paccheri fritti serviti in bicchierini monoporzione

Paccheri fritti

  • Preparazione: 0h 30m
  • Cottura: 0h 45m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 8 porzioni
  • Metodo cottura: Frittura
  • Cucina: Italiana

Il fritto è sempre una buona idea, specialmente se si tratta della pasta ripiena. Questa ricetta ha tutte le carte in regola per diventare il tuo nuovo antipasto preferito: un pacchero dorato dal ripieno filante si adagia su una delicata base di pomodoro e basilico. Una preparazione semplice che richiederà qualche accortezza: attenzione alla panatura e alla temperatura dell’olio!

I tuoi invitati stanno arrivando? Imbandisci una bella tavola di finger food e vedrai che non rimarranno delusi: scones salati alle verdure, bocconcini di patate e bacon o bignè salati con crema di salmone? E da bere? Con lo spritz non sbagli mai.

Friggiamo?

Ingredienti per 8 porzioni

  • Paccheri lisci 12

Per la farcitura

  • Mozzarella di bufala sgocciolata130 g
  • Ricotta di bufala sgocciolata90 g
  • Filetti di acciuga 2
  • Basilico 5 foglie
  • Pepe macinato q.b.
  • Formaggio grattugiato 90 g

Per la salsa di pomodoro

  • Polpa fine Pomì 240 g
  • Cipollotti 30 g
  • Basilico 3 foglie
  • Olio extravergine d’oliva 30 g
  • Sale fino q.b.

Per impanare

  • Uova medie2
  • Pangrattato 100 g
  • Sale fino q.b.

Per friggere

  • Olio di arachidi 700 g

Per decorare

  • Basilico 3 foglie
  • Formaggio grattugiato q.b.

Allergeni

Latte Uova Arachidi

Procedimento

Per i paccheri

Per preparare i tuoi paccheri fritti, porta a bollore un’abbondante pentola di acqua salata e cala la pasta. Scola i paccheri quando saranno al dente e lasciali raffreddare posizionandoli verticalmente, preferibilmente su una gratella.

Per la farcitura

Dedicati ora al ripieno. Taglia la mozzarella di bufala a dadini, riponili in un colino con sotto una ciotola e lasciali sgocciolare in frigorifero per 30 minuti in modo che la mozzarella rilasci l’eccesso di liquido.

Procedi allo stesso modo con la ricotta di bufala, quindi mettila in un colino a maglie strette appoggiato su una ciotola e lascia sgocciolare per 30 minuti.

In un recipiente amalgama la mozzarella e la ricotta sgocciolate, aggiungi il formaggio grattugiato e aggiusta di sale e pepe.

Affetta il basilico a chiffonade, cioè metti una foglia di basilico sopra l’altra, arrotolale su sé stesse e tagliale orizzontalmente in modo da ottenere delle striscioline sottili. Metti il basilico nella ciotola con il composto di formaggi e amalgama.

Trita i filetti di acciuga e aggiungili al ripieno. Trasferisci la farcitura in una sac à poche e tienila da parte in frigorifero.

Per la salsa di pomodoro

Pulisci i cipollotti e tritali finemente; falli appassire per 3-4 minuti in una pentola capiente assieme all’olio extravergine di oliva. Aggiungi la passata, il basilico e aggiusta di sale. Lascia sobbollire la salsa a fiamma bassa per 20 minuti.

Una volta pronta, lasciala raffreddare, trasferiscila in una ciotola e frulla il tutto con un frullatore immersione. Metti la salsa in una sac à poche e tienila da parte in frigorifero.

Per impanare

Prepara ora l’occorrente per la panatura: sbatti le uova in una ciotola e in un altro recipiente metti il pangrattato.

Preleva dal frigorifero la sac à poche contenente il ripieno di formaggi, taglia la punta e spremi il composto all’interno dei paccheri, farcendoli uno ad uno, senza esagerare con le quantità.

I paccheri sono pronti per essere impanati: immergili uno a uno prima nell’uovo e poi nel pangrattato, facendo attenzione a che la panatura aderisca in modo uniforme.

Per essere sicuro che la farcitura non fuoriesca durante la frittura, procedi effettuando una doppia impanatura sulle estremità.

Per la frittura

In una pentola capiente porta l’olio di arachidi alla temperatura di 175°; la temperatura dell’olio è fondamentale per ottenere un fritto perfetto, quindi, verifica che sia corretta aiutandoti con un termometro da cucina.

Friggi due paccheri alla volta per 2-3 minuti fino ad ottenere un colore dorato e una consistenza croccante. Con una schiumarola preleva i paccheri e mettili a scolare su un piatto foderato di carta assorbente.

Composizione

Io ho servito i paccheri fritti in otto bicchierini monoporzione. In questo caso ti consiglio di riempire di salsa ciascun bicchierino per ¼ e di adagiare il pacchero al suo interno.

Prendi dal frigorifero la sac à poche contenente la salsa di pomodoro e spremila sull’estremità di ciascun pacchero. Spolverizza ora con del formaggio grattugiato e decora con una fogliolina di basilico.

I tuoi paccheri fritti sono pronti per essere serviti!

Note & consigli

Il pacchero è un formato di pasta molto delicato che tende a sfaldarsi con molta facilità. Ti consiglio perciò di avere sempre qualche pacchero in più rispetto a quelli che servirai.

Per evitare che i paccheri si rompano durante la cottura, fai molta attenzione a girarli delicatamente durante la bollitura.

Varianti della ricetta

Sei un amante dei paccheri? Non perderti queste ricette:
Paccheri ai due gorgonzola
Paccheri ripieni di ricotta e gamberi
Sformato di paccheri

Conservazione

Ti consiglio di consumare immediatamente i tuoi paccheri fritti, quando saranno dorati e croccanti. Non ti consiglio di congelarli. Eventualmente puoi preparare il giorno prima sia la farcitura che la salsa di pomodoro.

Curiosità

I paccheri sono un tipo di pasta cilindrica di grandi dimensioni, tipico della cucina napoletana. Particolarmente curiosa l’etimologia: pare infatti che il termine “paccheri” derivi dal greco e indichi uno schiaffo dato senza ostili intenzioni. La scelta di questo nome non è casuale, ma richiama il suono prodotto durante la bollitura in pentola, che appunto provoca un rumore simile a quello dello schiaffo.

4.7/5
vota