Polpettine di tacchino alla mediterranea

Le polpette sono un affare serio. Ogni famiglia ha la propria ricetta e ogni cuoca, professionista o amatoriale che sia, il proprio segreto per rendere queste palline di carne ancora più morbide e golose! 

C’è chi aggiunge pane nell’impasto, chi miscela le carni per avere una buona quantità di grasso e chi come me, quando ho voglia di un piatto leggero ma supersaporito, unisce alla carne macinata una piccola patata lessa per regalare al morso una sofficità e una consistenza che rendono le polpette irresistibili! Si tratta di un trucco che ho ereditato anche io: papà quando le preparava per il ristorante non dimenticava mai questo tocco e in effetti le polpettine alla mediterranea erano uno dei piatti più richiesti del suo menù!

Quando le preparo con la carne bianca di tacchino, leggera e perfetta per tutti i commensali, grandi o piccini, rivisito il suo piatto della tradizione in chiave healty, ma senza togliergli tutto il sapore di cui era ricco l’originale! Sono certa che conquisteranno anche la tua famiglia… e chissà, magari entraranno nel vostro ricettario delle tradizioni! 

PREPARAZIONE: 20min. COTTURA: 30 min.  DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per 4 persone (circa 23 polpettine)

Per le polpette

tacchino polpa 500 g
patate 200 g*
aglio 1 spicchio
uovo medio 1
formaggio grattugiato 50 g
prezzemolo 1 ciuffo
basilico 5 foglie
farina 0 75 g
sale q.b.
pepe q.b.

Per il sugo

pomodorini ciliegino 200 g
olive denocciolate tipo taggiasche 60 g
capperi sott’aceto 25 g
origano q.b.
basilico 10 foglie
vino bianco secco 100 g
brodo vegetale 200 g
peperoncino rosso ½
aglio 1 spicchio
olio extravergine d’oliva 50 g
sale q.b.

Procedimento

Le polpette

Lava le patate intere e mettile a bollire in abbondante acqua salata con tutta la buccia. Una volta pronte, scolale, elimina la pelle e schiacciale con uno schiaccia patate. Tienile da parte e falle raffreddare.

Nel frattempo, trita ** la polpa di tacchino, aggiungici poi il prezzemolo e il basilico tritati, l’uovo, il formaggio grattugiato e l’aglio schiacciato. Mischia il tutto e aggiungi le patate schiacciate ormai fredde. Amalgama bene il composto e aggiungi sale e pepe a piacere.

Forma delle polpettine tonde del peso di 30 g circa l’una, passale nella farina eliminando quella in eccesso e tieni da parte.

Cuoci le polpette

In una padella dal fondo largo fai scaldare l’olio assieme all’aglio tagliato a metà e privo della sua anima, i capperi sgocciolati e fai rosolare il tutto per qualche istante. Aggiungi le polpettine, cuocile a fuoco basso fino a renderle belle dorate. Sfuma con il vino bianco*** e lascialo evaporare, aggiungi le olive e il brodo vegetale. Fai addensare il sugo un paio di minuti, nel frattempo taglia in 4 i pomodorini, aggiungili alle polpette e cuoci il tutto qualche minuto, giusto il tempo di amalgamare i sapori. Non cuocere troppo le polpette altrimenti risulteranno asciutte e stoppose.

Aggiusta di sale e pepe a piacimento, aggiungi l’origano secco e le foglie di basilico spezzettato. Mescola il tutto e traferisci ora le tue polpette su di un piatto da portata. Buon appetito!

Note

*  Se non hai patate, o se non hai voglia di lessarle, ti svelo un piccolo trucco: potresti sostituirle con dei fiocchi di patate in busta! Reidratali con l’acqua calda e uniscine circa 150 g al tuo composto. Si tratta di un buon trucco da usare quando la dispensa non offre tutto quello che occorrerebbe!

** Se non hai un tritacarne, puoi chiedere al tuo macellaio di fare per te questa operazione, o frullare la carne con un cutter: il risultato non sarà proprio lo stesso, ma sarà comunque un buon metodo per preparare delle polpettine saporite

*** Quando usi il vino bianco per rosolare ricordati di avere cura che sia sempre a temperatura ambiente altrimenti potresti fermare la cottura della carne con il rischio di farla restare dura e stoppacciosa!

Polpette per tutti i gusti!

Nessuno resiste alle polpette. Chi ci prova, prima o poi scova comunque una ricetta che lo rende dipendente. Del resto si tratta di un cibo così confortante: pochi bocconi di carne morbida che riportano subito all’infanzia! Io ne ho preparate tantissime in questi anni, e con ogni tipo di ingrediente: ti lascio alcune delle mie ricette!

Conservazione

Le tue polpettine possono aspettarti in frigorifero, chiuse in un contenitore ermetico, per due giorni. Puoi anche congelarle, sia da crude che da cotte, e saranno perfette per un mese.

-->

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie