Baci panteschi

Due dolci ed eleganti frittelle che sembrano un pizzo fatto a mano, accoppiate come in un bacio per racchiudere una crema di ricotta: il bacio pantesco è pura poesia!

I baci panteschi sono il dolce tipico dell’Isola di Pantelleria, piccola perla del Mediterraneo. Dorate e fragranti, le frittelle preparate con una pastella di uova e farina racchiudono un dolce ripieno di ricotta, variamente aromatizzato con scaglie di cioccolato, cannella o frutta candita.

Non si conosce l’origine di questo dolce, ma sicuramente sappiamo che per prepararli è indispensabile il tipico attrezzino con cui formare le frittelle: una via di mezzo tra uno strumento di cucina e una bacchetta magica. Ogni famiglia e ogni pasticceria dell’isola hanno il loro simbolo.

Questo attrezzo faceva un tempo parte della dote di ogni ragazza, e merita davvero l’assaggio: scegli tu se gustarlo in sol morso o se separare la prima frittella per poi affondare nella sofficità della ricotta! Per fortuna oggi si trova anche on line… così posso darti la mia ricetta perchè anche tu possa preparare questa delizia! 

PREPARAZIONE: 30 min. COTTURA: 20min.  DIFFICOLTÀ: bassa COSTO: economico

Ingredienti per 15 baci panteschi

Per 30 basi (frittelle)

farina 170 g
uova medie 3 (sgusciate 150 g)*
latte fresco intero 130 g
lievito per dolci 2 g
sale 1 pizzico

Per la farcitura

ricotta di pecora 1,2 kg
gocce di cioccolato 200 g
zucchero a velo 140 g
cannella in polvere ½ cucchiaino

Per friggere

olio di arachidi 1,5 l

Per cospargere

zucchero a velo q.b.

Procedimento

Per la farcitura

Unisci alla ricotta di pecora ben sgocciolata lo zucchero a velo, la cannella in polvere e le gocce di cioccolato, mescola il tutto e trasferisci la crema in un sac à poche in frigorifero.

Per le basi

In una ciotola, sguscia le uova e mescolando con una frusta aggiungi il latte, la farina setacciata assieme al lievito e il sale; ottieni una pastella liscia e lasciala riposare per mezz’ora.

Porta l’olio di arachidi a una temperatura di 170°-175° poi, immergi l’apposito stampo nell’olio caldo per un minuto per scaldarlo, quindi scolalo e immergilo poi nella pastella un paio di volte senza che ricopra la parte superiore dello stampo**.

Immergi ora lo stampo nell’olio a temperatura e attendi che la pastella si gonfi e inizi a staccarsi dallo stampo. Se non si staccherà da sola, puoi aiutarti con i rebbi di una forchetta. Una volta staccata lasciala friggere un paio di minuti per lato per farla diventare dorata, poi scola la frittella su della carta assorbente da cucina per eliminare l’olio in eccesso. Friggi allo stesso modo tutta la pastella fino a terminarla. Dovresti ottenere 30 frittelle***.

Composizione

Una volta fredde, prendi una delle frittelle e posizionala con la parte che prima era attaccata allo stampo verso l’alto; con il sac à poche crea degli spuntoni di crema di ricotta sulla superficie fino a riempirla tutta, adagiaci sopra un altra frittella per richiudere e termina completando tutti i baci panteschi.

Spolverizza i tuoi baci panteschi con lo zucchero a velo prima di servirli.

Note

* Sguscia le uova e pesale: solo così potrai essere certo di avere una pastella perfetta!

** Il calore dell’olio scalderà lo stampo, e farà sì che a contatto la pastella possa rapprendersi rapidamente

*** Le prime frittelle potrebbero non essere perfette: non demordete!

Sicilia, terra dall’enorme cultura gastronomica

In Sicilia le influenze gastronomiche sono tantissime: si passa dalla cultura araba a quella francese, che si uniscono in piatti davvero superlativi, uno migliore dell’altro!

Conservazione

I baci panteschi sono davvero deliziosi appena fatti! Sconsiglio la congelazione.

5.0/5
vota

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie