Petto d’anatra con patate

Uno degli aspetti che amo di più della cottura sottovuoto, che sto continuando a sperimentare? Il fatto che si possano preparare in anticipo le basi, conservarle in frigorifero, e poi finirle solo al momento di andare in tavola. Si tratto di un aspetto molto comodo, sia nelle serate lavorative, quando torno a casa stanca e magari senza più nessune voglia di mettermi ai fornelli per ore, sia nelle giornate di festa.

Prendete questo petto d’anatra per esempio: elegante, raffinato, è il piatto perfetto per stupire gli ospiti, ma effettivamente richiede un po’ di tempo. Io ne ho preparati un po’, e li conservo in frigorifero o in freezer: quando gli ospiti saranno a tavola mi basteranno 10 minuti per far rinvenire il mio secondo piatto, scottandolo in padella, e portarlo in tavola.

Zero fatica, per un risultato davvero delizioso…e ovviamente non potevo non accompagnarlo con il più classico dei contorni, le patatine novelle, che assorbiranno tutto il gusto della salsa del petto d’anatra. Credimi, provalo, mi ringrazierai!

PREPARAZIONE: 30 min.  COTTURA: 180 min.  DIFFICOLTÀ: facile COSTO: medio

Ingredienti per 2 persone

Per il petto d’anatra

petto d’anatra 2 (500 g circa)
rosmarino 2 rametti piccoli
burro chiarificato 50 g
arancia il succo di 1
aglio 1 spicchio
olio extravergine d’oliva q.b.
sale q.b.
pepe q.b.

Per le patate

patatine novelle 400 g
sale e pepe q.b.

Procedimento

Incidi la pelle dei petti d’anatra con un coltello affilato senza toccare la carne. Puoi effettuare dei tagli trasversali o un reticolato a rombi più decorativo*. Massaggiali con olio, sale, pepe, poi mettili in un sacchetto per cottura sottovuoto** assieme a due piccoli rametti di rosmarino e sigillali creando il sottovuoto. Fai cuocere a bassa temperatura a 62° per 2 ore e mezza.

Sbuccia e taglia le patatine novelle a metà. Falle lessare in acqua bollente salata lasciandole leggermente croccanti. Una volta pronte, tienile da parte.

Trascorso il tempo indicato, togli dall’acqua i petti di anatra apri il sacchetto e separa il petto dal liquido di cottura che terrai da parte assieme ai rametti di rosmarino.

In una padellina antiaderente, fai sciogliere il burro assieme all’aglio in camicia e ai rametti di rosmarino; quando sarà ben caldo adagiaci i petti dalla parte della pelle e falli rosolare fino a rendere ben dorata la pelle. Girali e falli rosolare solo un minuto dalla parte della carne, nappando i petti con il fondo di cottura servendoti di un cucchiaio***.

Toglili dalla padellina tienili al caldo, e adagia nella stessa padellina dalla parte del taglio le patatine novelle. Falle rosolare fino a renderle croccanti e belle dorate. Una volta pronte salale, pepale, estraile dalla padellina e tieni anch’esse al caldo.

Spremi l’arancia nella medesima padellina, aggiungi i succhi della cottura del petto che avevi tenuto da parte e alza la fiamma per far restringere il tutto; preparati poi ad impiattare.

Scaloppa (taglia a fettine trasversali) il petto d’anatra e adagialo in un piatto da portata, aggiungi qualche patatina croccante e irrora il petto con la salsa addensata.

Note

* Questa operazione è fondamentale tanto per l’estetica del piatto, quanto per far penetrare all’interno del petto d’anatra tutti i sapori durante la cottura

** Puoi tenere i tuoi filetti sottovuoto anche in frigorifero per una notte, perché assorbano i profumi delle erbe aromatiche

*** La scottatura della carne renderà il tuo petto d’anatra croccante e delizioso. Puoi farla pochi istanti prima di portarli in tavola.

Secondi di carne: gustosi e saporiti

Trovare il secondo da portare in tavola dopo primi importanti può non essere sempre semplice. Ti lascio qualche piccola idea dei miei preferiti!

Conservazione

Il bello della cottura sottovuoto è che puoi conservare anche per una settimana i tuoi petti di pollo nei sacchetti, prima della scottatura finale. Puoi anche congelarli.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie