Bombette pugliesi su spiedini con pane abbrustolito, pancetta intera, prezzemolo e caciocavallo aperto

Bombette pugliesi

  • Preparazione: 0h 30m
  • Cottura: 0h 15m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 12 pezzi
  • Metodo cottura: Brace
  • Cucina: Italiana, Pugliese

Le bombette pugliesi sono uno street food tipico della Val d’Itria. Si tratta di involtini  in origine fatti con carne di cavallo e farciti solo con il formaggio locale, ma oggi preparati con il capocollo di maiale e imbottiti con gli ingredienti più diversi. Puoi prepararli facilmente a casa, dando sfogo alla tua fantasia per quanto riguarda il ripieno, ma per fare onore alla tradizione, ti suggerisco di gustali ben schiacciati in un panino, in modo che il loro grasso saporito non vada perduto!

Ingredienti per 12 bombette

  • Capocollo di maiale (12 fette sottili )360 g
  • Pancetta tesa (12 fette)300 g
  • Caciocavallo semi stagionato 120 g
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Aglio 1 spicchio
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Allergeni

Latte

Procedimento

Stendi le fette di capocollo sul piano di lavoro, battile leggermente per renderle sottili e cospargile in superficie con sale e pepe.

Taglia il caciocavallo a dadini e trita insieme il prezzemolo e l’aglio privato dell’anima.

COMPOSIZIONE

Adagia al centro di ogni fetta di capocollo una fetta di pancetta (circa 25 g), 10 g di caciocavallo, un po’ di aglio e prezzemolo tritati.

Chiudi la bombetta su se stessa, piegando i lati più lunghi della carne verso l’interno di 1 cm, poi arrotola la bombetta partendo da uno dei lati più corti. Mentre la arrotoli, tirala per sigillarla bene: otterrai un involtino lungo circa 5 cm.

Una volta arrotolata, infilza la bombetta con uno spiedo di ferro o uno stuzzicadenti.

Ripeti la stessa operazione fino a esaurire gli ingredienti.

COTTURA

Cuoci le bombette alla griglia o in forno statico preriscaldato a 200° su una teglia leggermente oliata per 15 minuti. Una volta pronte, servile immediatamente!

Note & consigli

Il capocollo di maiale è perfetto per questa ricetta, perché essendo una carne abbastanza grassa, rilascia alla bombetta la giusta dose di sapore e umidità: il necessario per renderla deliziosa!

Varianti della ricetta

Oggi si trovano tantissime varianti delle bombette classiche, anche un po’ fusion, come le versioni con cacio e pepe, quelle con le verdure oppure con altri salumi… Nulla vieta di sperimentare! Se vuoi puoi ispirarti anche alle ricette tipiche di altre regioni, come gli involtini di vitello al cartoccio, gli involtini di vitello alla siciliana, gli involtini di vitello con pancetta, pomodori secchi e pinoli, gli involtini di tacchino con formaggio, bacon e salvia o gli involtini di manzo con prosciutto e formaggio.

Conservazione

Puoi preparare le bombette in anticipo e anche congelarle crude, ma una volta cotte ti consiglio di consumarle immediatamente perchè sprigionino tutto il loro sapore!

Curiosità

La leggenda vuole che la ricetta delle bombette sia nata a Martinafranca per opera di una signora di Polignano, che decise di cuocere le braciole di cavallo sul braciere. Fu poi il marito a sostituire il cavallo con il manzo, carne più tenera e meno costosa. Un tempo le bombette erano preparate alla brace direttamente nelle molte bracerie che, nella zona di Alberobello, ma un po’ in tutta la Puglia, offrivano anche il servizio di cucina. Luoghi spartani, con enormi banconi di marmo bianco, una vetrina piena di carni e il “fornello” per cuocere al momento le carni acquistate. Alcune sopravvivono tuttora e servono ancora oggi questa ricetta tradizionale, che non manca mai neppure nelle sagre locali, servite in comodi cartocci come cibo da passeggio.

5.0/5
vota