Crostata fredda con ricotta e pistacchi

Al dolce non rinuncio mai, neanche se fuori fa caldissimo. Ma furbescamente opto per delle ricette fresche che aiutano a combattere le giornate più calde. 

Per questa crostata non è difficile comprendere a quale regione d’Italia mi sia ispirata. La Sicilia ha da sempre un posto di riguardo nel mio cuore e la sua pasticceria è una delle migliori al mondo. Racchiude in sè i sapori antichi di tutti i popoli che si sono avvicendati sulle sue coste e sotto l’ombra del vulcano, sempre perfettamente miscelati in un sapiente equilibrio tra dolcezza e gusto. Ricotta e pistacchio sono certo i due fiori all’occhiello che difficilmente possono mancare e io ho voluto inserirli nella mia crostata: il pistacchio  rende friabile la frolla e rotonda la crema, e la ricotta le dona la giusta freschezza. 

So che ti stai già leccando i baffi, e per questo non ti rubo altro tempo e ti lascio la ricetta: vieni a scoprirla in cucina !

PREPARAZIONE: 60 min. RIPOSO: 120-180 min COTTURA: 35 min.  DIFFICOLTÀ: facile COSTO: basso

Ingredienti per uno stampo da 22 cm di diametro

Per la base

farina 00 225 g
farina di pistacchi 100 g
zucchero a velo 100 g
tuorli 2 (40 g)
burro 150 g
sale 1 pizzico

Per la crema di ricotta al pistacchio

panna fresca liquida 430 g
crema spalmabile al pistacchio 170 g
zucchero a velo 20 g
ricotta vaccina 340 g
gelatina alimentare 10 g

Per la decorazione

pistacchi una manciata
biscottini di frolla al pistacchio
fragole 4-5

Procedimento

Per la base

Metti in un cutter (robot da cucina munito di lame) la farina 00 e il burro freddo da frigorifero tagliato a cubetti. Aziona la macchina per 30 secondi fino a che il burro sarà diventato sottile come la sabbia. Spegni il cutter e aggiungi la farina di pistacchi, lo zucchero a velo, i tuorli e il pizzico di sale; aziona nuovamente il cutter fino a che gli ingredienti si amalgameranno e compatteranno*.

Ribalta l’impasto sul piano di lavoro e ottieni una palla che stenderai tra due fogli di carta forno fino ad ottenere un disco di 30 cm di diametro e metterai in frigorifero a rassodare per mezzora.

Trascorso il tempo indicato, fodera il fondo della tortiera con un disco di carta forno e stendi all’interno la frolla. Elimina i bordi in eccesso con un coltellino, bucherella il fondo della frolla con i rebbi di una forchetta e ricoprila con un disco di carta forno. Mettici all’interno delle sfere per cottura alla cieca** (oppure dei legumi, come fagioli o ceci secchi) e infornala in forno statico preriscaldato a 180° per circa 30 minuti.

Una volta cotto, estrai il guscio di frolla dal forno e lascialo raffreddare completamente. Impasta e stendi di nuovo la frolla avanzata e ricavaci dei piccoli biscottini (io li ho fatti a forma di stellina) che ti serviranno per decorare la crostata. Cuocili a 180° per 10 minuti, poi falli raffreddare.

Per la crema

Immergi i fogli di gelatina alimentare nell’acqua molto fredda e lasciali ammorbidire per 10 minuti***.

Nel frattempo metti nel cutter la ricotta, la crema di pistacchi, lo zucchero a velo e la panna (tranne 50 g che terrai da parte); aziona la macchina e ottieni una crema liscia e vellutata.

Scalda la panna e portala a sfiorare il bollore, quindi immergici la gelatina alimentare ammorbidita e ben strizzata. Mescola per scioglierla e unisci il tutto al resto della crema azionando il cutter per emulsionare tutti gli ingredienti.

Assembla la crostata

Versa la crema di ricotta e pistacchi nel guscio di frolla, livellala e metti la crostata in frigorifero a rassodare per almeno 2-3 ore.

Decora la crostata

Sforma la crostata, mettila su un piatto da portata e decorala con i biscottini, i pistacchi e le fragole tagliate a spicchi.

Note

* La base è una pasta frolla al pistacchio molto golosa: per farla al meglio puoi guardare la ricetta della frolla. Ovviamente puoi anche lavorare a mano: sii rapido per evitare di scaldare troppo il burro!

** La cottura alla cieca ti permette di ottenere un guscio friabile da riempire con le tue creme fredde: qui trovi tutti i trucchi per farla al meglio

*** Se preferisci sostituire la gelatina con un altro addensante, puoi leggere tra i miei consigli se trovi qualcosa che fa al caso tuo!

Torte fredde che delizia!

In estate amo le torte fredde: senza cottura o che richiedano solo la cottura del guscio esterno in cui racchiudere poi una crema vellutata e profumata! Gli aromi e le possibilità di decorazione sono tantissime: ti indico qui le mie ricette preferite, sono certa che non avrai che l’imbarazzo della scelta.

Conservazione

La tua torta si conserverà perfettamente in frigorifero per un paio di giorni sotto una campana di vetro. Puoi anche congelarla, ma senza la decorazione. Puoi aggiungerla al momento, poco prima di servire la torta.

4.9/5
vota

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie