Zucchine alla scapece

Se penso alla Campania, i miei ricordi si accendono subito dell’azzurro del mare, del calore del sole che mi accarezza trasportato da una brezza lieve… e del sapore paradisiaco delle zucchine alla scapece!

Devi sapere che ho gustato per la prima volta questo contorno, tipico campano, durante un breve soggiorno a Napoli e non ho potuto fare a meno di amare subito il contrasto di sapori che un piatto tanto semplice eppure così saporito sa regalare al palato. Una volta tornata a casa, mi sono messa subito al lavoro per replicare questa delizia gastronomica e offrirla ai miei cari, che hanno apprezzato tanto da impormi di preparare le zucchine alla scapece almeno un paio di volte al mese durante la stagione estiva!

Ti confesso che non faccio fatica ad accontentarli perché questo contorno, semplice e versatile, è una delizia di cui non mi stancherei mai. Ti dò un consiglio: disponi le tue fette di zucchine a regola d’arte e porta in tavola il piatto anche come gustoso antipasto da servire insieme a fette di pane tostato. Ne sono certa, mi ringrazierai!

Zucchine alla scapece ricetta

PREPARAZIONE: 20 min. COTTURA: 20 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per 4 persone

Per le zucchine

zucchine 800 g
aceto di vino bianco 60 g
aglio 1 spicchio
menta 6 foglie
sale q.b
olio extravergine di oliva q.b

Per friggere

olio di arachidi 1 l

Procedimento

Per preparare le tue zucchine alla scapece inizia dalla pulizia degli ortaggi: prendi le zucchine, lavale, privale delle estremità, e tagliale a rondelle di circa 3 mm.

Porta l’olio per frittura alla temperatura di 170° e, non appena sarà pronto, friggi poche rondelle di zucchina per volta, lasciandole appena dorate in superficie; scolale su di un vassoio foderato con carta assorbente da cucina in modo da eliminare l’olio in eccesso e lasciale raffreddare.

Nel frattempo, in un pentolino versa l’aceto di vino bianco e aggiungi l’aglio tagliato a metà; fallo sobbollire per circa due minuti così che rilasci tutto il suo l’aroma.

Prendi un piatto da portata ampio e adagiaci le tue rondelle di zucchina senza sovrapporle completamente. Spezzetta la menta con le mani e cospargila su tutte le zucchine, infine distribuisci l’aceto privo dell’aglio versandolo a filo.

Condisci con sale e olio extravergine versato a filo e gusta le tue zucchine a scapece in tutta la loro bontà. Buon appetito!

Note

Vuoi sapere come preparare un fritto perfetto? Segui il mio tutorial: sarà impossibile sbagliare!

Ricette con le zucchine

Se anche tu come me ami questi ortaggi, potrai sbizzarrirti a portali in tavola cucinandoli in tanti modi diversi! Eccoti qualche idea direttamente dal mio ricettario:

Storia e curiosità

Lo sapevi? Il termine scapece deriverebbe dallo spagnolo “escabeche”, che significa inzuppare. Le zucchine a rondelle infatti, non appena fritte, vengono inzuppate con olio e aceto e aromatizzate con foglie di menta fresca.

Questa ricetta, ha origini antiche che risalgono al periodo romano: i nostri predecessori conoscevano già questo modo di condire pesce e ortaggi con una marinatura a base di aceto, che regalasse sapore alle pietanze e nel contempo potesse anche conservarle al meglio.

Conservazione

Ti consiglio di consumare gli zucchini alla scapece lasciandole riposare qualche ora in modo che il condimento si distribuisca e venga ben assorbito dagli ortaggi. Se dovessero avanzarne conservale in frigorifero per 4/5 giorni. Sconsiglio la congelazione.

-->

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie