Pasta frolla, la ricetta base da utilizzare per tutte le preparazioni

Pasta frolla

Vegetariana
  • Preparazione: 0h 30m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 550 g
  • Metodo cottura: Senza cottura
  • Cucina: Italiana

La pasta frolla è fragrante, friabile ed incredibilmente versatile, tanto che si presta alla preparazione di crostate, biscotti, tartellette e pie.

Farla in casa è semplicissimo e veloce: io ne faccio un uso massiccio in particolar modo durante le feste natalizie, quando mi diverto a preparare i biscotti di Natale, ma anche durante l’anno per la preparazione di crostate per la colazione o la merenda.

La ricetta che ti propongo oggi, però, è la pasta frolla base, la ricetta da segnare e tenere a portata di mano per ogni occasione, quella che non ti delude mai. Provala anche tu e sono certa che non la lascerai più.

Ingredienti

  • Farina 00250 g
  • Burro140 g
  • Zucchero a velo100 g
  • Tuorli d'uovo2
  • Vaniglia1 bacca
  • Sale1 pizzico

Allergeni

Cereali e derivati Latte Uova

Procedimento

Con il food processor

Taglia a pezzetti il burro freddo da frigorifero e mettilo in un food processor munito di lame: questo robot da cucina è perfetto per sminuzzare gli ingredienti senza surriscaldarli.

Unisci la farina e frulla per qualche secondo fino a che il burro diventerà sabbioso, cioè quando il composto avrà una consistenza simile alla sabbia. Versa tutto su di una spianatoia e aggiungi lo zucchero a velo.

come fare la pasta frolla con il robot da cucina

Incidi con un coltellino la bacca di vaniglia (o la scorza grattugiata di 1 limone o di 1 arancia se preferisci) ed estrai i semini interni; uniscili alle polveri con due tuorli e il sale. 

Impasta bene (non troppo a lungo, altrimenti si svilupperà glutine e la pasta, una volta cotta, non sarà più così frolla) fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Come impastare la pasta frolla, con uova e vaniglia

Forma un panetto alto 3-4 cm, avvolgilo nella pellicola e mettilo a riposare e rassodare in frigorifero per almeno mezz’ora. Una volta pronta, puoi utilizzare la tua pasta frolla per torte, biscotti e molto altro!

Procedimento a mano

Oltre al food processor (robot munito di lame), puoi anche preparare la tua pasta frolla tranquillamente a mano. Poni la farina in una ciotola insieme al burro a pezzetti.

Incomincia a creare delle briciole fini con le mani, quindi aggiungi lo zucchero a velo, continuando a lavorare il tutto. Rompi le uova usando solo i tuorli e unisci anche il sale e la vaniglia.

A questo punto, trasferisci l'impasto sul piano di lavoro e maneggialo brevemente giusto il tempo di compattarlo. Un piccolo ma importante consiglio: una volta compattato, non maneggiarlo ulteriormente poiché non si deve scaldare.

A questo punto, appiattiscilo leggermente, avvolgilo nella pellicola trasparente e ponilo in frigorifero a rassodare per circa 30 minuti.

Trascorso il tempo necessario, puoi usare la pasta frolla per torte e biscotti!

Intolleranze & allergie

Se sei intollerante o allergico al glutine, oppure se sei intollerante al lattosio, prova la pasta frolla senza glutine e senza burro!

Note & consigli

La pasta frolla è molto semplice da preparare, ma è necessario rispettare alcuni punti fermi al fine di ottenere un risultato perfetto:

  • il nemico numero uno della pasta frolla è il caldo, che fa sciogliere il burro di cui è ricca. Ti consiglio quindi di toccarla il meno possibile con le mani che rilasciano calore: se puoi, fai l'impasto a macchina; soprattutto d'estate
  • una buona idea è quella di mettere in frigorifero la tazza e le lame del food processor prima di iniziare la lavorazione
  • se la tua frolla non dovesse compattarsi ma tendesse invece a sbriciolarsi, vuol dire che è impazzita! Niente paura: puoi rimediare unendo uno o due cucchiai di albume freddo oppure di acqua ghiacciata e impastare di nuovo. Ti consiglio di seguire la mia guida su come recuperare la pasta frolla impazzita, gli errori si sistemeranno e la tua frolla sarà salva!
  • ogni volta che impasti, ricordati di far riposare la frolla almeno mezz'ora in frigorifero, avvolta da pellicola

Domande frequenti

Posso usare le uova intere senza separarle?

Per questa ricetta non te lo consiglio, se non sai come utilizzare gli albumi avanzati, per esempio puoi fare delle meringhe o una frittata di albumi

Posso usare la farina integrale?

Puoi usare la farina integrale ma, assorbendo molto, potrebbe essere necessario usare una dose leggermente superiore di burro.

Posso usare lo zucchero semolato al posto di quello a velo?

Sì, certamente: usa pure la stessa dose di zucchero semolato!

Come posso sostituire il burro?

Puoi sostituire il burro con la margarina, come ho fatto nella pasta frolla senza glutine e senza burro!

Posso fare la frolla il giorno prima e poi l'indomani utilizzarla?

Sì, certamente, conservala in frigorifero.

Varianti della ricetta

Oltre a quella classica, puoi personalizzare la tua pasta frolla in tanti modi diversi, come quelli che ti elenco qui:

Conservazione

Conserva la pasta frolla avvolta nella pellicola trasparente in frigorifero per un paio di giorni; oppure in freezer per due mesi negli appositi sacchetti gelo.

Sapevi che...

Sebbene piuttosto incerte, le origini della pasta frolla ci portano a Venezia intorno all'anno 1000. Proprio qui, infatti, veniva utilizzata un pasta molto simile per pasticci e timballi che a cavallo tra il '600 e il '700 incominciò a comparire nei primi manuali di cucina. Successivamente la ricetta fu perfezionata e venne tolta la parte salata: è qui che la frolla diventa protagonista delle celebri e tanto apprezzate crostate!

4.5/5
vota