Torta Paradiso

Ti è mai capitato di assaggiare un dolce e di pensare che, sicuramente, il Paradiso deve avere questo sapore? A me sì, parecchie volte… e una di queste è stata proprio quando ho assaggiato la mia prima fetta di una torta che il Paradiso ce l’ha anche nel nome!

Ebbene sì, oggi voglio offrirti la regina delle torte tradizionali lombarde: una nuvola di bontà che saprà farti volare in alto. La storia di questo dolce ha radici lontane, se sei curioso ti invito a leggere le note alla fine della ricetta.

Quello che ora mi preme raccontarti è l’irresistibile morbidezza e la delicatezza di una torta perfetta da consumare in ogni momento, dalla colazione alle occasioni più importanti. Sì, perchè la torta Paradiso, ottima così com’è, si presta anche ad essere farcita e guarnita in mille modi diversi. Credimi, una volta che l’avrai provata diventerà un vero jolly nel tuo ricettario. E allora che aspetti? Mettiamo le mani in pasta e prepariamoci a gustare paradisiaci attimi di bontà!

Torta paradiso ricetta originale

PREPARAZIONE: 30 min. COTTURA: 40 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico 

Ingredienti per una tortiera a cerchio apribile di 23/24 cm di diametro

burro chiarificato* 200 g
zucchero a velo 200 g
tuorli 80 g
uova intere 100 g
fecola di patate 100 g
farina 00 150 g
lievito in polvere per dolci 5 g
vaniglia 1 bacca
limone la scorza grattugiata di 1
maraschino 20 g
sale 1 pizzico

Per cospargere

zucchero a velo 1 cucchiaio

Procedimento

Per preparare la tua torta Paradiso inizia portando il burro chiarificato a temperatura ambiente. Una volta morbido, mettilo nella tazza di una planetaria munita di fruste e comincia a sbatterlo per renderlo cremoso.

Nel frattempo, setaccia lo zucchero a velo e inseriscilo in planetaria un cucchiaio per volta, facendolo lentamente assorbire al burro che dovrà diventare chiaro e spumoso: per questa operazione ti serviranno almeno 10 minuti.

Sguscia le uova intere in una ciotola, aggiungi i tuorli e sbatti tutto assieme con i rebbi di una forchetta.

A questo punto, unisci le uova poco per volta nella planetaria in azione, facendole assorbire bene prima di inserirne ancora.

Terminata questa operazione, aggiungi anche la scorza di limone grattugiata, la vaniglia, il maraschino e il pizzico di sale, facendo montare anche questi ingredienti.

Mischia la farina con la fecola e il lievito e setacciali per un paio di volte; uniscili poco alla volta con un leccapentole, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto e facendo attenzione a non smontare il composto.

Imburra e fodera con carta forno lo stampo a cerchio apribile, quindi versa all’interno il composto e inforna la tortiera in forno statico preriscaldato a 170° per circa 40 minuti.

Se durante la fase finale della cottura la torta dovesse scurirsi troppo, coprila con un foglio di alluminio e continua la cottura; prima di estrarla, fai la prova stecchino che deve risultare completamente asciutto.

Una volta cotta, estrai la torta dal forno e lasciala raffreddare completamente poi sformala e disponila su un piatto da portata. Cospargi la tua torta Paradiso con dello zucchero a velo e servila in tutta la sua soffice bontà!

Note

* Cos’è e come si fa il burro chiarificato? Il burro chiarificato è un burro che si ottiene rimuovendo l’acqua e le proteine del latte e lasciando la sola parte grassa. Questo burro, rispetto a quello tradizionale, ha un punto di fumo più alto e soprattutto è più grasso, ragion per cui è ideale per questa ricetta. Se vuoi prepararlo in casa per questa torta dovrai partire da 235 g di burro tradizionale.

Come ottenere a casa il burro chiarificato?

Il burro chiarificato è ormai facilmente reperibile in ogni negozio, ma se preferisci potrai prepararlo in casa seguendo questi semplici step:

  • spezzetta il burro in una ciotola e lascialo fondere a bagnomaria. Mentre il burro sta fondendo noterai che sulla superficie affiorerà una sostanza acquosa: lascia cuocere a fuoco dolce senza mescolare fino a quando questa sostanza sarà evaporata completamente
  • sistema un imbuto in un recipiente e foderalo con una garza sterile a maglie molto strette, poi versa il burro chiarificato liquido facendo attenzione affinché la caseina depositata sul fondo non riaffiori in superficie. Il burro chiarificato diventerà solido non appena si sarà raffreddato

Per quanto riguarda la torta Paradiso ti consiglio di preparare il tuo burro chiarificato il giorno prima, lasciarlo solidificare in frigorifero con pellicola a contatto durante la notte e riportarlo a temperatura ambiente quando sarà il momento di cucinare la torta.

Torta Paradiso: tra leggenda e storia

Si narra che questo dolce vide la luce quando, diversi secoli fa, un frate erborista della Certosa di Pavia assaggiò una fetta di torta offertagli da una giovane sposina della zona rimanendone estasiato. Si fece immediatamente raccontare la ricetta con la ferma volontà di riproporre il dolce ai suoi confratelli, i quali, dopo averlo assaggiato, lo ribattezzarono subito come “la torta che viene dal Paradiso”.

Nel 1878 la ricetta venne codificata da Enrico Vigoni, proprietario di una famosa pasticceria di Pavia, e in poco tempo divenne nota in tutta Italia conquistando migliaia di persone. La Pasticceria Vigoni, tutt’oggi aperta, vanta di essere l’unico luogo in cui poter gustare “la vera torta Paradiso”.

Soffici bontà

Sei un amante delle torte soffici e profumate? Eccoti allora qualche altra idea tutta da provare. Sfornare una di queste delizie non sarà il Paradiso ma credimi… ci andrà molto vicino!

Conservazione

Ti consiglio di conservare la tua torta Paradiso soffice per 2 o 3 giorni al massimo sotto una campana per dolci in un luogo fresco e asciutto. Puoi congelarla da cotta, sia intera che già tagliata a fette.

4.8/5
vota

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie