Carré di agnello

Non c’è nulla di più bello che trovare la chiave giusta per allestire un menù dalla a alla zeta. Dico davvero. I piatti che ho assaggiato qua e là durante i miei viaggi in giro per il mondo, la cucina intramontabile di mia nonna Ottilia e l’esperienza sul campo, sono per me inesauribili fonte d’ispirazione quotidiana. Negli anni, però, ho imparato che durante le feste non devono assolutamente mancare i grandi classici, quelli che, caschi il mondo, immancabilmente mi vengono sempre richiesti a gran voce da amici e parenti.

Il carré di agnello è uno di questi, secondo saporito che spunta puntuale come un orologio sulla mia tavola, in particolare in occasione della Pasqua. Ti consiglio anche di dare un’occhiata alle mie ricette pasquali per trovare altri spunti!

Se sei un amante dei sapori decisi, l’agnello saprà incontrare pienamente il tuo gusto, anche perché la sua carne viene resa ancora più saporita da aromi e spezie profumate. Io ho deciso di accompagnarlo con tante verdure colorate, patate, carote e cipolle per farti un esempio, ma tu puoi scegliere quelle che più preferisci variando a seconda della stagione. Senti già il profumo? Io sì, e per questo ti voglio regalare la mia ricetta!

Carre di agnello, ben cotto e con un succulento contorno di verdure

PREPARAZIONE: 30 min. COTTURA: 50 min. per carne e contorno DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Carré di agnello: ingredienti

patate novelle 1 kg
carré d’agnello 2 da 800 g
carote 4
scalogni 8
salvia 6 foglie
sale q.b
rosmarino 2 rametti
alloro 2 foglie
olio extravergine di oliva q.b

Carré di agnello: procedimento

Per le verdure

Per fare il carré di agnello procurati 2 carré con le estremità delle costolette già scarnificate dal macellaio; io ne ho trovati 2 già avvolti nella pancetta e insaporiti con il rosmarino*, ma tu puoi usarli tranquillamente anche al naturale senza arricchimenti. Inizia ora a preparare il contorno di patate e verdure che andrai a cuocere a parte.**

agnello al forno

Prendi gli aromi e tritali molto finemente al coltello. Pela le carote, tagliale in quarti per il lungo e ricava da ciascuna dei bastoncini che metterai in una ciotola. Lava molto bene le patate novelle sotto abbondante acqua fresca corrente.

agnello e patate

Senza togliere la buccia, tagliale a metà e uniscile alle carote. Monda gli scalogni e taglia anch’essi a metà.

Aggiungi tutto nella ciotola e condisci con sale, olio di oliva e un terzo del trito di aromi che hai preparato in precedenza. Mescola bene in modo che le verdure si insaporiscano.

Trasferiscile in una pirofila capiente e inforna a 200° per 45-50  minuti in forno statico preriscaldato.

agnello con verdure

Per la carne

Intanto prepara la carne. Irrora la carne con un filo di olio per far aderire il trito restante; rivesti le costole con della carta alluminio per evitare che si scuriscano in cottura e rimangano così belle bianche.

agnello ricetta

Adagia il carré in un’altra teglia e fallo cuocere sempre in forno statico preriscaldato a 200° per 30-35 minuti per una cottura media***. Trascorso il tempo necessario, sforna il tuo carré, elimina i fogli di alluminio e infine servilo con il contorno di patate e verdure ben caldo.

Carré di agnello: note

*Molto spesso in macelleria ti capiterà di trovare la carne avvolta dalla pancetta; questo serve per far in modo che in cottura la superficie della carne risulti bella succosa e non asciutta.

**In questa ricetta è fondamentale cuocere la carne e le verdure in due teglie diverse; la cottura dell’agnello, infatti, richiede condizioni stabili di umidità e temperatura. Infornandolo con le patate, che rilasciano liquidi di cottura essendo composte da alte percentuali di acqua, rischieresti di aumentare l’umidità compromettendo la cottura della carne.

***Per una cottura ottimale del carré, ti consiglio vivamente di procurarti un termometro a sonda, grande alleato in cucina: solo misurando la temperatura del cuore della carne, potrai ottenere un grado di cottura ottimale. Regolati in questo modo: per una cottura al sangue la temperatura al cuore deve essere di 55°, per una media 60° e ben cotto 70°. La cottura che io ti ho indicato è media, ossia molto rosata al centro.

A proposito di agnello: ti consiglio di provare anche i miei spatzle, le costolette oppure le sfiziose polpettine da accompagnare ad una romatico riso pilaf.

Carré di agnello: conservazione

Ti consiglio di gustare il carré di agnello al momento appena sfornato. Se dovessi avanzarti, puoi conservarlo in frigorifero un un contenitore ermetico per 1 giorno al massimo. Ti sconsiglio la congelazione una volta cotto, mentre lo puoi tranquillamente congelare da crudo e tenerlo in freezer in un contenitore con chiusura ermetica per un paio di mesi.

Come fare il carré: sapevi che…

In questa ricetta ti presento un particolare taglio di carne, il carré appunto. Si tratta della carne in corrispondenza delle costole e della ossa, non solo riferita all’agnello ma anche altri tipi di animali come il suino, il manzo e il montone. Il carré può essere cotto arrosto e presentato sulla tavola intero o disossato.

1 Commento

  1. Buon Natale Sonia,
    anche qs anno ho scelto di festeggiare con le tue ricette: carré x 12 invitati.
    Buonissimo. Anch’io l’ho bardato con pancetta, temevo potesse seccarsi.
    Unica nota: la cottura è stata più lunga e alla fine ho preferito incidere e separare tutte le costatine x agevolare la cottura del “cuore” che risultava ancora troppo al sangue. 5-10 min così e poi…. è finito in un secondo!
    La carne è saporita, tenera, si può servire con un cucchiaio di “fondo” filtrato…???

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie