Red velvet brownies cheesecake

Quando arrivo particolarmente stanca la sera, mi piace rilassarmi guardando la tv magari, leggere un bel romanzo oppure isolarmi nel mio mondo e sfogliare per un tempo che sembra eterno le mie adorate riviste e libri di cucina. Ne ho di tutti i tipi, di tutte le epoche e di tutte le nazioni. Uno dei miei preferiti viene dall’America ed è totalmente incentrato sui dolci; così, guardando tutte quelle prelibatezze, mi è venuta un’idea! Perché limitarsi a scegliere tra invitanti torte, brownies di ogni tipo e cheesecake e non preparare un dessert che li racchiuda tutti? Ecco quindi come sono nati i miei red velvet brownies cheesecake! All’improvviso e mentre fantasticavo trasognata nel regno incantato dei dolci.

Ti racconto il mio sogno: un corposo brownies al gusto di red velvet, sormontato da un vellutato strato di cheesecake impreziosito da una geometria marmorizzata al cacao. Me lo sono immaginato per San Valentino, tant’è che ho dato al mio sogno la forma di cuore; ma tu puoi scegliere di prepararlo nell’occasione che preferisci o per regalarlo a chi vuoi! 

I miei red velvet brownies cheesecake sono una magia da assaporare, per un momento di pura gioia tutto per te! Provali e fammi sapere se sono riuscita a stregarti!

PREPARAZIONE: 90 min. COTTURA: 30 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico DOSI PER: 6 red velvet brownies

Red velvet brownies cheesecake: ingredienti per 14 pezzi

(per una teglia da 25 x 38 cm)

Per la base

farina 00 190 g
zucchero 200 g
cacao amaro in polvere 15 g
sale 3 g
uova medie 2
latte fresco intero 10 g + altri 10 g
burro 125 g
colorante alimentare rosso in gel 5 g *
aceto di vino bianco 5 g
bacca di vaniglia 1
lievito chimico in polvere 5 g

Per la crema al formaggio

formaggio fresco spalmabile 450 g
zucchero 150 g
uova 2 intere + 2 tuorli
bacche di vaniglia 1

Red velvet brownies cheesecake: procedimento

Per realizzare i red velvet brownies cheesecake, fondi il burro a bagno maria assieme ai semini della bacca di vaniglia. In una terrina sbatti le uova con il burro fuso.

Red velvet brownies cheesecake

Aggiungi a 10 g di latte il colorante alimentare rosso, scioglilo bene e aggiungilo all’impasto.

Red velvet brownies cheesecake

Incorpora anche l’aceto. Quando gli ingredienti liquidi saranno ben omogenei, unisci quelli secchi setacciati (farina, sale, cacao, lievito e zucchero) e mescola per ottenere un impasto senza grumi e molto corposo: deve risultare quasi modellabile e difficile da stendere.

Red velvet brownies cheesecake

A questo punto preleva qualche cucchiaiata dall’impasto e travasalo in un’altra ciotola, quindi allungalo con i restanti 10 g di latte e tienilo da parte. Fodera la teglia** con carta forno, aiutandoti con un velo di burro per farla aderire, e riempila con l’impasto base stendendolo bene.

Red velvet brownies cheesecake

Per la crema al formaggio

Occupati ora della crema di formaggio. Metti il formaggio spalmabile in una ciotola con i semini dell’altra bacca di vaniglia e lo zucchero, quindi aziona lo sbattitore elettrico per ottenere un composto soffice. Aggiungi anche l’uovo e il tuorlo. La crema di formaggio è pronta. Versala sulla base di red velvet.

Red velvet brownies cheesecake

Stendila delicatamente come secondo strato sopra il corposo impasto al cacao. Ora viene la parte divertente! Distribuisci sullo strato di formaggio il composto al cacao diluito e messo da parte, a cucchiaiate e in maniera irregolare; con la punta di un coltellino (o uno stuzzicadenti) disegna dei vortici per creare in superficie un effetto marmorizzato. Inforna la teglia in forno statico preriscaldato a 170° per 30-35 minuti.

Red velvet brownies cheesecake

Una volta cotto, lascia raffreddare completamente l’impasto per poterlo coppare e ottenere circa 14 cuoricini della grandezza di 7,5 x 6,5 cm. Il tuo San Valentino può iniziare, che ne dici di completare i red velvet brownies cheesecake con un milkshake alle fragole o al cioccolato per due?

Red velvet brownies cheesecake

Red velvet brownies cheesecake: note

* Io preferisco di gran lunga usare il colorante alimentare in gel, perché corposo e particolarmente intenso rispetto a quelli liquidi che si trovano in commercio. Acquisto il colorante online o nei negozi di cake design ma se non lo trovi o hai quello liquido puoi usarlo tranquillamente, solo aggiungine rispetto alla dose indicata per aumentare eventualmente l’intensità ma purtroppo spesso non si raggiunge un rosso intenso nemmeno aumentando le dosi. Hai quello in polvere? Scioglilo prima nei 10 g di latte previsti oppure in un cucchiaino di acqua.

**Se posso scelgo gli stampi con fondo bucherellato, perché consentono al calore di distribuirsi in modo più omogeneo anche all’interno dell’impasto in cottura. Trovo siano particolarmente adatti ai dolci con una farcitura! In alternativa puoi tranquillamente usare una teglia classica.

Red velvet brownies cheesecake: conservazione

Puoi conservare i red velvet brownies cheesecake in frigorifero in un contenitore a chiusura ermetica o sotto una campana di vetro al fresco per un paio di giorni. Puoi anche congelarli e tenerli in freezer negli appositi contenitori o sacchetti gelo per un mese.

Red velvet brownies cheesecake: sapevi che…

Questi dolcetti sono davvero ottimi e versatili, perchè a seconda della festività o ricerrenza, puoi decidere di usare coppapasta differenti. Io, ad esempio, ho ne ho usato uno per San Valentino a forma di cuoricino. Ma non solo! Puoi tenere tutti gli scarti e aggiungerli sul fondo di un bicchierino da riempire con una crema al mascarpone o semplicemente da sbriciolare sul gelato. Puoi addirittura congelare gli avanzi e riciclarli per un dolce all’ultimo minuto. Se invece ti dispiace avanzarne, puoi rinunciare ai cuoricini e optare per una sezione quadrata della teglia!

36 Commenti

  1. Ciao Sonia,
    il tuo sito è davvero interessante come questa ricetta che hai proposto e che vorrei provare per il mio compleanno! Il problema è che amo il colore, ma non i coloranti alimentari. Potrei sostituire il colorante con una coulis di fragole? Il mio dubbio è che non si possano mescolare una polpa cotta di fragole con le uova crude per una questione di igiene e salute alimentare. Inoltre l’utilizzo dell’aceto potrebbe essere incompatibile con le fragole.
    Scusa la mia ignoranza in fatto di cucina, ma da sempre mi chiedo se impasti di uova a crudo siano compatibili con frutta fresca o congelata cotta.

    1. Ciao Federica! La coulis di fragole, se lasciata raffreddare, può essere un valido sostituto e non ci sono problemi a miscelarla con altri ingredienti. Inoltre, l’aceto si sposa a meraviglia con le fragole. Unoca cosa: il suo colore non tingerà tanto quanto il colorante alimentare! 🙂

      1. Grazie per l’info.
        Mi ha fatto molto piacere confrontarmi con una persona come te, che ammiro per competenza e comunicativa.

        Complimenti e saluti,
        Federica.

    2. Grazie per l’info.
      Mi ha fatto molto piacere confrontarmi con una persona come te, che ammiro per competenza e comunicativa.

      Complimenti e saluti,
      Federica.

  2. Ciao Sonia,
    il tuo sito è davvero interessante come questa ricetta che hai proposto e che vorrei provare per il mio compleanno! Il problema è che amo il colore, ma non i coloranti alimentari. Potrei sostituire il colorante con una coulis di fragole? Il mio dubbio è che non si possano mescolare una polpa cotta di fragole con le uova crude per una questione di igiene e salute alimentare. Inoltre l’utilizzo dell’aceto potrebbe essere incompatibile con le fragole.
    Scusa la mia ignoranza in fatto di cucina, ma da sempre mi chiedo se impasti di uova a crudo siano compatibili con frutta fresca o congelata cotta.

  3. Ciao! Coplimenti! Volevo farti una domanda. Posso omettere il colorante alimentare? Se lo ometto cambia solo il colore o é anche questione di consistenza o di gusto? In questo caso devo sostituirlo con qualche altra cosa? Grazie per la risposta. ?

    1. Ciao Giusy! Puoi tranquillamente omettere il colorante alimentare, senza perdere né in sapore né in consistenza. Vien da sé che non otterresti più dei red velvet brownies cheescake ma comunque dei brownies strepitosi 🙂

      1. Grazie della veloce risposta! Perfetto!.. Vuol dire solo che otterrò dei brownies con un colore meno intenso.. ?

  4. Ciao Sonia, sei la migliore! Quando torni in Tv? Questa ricetta mi è venuta benissimo ed è fantastica, ma per favore inserisci la ricetta della Pavlova che io adoro e non mi è mai venuta, mannnaggia! Ciao!

    1. Ciao Federica 🙂 Tornerò moto presto in tv, sto lavorando proprio in questo periodo ad un progetto 🙂 La pavlova è in lista per essere aggiunta al mio sito!

  5. Ciao Sonia, al posto dell’aceto di vino che ne pensi dell’aceto di mele bio? Grazie e complimenti

    1. Ciao Antonio! Il tuo commento mi era sfuggito! Puoi provare con l’aceto di mele ma per la crema, per questa ricetta in particolare ti consiglio di attenerti alle dosi e agli ingredienti indicati 🙂

  6. Ciao Sonia! Mi sono innamorata di questa ricetta appena l’ho vista. È da tanto che volevo provare a fare la red velvet e questa rivisitazione mi è sembrata perfetta! Guarda cosa è venuto fuori 🙂

  7. Ciao Sonia proverò sicuramente la tua bellissima ricetta come cerco di fare quasi sempre .. ma una curiosità da ignorante…perché l’aceto???grazie a presto Enza

    1. Scusami tanto Vincenza, ho visualizzato solo ora il tuo commento. L’aceto conferisce una nota molto piacevole, tipica della red velvet!

  8. Ciao, Sonia! Guardo sempre e aspetto impaziente tutte le tue ricette. Ma vorrei eliminare un po (lo ammettto, un po di più), la farina bianca e di sostituirla con quella di segale, avena, integrale per la pizza, ad esempio, lo zucchero con agave, miele ecc. Ne hai ricette cosi? Grazie!

  9. Ciao Sonia ottima questa ricotta, ma colgo l’occasione per chiedertene un’altra e cioe’ quella apparente semplice per tutti meno che a me le meringhe….grazie a presto

    1. Ciao Luna! Mi fa piacere che i cuori ti siano piaciuti! Per le meringhe ti chiedo di avere un po’ di pazienza perché non le ho ancora rifatte per il sito nuovo ma sono sicuramente in cima alla lista 🙂

  10. Ciao Sonia, per formaggio fresco spalmabile si intende qualcosa come Philadelphia? Non vivo in Italia quindi vediamo cosa trovo… Poi penso ci sia un errore nella ricetta, tra gli ingredienti secchi è nominato lievito ma nell’elenco ingredienti non c’è.

    1. Ciao Manuel! Questo è un brownies simile alla red velvet per la presenza del colorante e dell’aceto ma il procedimento per la red velvet cake è diverso, contiene il lievito e ingredienti dosati diversamente. Se hai pazienza, molto presto arriverà sul sito anche la classica red velvet cake! 🙂

  11. Visto che il mio fidanzato si lamenta che non gli preparo mai dolci, direi che questa ricetta è perfetta per San Valentino, speriamo di non fare un disastro!

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie