Risotto agli asparagi

La primavera fa rima con asparagi! Adoro questo ingrediente in cucina: sono versatili, perfetti per preparare sfiziosi antipasti, primi piatti, contorni… quando iniziano a comparire al mercato, ne faccio sempre incetta!

Ispirandomi proprio a loro, ho deciso di preparare questo risotto in modo che risultasse estremamente vellutato, con gli asparagi presenti in un’irresistibile tripla consistenza ovvero in crema, saltati e crudi: una meraviglia di gusto; mantecato alla perfezione e cotto al dente grazie all’importantissima fase di tostatura

Ora che hai arricchito per bene il tuo menù per la prossima occasione non ti resta che far la spesa e assaggiare tutto ciò che ti ho suggerito! Fammi sapere, soprattutto se hai suggerimenti da darmi per rendere ancora più buono il mio risotto agli asparagi! 

PREPARAZIONE: 50 min. COTTURA: 30 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per 4 persone

riso carnaroli 320 g
formaggio grattugiato 60
asparagi 350 g
aglio 1 spicchio
cipolle bianche 30 g
burro 30 g
olio extravergine di oliva 50 g
timo 1 rametto
brodo vegetale 1,5 l
sale e pepe

Per impiattare

asparagi 2
olio extravergine di oliva q.b.
sale e pepe q.b.

Procedimento

Gli asparagi

Inizia con la pulizia degli aspargi. Con un coltello, elimina la parte finale del gambo più coriacea e poi con un pela patate, pelali da metà altezza verso il basso. Con gli scarti ci puoi arricchire un buon brodo vegetale che ti servirà per la cottura del risotto. Taglia via le cimette dai gambi e tienile da parte, poi affetta sottilmente i gambi tranne due, che terrai da parte e che userai a crudo per la decorazione finale.

Trita finemente la cipolla e falla appassire a fuoco bassissimo con un po’ di olio in una padella. Se può esserti utile, segui il mio tutorial su come tagliare la cipolla .

Una volta che la cipolla sarà trasparente, aggiungi gli asparagi a fettine e, dopo averli fatti saltare con sale e pepe, irrorali con un po’ di brodo: devono cuocersi rimanendo però belli croccanti e brillanti.

Metti gli asparagi nel contenitore alto e stretto di un frullatore ad immersione e frulla tutto aggiungendo un po’ di brodo vegetale se serve. Tieni la vellutata ottenuta da parte al caldo.

Nel frattempo, occupati delle cimette: mettile in una padellina con olio evo, aglio, timo, sale e pepe e falle saltare per qualche minuto, lasciandole croccanti. Eliminienile da parte.

Gli asparagi per l’impiattamento

Ora prendi i due gambi di asparagi che hai tenuto da parte; con un pela verdure riducili a fettine molto sottili per il lungo e mettili in acqua e ghiaccio fino al momento di usarli.

Il risotto

Per fare il risotto, tosta a secco il riso ovvero mettilo in tegame senza fare prima un soffritto né aggiungere condimento. Dopo 2-3 minuti aggiungi il brodo vegetale fino a coprilo a filo.

Fallo cuocere mescolando e irrorandolo con il brodo caldo un po’ alla volta; giunti a metà cottura, unisci metà vellutata di asparagi calda, e l’altra metà verso fine cottura (per mantenerne il colore intatto).

Prima di spegnere il fuoco aggiungi anche le cimette saltate. Una volta cotto, spegni il fuoco e manteca il risotto con il formaggio grattugiato e il burro.

Impiatta ogni porzione decorando il risotto con le fettine di asparago crudo asciugato e condito con olio, sale e pepe. Il tuo risotto agli asparagi è pronto!

Note

* Ti lascio proprio qui la scheda sul Riso carnaroli, per saperne di più!

**Ecco il mio tutorial su come pulire gli asparagi.

Ricette con gli asparagi

Questo risotto porta in tavola tutto il buono degli asparagi, ma che ne dici di aggiungere qualche ide al tuo ricettario?

Conservazione

Una volta pronto consiglio di servire e consumare immediatamente il risotto agli asparagi. Non consiglio di conservarlo in alcun modo se non, proprio se non ci sono alternative, in frigorifero ben chiuso in un contenitore ermetico. Non congelarlo.

4.6/5
vota

4 Commenti

  1. il risotto agli asparagi … all’insegna di autunno e inverno ?
    Ma gli asparagi non vengono in primavera?
    La zeste? ma quanti sanno cos’è?

  2. Io faccio bollire i gambi degli asparagi. Faccio un fondo di cipolla. Tosto il riso. Aggiungo i gambi tagliati a rondelle e porto avanti la cottura del riso con L acqua di cottura degli asparagi. Quando mancano pochi minuti a fine cottura aggiungo le punte. Manteco con poco burro e parmigiano. Servo il risotto servendolo con una cucchiaiata di stracciatella appoggiata sopra. Il contrasto caldo e freddo é squisito!

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie