Sushi di frutta

Sembra sushi ma non è… e che differenza c’è? Indovinato! Questa è una versione dolce e coloratissima! Anche io, devi sapere, faccio parte della schiera dei “sushi lover”, per questo sono voluta partire proprio da questo piatto e fare uno step in più: così, mi sono ingegnata per trovare il modo di preparare qualcosa di simile, ma in una originalissima e divertente versione dolce!

Ecco il risultato: un’idea golosa che sarà perfetta da offrire con nonchalance ai bimbi, fingendo che si tratti proprio di quelle prelibatezze giapponesi che mangiano mamma e papà. Mentre, in realtà, troveranno del buon riso abbinato a tanta frutta di stagione! Proprio i bambini sono protagonisti del progetto che sto sostenendo, “M-team contro la meningite”, in collaborazione con @liberidallameningite, l’associazione per cui ho sviluppato questa ricetta.

Quasi quasi ti propongo questa idea: perché non servire ai più piccoli un intero menù a loro dedicato? Potresti iniziare con i simpatici panini ranocchia, passare agli orsetti di riso allo zafferano e continuare con le appetitose polpette su stecco. E per finire in bellezza, ecco il sushi di frutta. E il pranzo più originale di tutti è servito!

PREPARAZIONE: 15 min. COTTURA: 30 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Sushi di frutta: ingredienti per 6/8 persone

Per il sushi

arance ½ scorza
latte 600 ml
limoni ½ scorza
riso 200 g
sale q.b
vaniglia 1 bacca
zucchero semolato 90 g

Per il ripieno

arance ¼
fragole 4
kiwi 2
mango ¼
meloni metà
nocciole (granella) 30 g
pistacchi 30 g

Sushi di frutta: procedimento

Per il riso

Per preparare il sushi di frutta scalda il latte in una casseruola a fuoco medio con i semi di vaniglia (qui trovi il mio tutorial dedicato) e le scorze di arancia e limone. Sciogli nel latte lo zucchero e il sale e porta il liquido a sfiorare il bollore, poi unisci il riso e cuocilo a fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto.

Lascia sulla fiamma per 30 minuti: se dovesse asciugarsi troppo, aggiungi altro latte caldo. Il risolatte dovrà avere una consistenza piuttosto cremosa. A questo punto, elimina le scorze e trasferisci il riso in una teglia rettangolare, dove lo lascerai raffreddare.

Prepara la frutta

Nel frattempo, dedicati alla frutta: potrai utilizzare metà degli ingredienti per preparare gli uramaki * tagliando a bastoncini di 1 cm di spessore il melone, il mango, i kiwi e 2 fragole. Con l’altra metà prepara i nigiri **: in questo caso ti serviranno fettine sottili di kiwi, fragole, mango e melone.

Componi il sushi

Ora puoi comporre il tuo sushi dolce. Intanto, bagnati le mani per evitare che il riso si attacchi.

Per gli uramaki, con un cucchiaio stendi un po’ di risolatte (circa 120 g) su un tappetino di bambù rivestito di pellicola ***. Pressa con le dita al centro per creare un piccolo solco, dove posizionare i bastoncini di frutta. Arrotola il bambù per richiudere il rotolo su te stesso, esercitando una leggera pressione che lo aiuterà a mantenere la forma. Srotola il tappetino ed ecco il tuo rotolo di uramaki: non ti resta che bagnare la lama di un coltello e dividerlo a metà. Passa la prima metà nella granella di nocciole e la seconda in quella di pistacchio, quindi taglia ciascuna in 3-4 parti.

Per i nigiri, metti nel palmo della mano un po’ di risolatte (circa 25 g) e dagli la forma di una polpettina ovale leggermente appiattita e poggiaci sopra una fettina di frutta, alternando quella a tua disposizione.

Sushi di frutta: note

* Gli uramaki sono i famosi rotolini che solitamente si gustano in un sol boccone. Riponi all’interno bastoncini di frutta mista per una esplosione di sapore

** I nigiri solitamente vengono completati in sommità con una strisciolina di alga che potrai simulare, a tuo piacimento, con la pasta di zucchero nera per un effetto ancora più realistico. Considera però che la pasta di zucchero, a contatto con l’umidità della frutta, tenderà a perdere colore. Quindi, se opterai per questa possibilità, ti consiglio di consumare i tuoi nigiri immediatamente appena pronti

*** Se non hai a disposizione il tappetino di bambù, potrai usare il solo foglio di pellicola.

Sushi di frutta: conservazione

Una volta pronto, puoi conservare il riso per sushi per un paio di giorni in frigorifero, ben chiuso in un contenitore ermetico.  Guarniscilo con la frutta tagliata fresca poco prima di servirlo. Non consiglio la congelazione.

-->

1 Commento

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie