piatto da portata con frittelle

Tortelli di Carnevale

  • Preparazione: 0h 20m
  • Cottura: 0h 30m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 60 pezzi
  • Metodo cottura: Frittura
  • Cucina: Italiana

Non esiste Carnevale senza frittelle: soffici, scioglievoli e dorate; questi dolcetti sono un classico intramontabile del periodo carnevalesco e vengono preparate da nord a sud Italia, con alcune variazioni. Oggi ti propongo la mia ricetta delle frittelle che consiste in palline di impasto a base di farina, burro e uova, fritte in olio di arachidi. La ricetta originale dei tortelli è quella delle fritole veneziane, che prevede l’aggiunta di uvetta e pinoli.

 

Ingredienti per 60 frittelle

  • Farina 00 150 g
  • Uova medie 5
  • Acqua 250 g
  • Burro 90 g
  • Sale (3 g)1 pizzico
  • Scorza di limone grattugiata0.5
  • Scorza di arancia grattugiata0.5

Per friggere

  • Olio di arachidi 1 l

Per decorare

  • Zucchero semolato 150 g

Allergeni

Cereali e derivati Uova Latte Arachidi Frutta a guscio

Procedimento

In un pentolino dai bordi alti, versa l’acqua e aggiungi il burro a cubetti a temperatura ambiente. Aggiungi un pizzico di sale e accendi il fuoco, porta a sfiorare il bollore. Togli il pentolino dal fuoco e versa la farina tutta in una volta.

Mescola vigorosamente e amalgama tutti gli ingredienti. Quando avrai ottenuto un composto liscio e omogeneo, metti di nuovo il pentolino sul fuoco dolce. Mescola per qualche minuto fino a quando comparirà una patina biancastra sul fondo della pentola; questa operazione farà asciugare il composto e svilupperà gli amidi contenuti nella farina. Versa il tutto in una ciotola.

Aggiungi le uova a temperatura ambiente, una alla volta, sbattendo con le fruste elettriche. Unisci all’impasto le scorze grattugiate degli agrumi e continua a lavorarlo fino a ottenere una consistenza liscia ma resistente.

Cottura

In una pentola di dimensione media e dai bordi alti versa l’olio di semi di arachidi e portalo alla temperatura
di 170°, verifica la temperatura dell’olio con un termometro da cucina.

Prendi due cucchiaini: con uno raccogli circa 20 g di impasto dalla ciotola e aiutati con l’altro, facendo cadere la cucchiata direttamente nell’olio caldo. Friggi 5-6 tortelli alla volta, rigirandoli continuamente e cuocili fino a ottenere una bella doratura; ci vorranno circa 3 minuti.

Scola le frittelle aiutandoti con una schiumarola e adagiali su carta assorbente in modo che si asciughino dall’olio. Rotola le frittelle nello zucchero semolato e gustale, meglio ancora se in compagnia!

Note & consigli

*La frittella perfetta presenta un colore dorato e una consistenza molto morbida: il suo interno, a differenza di quello delle castagnole, dovrà essere cavo,  perfetto per essere farcito con della crema pasticcera.

 

Varianti della ricetta

Carnevale è un vero e proprio tripudio di preparazioni fritte: chiacchiere, castagnole, graffe, non ti resta che scegliere quale dolce preparare!

Conservazione

Ti consiglio di gustare immediatamente le tue frittelle, altrimenti puoi conservarle al fresco in un contenitore con coperchio per 1 giorno. Puoi anche preparare l’impasto in anticipo: ti basterà coprirlo con della pellicola a contatto e riporlo in frigorifero, per friggerlo il giorno dopo.

Curiosità

La storia delle frittelle di Carnevale risale alla seconda metà del ‘300: la ricetta dei tortelli infatti, è il più antico documento scritto della cucina veneziana. Alcune testimonianze dell’epoca, giunte fino ad oggi, narrano che durante il ‘600, i fritoleri, e con i loro carretti di legno, erano soliti vendere le loro frittelle per strada; il mestiere si tramandava di padre in figlio ed era regolato da norme ben precise.

Le frittelle divennero così famose e amate da tutti che esisteva persino l’Associazione dei Fritoleri, composta da 70 venditori a cui venivano assegnate aree ben precise entro le quali poter vendere i tortelli.

4.5/5
vota