Tartare di tonno

La tartare di tonno è un piatto davvero leggero e gustoso! Perché sia anche sano è necessario ovviamente avere qualche accorgimento: il tonno dovrà sempre essere abbattuto (da te o dal tuo pescivendolo di fiducia) e la sua carne lavorata rapidamente e in un ambiente perfettamente pulito. 

Una volta tagliati i tuoi cubetti, potrai condire la tua carne con un’emulsione golosa e servirla come meglio credi: con dell’avocado e del mango come ho fatto io, su una barchetta di frolla salata, con delle fette di pane, con le verdure: sono davvero tantissimi i piatti che potrai arricchire con questo piatto delicato e profumato. 

Non trovi anche tu che sia un antipasto goloso, perfetto tanto per un brunch quando per una cenetta romantica? 

PREPARAZIONE: 30 min.  DIFFICOLTÀ: facile COSTO: basso

Ingredienti per 4 persone

tonno fresco 180 g
mango maturo 180 g
avocado 180 g
limone il succo di 1
erba cipollina 10 g
senape 1 cucchiaino
salsa Worcester qualche goccia
salsa di soia qualche goccia
olio extravergine d’oliva 30 g
sale e pepe q.b.

Procedimento

Prepara innanzitutto i 3 ingredienti principali che serviranno per comporre la tartare.

Taglia il tonno fresco* in piccoli cubetti da ca. ½ cm., quindi condiscilo con olio, sale, senape, qualche goccia di salsa di soia e qualche goccia di salsa Worcester.

Mescola bene il tutto e riponilo in frigorifero a riposare, in un contenitore con coperchio**.

Pulisci il mango togliendo la buccia e il nocciolo centrale, riducilo in cubetti da ½ cm, quindi conserva anch’esso in frigorifero.

In ultimo l’avocado: dopo aver eliminato buccia e il nocciolo centrale, taglia la polpa in cubetti da ½ cm e condiscila con olio, sale, pepe e qualche goccia di succo di limone, quindi conservala in frigorifero.

Assemblaggio

Utilizzando un coppa pasta del diametro cm 8, alto cm 4, componi ora la tua tartare. Realizza il primo strato di avocado, utilizzando ¼ del preparato e compattandolo molto bene sul fondo con l’aiuto di un cucchiaino, quindi inserisci ¼ di dadolata di mango, compattando anche questa molto bene, e per ultima 1/4 di tartare di tonno.

Una volta terminato l’assemblaggio della tartare, togli lentamente il coppa pasta e passa alla realizzazione di quella successiva esattamente alla stessa maniera, fino a completare le 4 porzioni.***

Prima di servire la tartare puoi irrorarla con qualche goccia di olio e una spolverata di erba cipollina sminuzzata finemente.
La tua tartare è pronta per essere gustata!

Note

* Il tonno come già detto deve essere freschissimo e per legge, prima di essere consumato crudo deve essere abbatutto. Chiedi di farlo per te al tuo pescivendolo

** Puoi allungare i tempi di marinatura anche a 4-5 ore se preferisci

*** Se non possiedi un coppapasta, puoi pensare di servire la tua tartare nel bicchiere: sarà più semplice mantenere la stratificazione anche senza attrezzatura

Ricette a base di pesce

Saranno le mie parziali origini di mare, ma io amo il pesce. Lo gusto in ogni forma e mi piace portarlo in tavola per chi amo. Le ricette che ho preparato sono tante, provo a lasciartene alcune di quelle che amo di più:

Conservazione

La tartare di tonno va gustata appena fatta, ma puoi portarti avanti con le preparazioni allungando i tempi della marinatura, se ne avessi bisogno.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie