La pasta con pesce spada e melanzane è un primo piatto dal sapore di terra e di mare, che racchiude tutto il gusto della cucina tipica mediterranea e ricorda altre ricette tradizionali del Sud Italia

Pasta pesce spada e melanzane

  • Preparazione: 0h 15m
  • Cottura: 0h 30m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: medio
  • Porzioni: 4 persone
  • Metodo cottura: Fornello
  • Cucina: Italiana

Oggi ti propongo un primo piatto di pesce, che racchiude molti sapori tipici della cucina del Sud Italia, in particolare di quella siciliana. Alcuni passaggi ricordano infatti la preparazione della pasta alla Norma, mentre l’abbinamento degli ingredienti, tra pesce, melanzane fritte, pomodorini, ricotta, uvetta e frutta secca ricorda altri antipasti o secondi di pesce tradizionali dell’isola, come le celebri sarde a beccafico. Una ricetta semplice da preparare ma ricca di gusto e capace di portare nello stesso piatto ingredienti di mare e di terra e di evocare immediatamente l’estate.

Ingredienti per 4 persone

  • Busiate 320 g

PER IL SUGO

  • Pomodori pelati 800 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Scalogno 30 g
  • Basilico 10 g
  • Sale q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

PER IL CONDIMENTO

  • Pesce spada 300 g
  • Melanzane 600 g
  • Uvetta 80 g
  • Vino bianco 50 g
  • Pomodori datterini gialli 200 g
  • Pistacchi sgusciati40 g
  • Ricotta infornata 100 g
  • Origano secco q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Allergeni

Cereali e derivati Latte Pesce Anidride solforosa e solfiti Frutta a guscio

Procedimento

PER IL SUGO

In una padella con poco olio fai appassire per 10 minuti lo scalogno e l’aglio tritati finemente. Quando saranno imbionditi aggiungi i pomodori pelati e un pizzico di sale, quindi lascia cuocere a fiamma media con tegame coperto per circa 15 minuti.
Poi togli dal fuoco, aggiungi il basilico spezzettato a mano e lascia intiepidire.

per il condimento

Versa un filo d’olio in una padella antiaderente, fallo scaldare bene e aggiungi i pomodorini tagliati a metà, con la parte tagliata verso il basso. Lascia cuocere per qualche minuto a fuoco alto fino a che cominceranno a caramellare, poi toglili dalla pentola e tienili da parte.

Nella stessa padella fai rosolare a fuoco vivo il pesce spada tagliato a cubetti di 1 cm. Non appena comincerà a colorarsi, sfuma con il vino bianco e lascialo evaporare. Preleva qualche cubetto di pesce e tienilo da parte per completare il piatto.

A questo punto spegni il fuoco e aggiungi la salsa di pomodoro, i pomodorini gialli preparati (tenendone qualcuno da parte per la decorazione finale), l’uvetta strizzata, un pizzico di origano e metà della ricotta grattugiata a julienne. Mescola per amalgamare i sapori e tieni da parte in caldo.

COTTURA

Metti a bollire una pentola capiente con abbondante acqua salata e, quando avrà raggiunto il bollore, tuffaci le tue busiate e lasciale cuocere per il tempo indicato sulla confezione, tenendole al dente.

Una volta che la pasta sarà cotta, scolala e mettila direttamente nella padella con il condimento, falla saltare per un paio di minuti e trasferiscila nei piatti di portata.

PER COMPLETARE

Aggiungi in cima a ogni porzione gli ingredienti tenuti da parte (pomodorini gialli, i dadini di pesce spada rosolato e la restante ricotta grattugiata). Completa con i pistacchi tritati grossolanamente a coltello e servi.

Note & consigli

Fai attenzione a non cuocere troppo il pesce spada, altrimenti risulterà gommoso e asciutto.

Varianti della ricetta

Puoi declinare questa ricetta in versione interamente di terra ispirandoti alla mia pasta melanzane e pancetta oppure optare per la variante vegetariana, prendendo spunto dalla mia pasta con melanzane e mozzarella.

Conservazione

Ti consiglio di gustare subito la tua pasta pesce spada e melanzane per evitare che le melanzane perdano croccantezza e che la ricotta si rapprenda troppo.

Curiosità

La ricotta infornata o ricotta al forno è un prodotto tipico siciliano, incluso dal Ministero delle politiche agricole e forestali tra i cosiddetti PAT (prodotti agroalimentari tradizionali). Si ottiene infornando la ricotta dopo alcuni giorni dalla salatura e il risultato e un prodotto che al palato risulta dolce, non affumicato né troppo sapido. Può essere preparata anche a casa, infornando in forno preriscaldato a 200° la ricotta ben sgocciolata, lasciata asciugare all’aria ed eventualmente aromatizzata con cacao o zucchero e limone.  Basteranno 60 minuti per ottenere una crosta dorata e croccante.

4.3/5
vota