarle in frigorifero e successivamente condirle poco prima di servirle. Sconsigliata la congelazione.

Sapevi che…

Le puntarelle presentano tante cimette che crescono attorno ad un torsolo centrale, caratterizzato da un verde chiaro in prossimità del cespo, che diventa più scuro verso la punta delle foglie. Si consumano da febbraio a maggio e sono davvero ottime in insalate, torte salate o saltate in padella (soprattutto le foglie più esterne).

4.7/5
vota

1 Commento

  1. Nevado matto, crude accompagnate con la pasta al pomodoro o al ragù, uguale con i cuori di sedano. Cercavo solo qualche altro modo e mi stuzzica molto ( però a crudo) quella salsina aglio, olio, acciughe e limone e condirci una ella spaghettata slo saltando tutto in padella e magari aggiungere un po’ di pomodorini datterini tagliati in 4 parti.

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie