Cozze gratinate

Mi sono dedicata negli ultimi tempi a pensare quali fossero le ricette più cercate per le occasioni speciali. Ho trovato moltissime idee, soprattutto con i frutti di mare. Qui sul sito avevo già gli spaghetti con le vongole e l’impepata di cozze, e ho deciso di puntare sul classico. Dopo le mie capesante gratinate e le finte capesante gratinate – un’idea amatissima da tutti, molto originale – ho deciso: le cozze gratinate. La farcitura è a base di pane, molto saporito e impastato con il liquido di cottura delle cozze. Una bontà: le sforni e il profumo ti inebria e accetteresti di ustionarti pur di poterle assaggiare immediatamente.

Presentale come antipasto, abbinato ai classici e intramontabili vitello tonnato e carpaccio di polpo. Ti aspetta una standing ovation già solo per queste prime portate, posso garantirtelo già da ora. Divertiti a personalizzare il ripieno delle cozze farcite, aggiungendo peperoncino oppure profumato timo. Gustale e fammi sapere!

PREPARAZIONE: 40 min. COTTURA: 15-20 min. DIFFICOLTÀ: facile. COSTO: economico.

Ingredienti per 4-6 persone

cozze 1 kg
prezzemolo tritato 2 cucchiai
aglio 1 spicchio
olio extravergine di oliva 2 cucchiai + q.b. per cospargere
peperoncino fresco 1
vino bianco secco 100 g

Per il ripieno

mollica di pane raffermo 150 g
formaggio grattugiato 60 g
prezzemolo 1 cucchiaio
aglio 1 spicchio
pepe nero macinato q.b.
olio extravergine di oliva 40 g

Procedimento

Pulisci e cuoci le cozze

Elimina i cirripedi (neri biancastri presenti sui gusci) e la barbetta dalle cozze, seguendo il mio tutorial su come pulire le cozze. Qui puoi anche vedere il mio video!

Ora monda l’aglio, taglialo a metà e rimuovi l’anima; elimina i semini interni del peperoncino. Trita il prezzemolo.

Cozze gratinate

In una pentola capiente metti le cozze pulite, l’aglio, l’olio e il prezzemolo tritato. Accendi il fuoco.

Cozze gratinate

Sfuma con il vino. Una macinata di pepe, un pizzico di sale e procedi con la cottura a fuoco molto vivace ponendo un coperchio sul tegame. Le cozze si apriranno in pochissimo tempo, poi spegni il fuoco.

Cozze gratinate

Una volta pronte, scarta le cozze rimaste chiuse e scolale in una ciotola, per raccoglierne il liquido di cottura. Lascia raffreddare le cozze e tieni il liquido da parte.

Cozze gratinate

Fai il ripieno

Poni in una ciotola capiente la mollica di pane tritata grossolanamente, il formaggio grattugiato e il rimanente prezzemolo tritato. Spremi l’aglio mondato e condisci con sale e pepe.

Cozze gratinate

Aggiungi l’olio extravergine di oliva, amalgama tutto. Irrora con pochissima dose di acqua di cottura* delle cozze: mi raccomando non esagerare, perché se l’impasto risulta troppo liquido uscirà dal guscio in cottura. Ottieni quindi un composto solo umido e non bagnato.

Cozze gratinate

Farcisci e cuoci le cozze

Separa ora le valve (i gusci) per tenere solo quelle contenenti il mollusco. Riempile con l’impasto e disponi le cozze farcite su una leccarda foderata con carta forno.

Cozze gratinate

Irrorale con un filo d’olio e infornale in forno modalità grill o a 250° per 10-15 minuti. Le cozze gratinate sono pronte quando saranno dorate in superficie!

Cozze gratinate

Note

*Ti avanzerà sicuramente il liquido di cottura delle cozze. Non buttarlo via! Usalo per insaporire una pasta o un risotto. Puoi addirittura congelarlo nelle forme per il ghiaccio al pari del fumetto, per averne sempre una dose disponibile.

Conservazione

Consiglio di consumare immediatamente le cozze gratinate; se non hai alternativa puoi congelarle appena farcite e non cotte, oppure conservarle cotte in frigorifero per al massimo un giorno.

4.7/5
vota

3 Commenti

  1. Ciao Sonia,
    ieri sera ho provato questa ricetta e ho fatto un figurone, le cozze erano buonissime!
    Grazie!

  2. Cara Sonia rispetto la tua ricetta delle cozze gratinate ma solo perché sei nordica a tutti gli effetti.? Ora ti dico un particolare, noi al sud le cozze gratinate le mandiamo al forno crude. Come? Semplice si puliscono le cozze, si aprono a crudo, un buon pescivendolo le sa pulire egregiamente, basta chiedergli di lasciare metà del guscio, per il ripieno è perfetto il tuo. Vienici a trovare a Bari qualche volta, ne vale la pena! Un caro saluto

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie