Filetto di maiale all’aceto balsamico

Il filetto di maiale all’aceto balsamico è un secondo piatto classico dell’Emilia Romagna. Come potrebbe essere altrimenti,del resto: è proprio la zona di Modena, come sono certa saprete, la culla di quella meraviglia della cucina che è l’aceto balsamico. Una pozione magica, in cui con maestria e tempo, i due ingredienti che non possono mancare, il sapore acidulo dell’aceto viene trasformato in un nettare dolce, che esalta ogni piatto!

Nelle campagne modenesi l’aceto balsamico non può mancare, e il filetto di maiale condito con questa riduzione è uno dei piatti più tipici della domenica, che difficilmente può mancare sulle tavole di festa. 

Si prepara molto rapidamente, e proprio come spesso accede nelle ricette a base di carne suina, come nell’arrotolato di maiale con mele e cipolle, l’agrodolce conferisce al piatto una nota cui non si può resistere. Se vieni in cucina con me, in pochi minuti avrai preparato un secondo speciale: sei pronta a seguirmi?

Filetto di maiale servito nel piatto

PREPARAZIONE: 5 min. COTTURA: 35 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: medio

Ingredienti per 2 persone

filetto di maiale 500 g
aceto balsamico 100 g
olio extravergine d’oliva 2-3 cucchiai
brodo di carne 100 g **
burro 30 g
chiodi di garofano 1
ginepro 2 bacche
rosmarino 1 rametto
alloro 1 foglia
pancetta tesa a fette 150 g (circa 15 fette)
sale q.b.

Procedimento

Sala e pepa l’intero filetto*, poi avvolgilo con le fette di pancetta sovrapponendole di ½ cm su tutta la lunghezza. Se non sai come legare l’arrosto, ne ho scritto in questa pagina, vieni a leggere!

Rosolalo in un padella in cui avrai fatto scaldare l’olio per circa 10 minuti fino a che la pancetta sarà colorita su tutti i lati. Togli il filetto dalla padella e mettilo in forno a 180° per circa 10 minuti.

Nella stessa padella nella quale hai rosolato il filetto, elimina il grasso in eccesso lasciandone giusto un cucchiaio e aggiungi l’aceto balsamico, il brodo di carne** e gli odori (rosmarino, alloro, chiodo di garofano e ginepro schiacciato). Lascia ridurre e addensare, poi elimina gli odori e aggiungi una noce di burro, fallo sciogliere e cuoci fino ad ottenere una salsa piuttosto densa che aggiusterai eventualmente di sale.

Estrai il filetto dal forno e taglialo in fette dello spessore di 4 cm circa***; mettilo in un piatto e ricoprilo con la salsa all’aceto balsamico. Accompagnalo con delle verdure a tuo piacere o con patate al forno al rosmarino.

Note

* Il filetto, da qualsiasi animale provenga, è un taglio nobile, che ben si presta a cotture che ne esaltino la magrezza e la purezza della carne. Se hai dei dubbi su quale sia il taglio migliore di carne da scegliere per il tuo arrosto, puoi leggere la mia mini guida sull’argomento

** Per un brodo di carne perfetto, ti lascio la mia ricetta: non ha rivali!

*** Il filetto di maiale non va mai servito “al sangue”: il centro deve essere cotto, leggermente rosato rispetto all’esterno ma comunque senza segni di liquido: per capire prima del taglio se è il momento giusto di terminare la cottura, usa un termometro da cucina, o infila uno stecco nella carne. Dovrà uscire solo un liquido trasparente, non rosato.

Aceto balsamico: ricette!

L’aceto balsamico, nella sua forma più originale, fatto secondo la tradizione, è uno degli ingredienti più pregiati della tradizione italiana. Un prodotto che in tutto il mondo ci invidiano e ci copiano, che esalta con pochissime gocce ogni piatto, dall’antipasto al dolce. Se volete qualche esempio, vi lascio le ricette in cui l’ho provato io!

Conservazione

Se il tuo filetto di maiale all’aceto balsamico dovesse avanzare, lo puoi conservare in un contenitore a chiusura ermetica in frigorifero per un paio di giorni. Puoi anche congelarlo, e durerà in freezer circa un mese.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie