Insalata di tacchino e prugne

Appena fuori il caldo comincia a farsi sentire, mi prende la voglia di pasti leggeri e freschi, che si possano preparare in anticipo per non dover stare ore ai fornelli. Le insalatone sono perfette a questo scopo! Io le preparo in abbondanza, e la sera quando torno a casa dopo una giornata di lavoro, devo solo toglierle dal frigorifero, mettermi comoda in casa, apparecchiare sul mio balcone tra piante e lucine colorate e godermi la cena a fatica zero mentre il sole tramonta sulla mia amata Milano. 

Questa insalata di tacchino la amo particolarmente: leggera, come solo la carne di tacchino sa essere, ma piena di colore e profumi. La dolcezza e l’estrema morbidezza delle Prugne della California contrastano piacevolemente con la sapidità della feta e la croccantezza delle lamelle di mandorle. Del resto un buon piatto si riconosce proprio dalla presenza di tutti i gusti e tutte le consistenze, che devono saper stare in equilibrio tra loro! 

Ti lascio la ricetta: scommetto che farai come me, e la preparerai presto per i tuoi amici o per concederti una piccola pausa golosa. 

PREPARAZIONE: 30 min. RAFFREDDAMENTO: 1 ore COTTURA: 30 min.  DIFFICOLTÀ:bassa COSTO: basso

Ingredienti per 4 persone

Per il tacchino

tacchino petto 1 kg
carote 120 g
sedano 80 g
cipolle 80 g
chiodi di garofano 3
acqua 3 litri

Per l’insalata

Prugne della California 250 g
sedano 130 g
arancia pelata 300 g
feta 200 g
erba cipollina qualche filo
prezzemolo 1 ciuffetto
mandorle a lamelle 50 g
olio extravergine d’oliva 60 g
sale q.b.
pepe q.b.

Per l’orangette

olio extravergine d’oliva 70 g
succo di una arancia 150 g
sale q.b.
pepe q.b.

Procedimento

Per il tacchino

Per preparare la tua insalata di tacchino inizia con il cuocere il tacchino*.

In una pentola alta, metti il sedano lavato e tagliato a metà, le carote sbucciate e prive delle estremità a tocchetti e la cipolla sbucciata e tagliata in quarti. Aggiungi i chiodi di garofano e l’acqua fredda. Pulisci il petto di tacchino eliminandolo dalle impurità e dalla cartilagine, immergilo nella pentola e accendi il fuoco. Fai sobbollire per circa 30 minuti schiumando le impurità che verranno a galla. Una volta cotto, fallo raffreddare nel su stesso brodo.

Per il condimento

Fai tostare in una padella antiaderente le mandorle fino a renderle dorate. Lava il sedano e taglialo a striscioline sottili, pela a vivo una arancia e ricava degli spicchi. Sbriciola la feta**.

Trita le erbe aromatiche non troppo finemente quindi taglia le tue prugne della California in quattro.

Per l’orangette

Spremi le arance ricavando 150 g di succo, mettilo in un biberon assieme all’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e mischia il tutto fino a rendere il composto uniforme.

Assembla l’insalata

Una volta raffreddata la carne di tacchino, sfilacciala finemente con le mani, aggiungila agli ingredienti preparati in precedenza, sala, pepa a piacimento e aggiungi l’orangette, mischia il tutto per amalgamare i sapori.

Disponi la tua insalata di tacchino e prugne su di un piatto da portata, sbriciolaci sopra il formaggio, e servi la tua insalata di tacchino e prugne della California.

Note

* Se non ami il petto di tacchino, perché magari è troppo asciutto per i tuoi gusti, puoi anche utilizzare un cosciotto. Allo stesso modo, puoi preparare questa insalata anche con del tacchino o del pollo arrosto che ti sono avanzati: sarà comunque deliziosa.

** Il sapore della feta, sapito e gustoso, contrasta bene con la dolcezza dell’arancia e delle prugne. Se però non ti piace, o non dovessi trovarla, sostituiscila con scaglie di Parmigiano o con della toma ben stagionata!

Insalate che passione

Che siano di carne, di pesce o di cereali le insalate soddisfano sempre la mia fame, soprattutto in estate, quando la voglia di stare ai fornelli non per lavoro si riduce drasticamente. Preparale in anticipo e gustale per un pranzo al lavoro o per una cena veloce: non ti deluderanno. Io ti lascio alcune delle mie preferite:

Conservazione

La tua insalata di tacchino si conserverà perfettamente per un paio di giorni in frigorifero, ben chiusa in un contenitore ermeticamente sigillato. Ti sconsiglio di congelarla.

4.7/5
vota

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie