Polpette calabresi (vrasciole)

Le vrasciole calabresi sono sostanziose polpette (non polpettine, i diminutivi non sono ben visti nella cucina calabra, per fortuna) impastate con carne, pane, uova, formaggio, aromi, a volte un po’ di ‘nduja, che vengono poi fritte e servite a tavola ancora bollenti, croccanti fuori e umide dentro. 

Eh no, non sono un secondo piatto! In Calabria, dove puoi assaggiarle in tutta la regione, dal mare alla Sila, sono un antipasto. Una sfiziosità. Un aperitivo, per predisporre lo stomaco a ricevere tutte le altre delizie che mamme, nonne e chef di questa terra sanno preparare. 

Però ti sfido: se riesci a resistere dal mangiarle tutte mentre le stai friggendo (cosa che a casa mia è molto difficile da evitare!), secondo me le puoi servire come preferisci. Che tu scelga di  accompagnarle con salse o con un’insalata, o anche di affogarle in un sugo di pomodoro, vieni a prepararle con me!

PREPARAZIONE: 20 min. COTTURA: 20 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: basso

Ingredienti per 25 vrasciole

macinato di manzo 500 g *
pecorino grattugiato 30 g
Grana grattugiato 30 g
mollica di pane 100 g **
prezzemolo 2 ciuffi
aglio ½ spicchio
uovo medio 2
sale q.b
pepe q.b
olio di girasole 2 l per friggere

Procedimento

Per far le polpette calabresi in un cutter frulla la mollica di pane assieme al prezzemolo, il pecorino, il Grana e l’aglio. Una volta tritato, aggiungi il composto alla carne trita. Aggiusta di sale, unisci le uova e amalgama bene il tutto fino a ottenere un impasto compatto.

Forma ora con i palmi delle mani delle polpettine da 30 g ciascuna, rendendole allungate sui lati, dalla forma leggermente ovoidale.

Porta l’olio a 175° e friggi*** poche polpette alla volta fino a che non risulteranno colorate. Scolale su della carta assorbente per rimuovere l’olio in eccesso e servile ben calde!

Note

* Se vuoi un impasto ancora più saporito, e anche un pochino più economico, puoi anche usare metà carne di manzo e metà di maiale: un tempo in Calabria ogni famiglia allevava un maiale per il proprio fabbisogno e la carne di questo animale in casa non mancava mai!

** Il pane migliore da usare è quello casereccio, ma se non dovessi averne puoi anche utilizzare del pane grattugiato

*** Per un fritto alla perfezione, segui il mio tutorial: il risultato, asciutto e croccante, ti sorprenderà!

Piovono polpette!

No, non è solo il titolo di un famoso film d’animazione, è anche il mio dictat quando in cucina voglio conquistare tutti senza fare troppa fatica! Le polpette hanno un fascino inspiegabile: con la loro morbidezza conquistano grandi e piccini. E puoi prepararle praticamente con tutto… io ti lascio qualche idea, tu mostrami le tue preferite!

Conservazione

Le vrasciole si conservano perfettamente fino a tre giorni in frigorifero, ben chiuse in un contenitore ermetico. Puoi anche congelarle: falle ghiacciare su un vassoio, ben distanziate, poi raccoglile in un sacchetto per il freezer. In questo modo potrai scongelarne solo la quantità che ti serve. Puoi anche congerlarle da crude, e tuffarle nell’olio ancora ghiacciate: in questo caso prolunga di qualche minuto la cottura, per essere certa che anche il centro sia ben cotto.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie