Focaccia di Recco: la ricetta originale ligure con formaggio

Focaccia di Recco

Vegetariana
  • Preparazione: 0h 30m
  • Cottura: 0h 10m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 6 porzioni
  • Metodo cottura: Forno
  • Cucina: Italiana, Ligure

Se come me ami la Liguria, sarai un fan accanito di questa meraviglia. La focaccia al formaggio di Recco è un'invenzione da nobel: acqua, farina, olio e formaggio che sapientemente uniti danno origine ad una sfoglia ripiena così golosa da leccarsi le dita... e non solo in senso metaforico.

Sembra che sia nata in un momento di difficoltà dei liguri: durante le invasioni saracene i liguri per scappare all'invasore abbandonarono il mare per rifugiarsi nell'entroterra, dove pochi erano gli ingredienti a disposizione, sia per quantità che per varietà.

Con poca farina, quella necessaria e sufficiente a creare una sfoglia sottilissima, un po' di formaggio e l'olio, che non mancava mai, hanno creato questa meraviglia che io amo mangiare ancora bollente passeggiando sul lungomare della cittadina che le ha dato i natali e ne ha codificato nel 1997 la ricetta in un preciso disciplinare. Oggi la puoi gustare un po' in tutta la regione, ma solo quella preparata nei paeselli che si affacciano sul golfo Paradiso possono vantare della denominazione IGP di questo prodotto.

Liguria in tavola

Sai che amo la Liguria, è un po' la mia seconda casa, quella delle fughe dalla frenesia della quotidianità! Qui mi riposo e mi rifocillo, gustando tutte le ricette tradizionali migliori e cercando di carpirne i segreti per... poi offrirtele! Ecco le mie preferite!

Ingredienti per una teglia 30x40 cm

Per l'impasto

  • Farina manitoba400 g
  • Olio extravergine d'oliva40 g
  • Acqua250 g
  • Sale10 g

Per il ripieno

  • Prescinsêuaoppure crescenza, stracchino o squacquerone500 g

Allergeni

Cereali e derivati

Procedimento

Per fare la focaccia di Recco per prima cosa parti dall’impasto. Nella ciotola di una planetaria munita di gancio metti la farina manitoba, aziona la macchina e versa a filo l’acqua in cui avrai disciolto il sale.

Una volta che l’impasto si sarà incordato*, unisci anche l’olio di oliva poco alla volta, facendo assorbire quello versato prima di aggiungerne altro. Quando il tuo impasto si sarà staccato dalle pareti della ciotola, stendilo sul piano di lavoro e forma una palla che andrai a mettere in una ciotola capiente. Adesso copri con la pellicola trasparente e fallo riposare in frigorifero per 2 ore circa.**

Trascorso il tempo indicato, prendi l’impasto, dividilo in due parti uguali e stendi una delle due metà sul piano di lavoro infarinato con un matterello, dandogli una forma rettangolare.

Successivamente, infarinati i dorsi delle mani e allarga il rettangolo lentamente e delicatamente. La consistenza dell’impasto ti aiuterà a stenderlo fino a ottenere quella sfoglia sottile, quasi trasparente, che è la caratteristica imprescindibile della focaccia di Recco.

Ripeti la stessa operazione con l’altra metà dell’impasto***. Quando avrai ottenuto una sfoglia sottilissima, stendila su tutta la superficie della teglia ben oliata, facendola debordare leggermente. Poi distribuisci sulla sfoglia il formaggio a pezzettoni e adagia al di sopra l’altra sfoglia. A questo punto, non ti resta che eliminare la pasta in eccesso dai bordi con un coltellinodalla lama liscia e ripiegare insieme le due sfoglie formando un cordoncino per sigillare il ripieno. Pratica quindi dei piccoli fori sulla superficie, pizzicando e aprendo la pasta con le dita.

Infine, spennella la superficie con un po’ di olio di oliva e cuoci in forno statico preriscaldato a 250° per 10 minuti. Una volta cotta, estrai la focaccia di Recco dal forno, lasciala riposare per circa 10 minuti e poi rimuovila dalla teglia. Servila in tavola tagliata a rettangoli, proprio come si usa in Liguria!

Note & consigli

* L'impasto sarà incordato quando sarà ben attorcigliato attorno al gancio

** Il riposo è fondamentale: conferità alla pasta la giusta elasticità e potrai così stenderla nel sottilissimo velo che ti servirà per creare la focaccia di Recco perfetta!

*** Mentre stendi la pasta mi raccomando: ricorda di tenerele dita rivolte verso il basso in modo tale da non bucare la pasta che, come ti ho detto, sarà molto sottile.

Varianti della ricetta

Appena uscita dal forno, copri la focaccia con un cucchiaione di pesto... senti che profumo?

Conservazione

La focaccia di Recco va gustata appena fatta, calda e con il formaggio che sbrodola da ogni bordo! Io ti sconsiglio di conservarla.

Sapevi che...

A Recco puoi ancora assaggiare anche le focaccette di san Rocco: delle piccole focacce preparate con lo stesso impasto e lo stesso ripieno della focaccia classica, che però vengono fritte... lascio a te la possibilità di immaginare di quale delizia possano essere! Io ti lascio la ricetta con cui preparo a casa la focaccia di Recco: non sarà come quella mangiata vista mare, ma non ti farà sfigurare!

4.7/5
vota