Quiche con salmone e verdure grigliate

Oggi voglio regalarti una ricetta gustosa e colorata, che preparo spesso a primavera perché i suoi colori accesi e il gusto delicato mi sembrano perfetti per omaggiare l’arrivo della bella stagione!

Ebbene sì, sto proprio parlando della quiche. Conosci questo tipo di torta salata? Si tratta di una preparazione che simboleggia la perfetta unione tra una base fragrante e un goloso ripieno. Se vuoi saperne di più, ti darò appuntamento alla fine della ricetta, per ora ti basti sapere che le varianti sono moltissime e possono essere modulate sui nostri gusti e la nostra fantasia.

Per la proposta di oggi ho voluto utilizzare tante verdure insieme al gustoso salmone, un pesce che amo particolarmente e che trovo davvero versatile in cucina. La cottura alla griglia regala leggerezza alla ricetta, e si sposa perfettamente con la cremosità del ripieno preparato con ricotta e formaggio saporito.

Ci credi? Quando la porta in tavola la mia bella quiche finisce in un baleno. Direi che non ti resta che provare. Sono sicura che anche tu te ne innamorerai!

Quiche con salmone e verdure grigliate

PREPARAZIONE: 30 min. COTTURA: 35 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico

Ingredienti per una tortiera quadrata con fondo removibile di 24×24 cm

pasta brisée un rotolo rotondo da 250 g
ricotta 250 g
Parmigiano grattugiato 50 g
Emmentaler* grattugiato a julienne 100 g
uova medie 3
salmone 1 fetta 150 g
limone non trattato la scorza grattugiata di 1/2
melanzana ½
zucchina 2 piccole
carota 2 medie
peperone rosso 1/2
peperone giallo 1/2
olio extravergine di oliva 3-4 cucchiai
timo 4 rametti
sale e pepe q.b.

Procedimento

Per preparare la tua quiche con salmone e verdure grigliate per prima cosa lava le verdure e asciugale bene.

Elimina le estremità di melanzana, zucchine e carote e tagliale per il lungo a fettine di 3 mm di spessore aiutandoti con una mandolina. Rimuovi i piccioli dei peperoni, tagliali a metà poi elimina i semi e i filamenti interni e ricava anche da questi ortaggi tante fettine lunghe e sottili.

Poni tutte le verdure in un vassoio e condiscile con un po’ di sale e olio extravergine. Scalda per bene una piastra liscia e grigliale per un paio di minuti, tenendole da parte su un vassoio man mano che saranno cotte.

A questo punto, prendi la fetta di salmone, condiscila con olio, sale, timo e scorza di limone, poi grigliala per pochi minuti per lato e mettila da parte.

In una ciotola capiente mischia la ricotta con le uova, amalgamando con una frusta fino a ottenere una crema liscia. Aggiungi il Parmigiano e l’Emmentaler, quindi unisci anche il salmone sbriciolato assieme al timo e a un pizzico di sale e pepe macinato.

Prendi una tortiera quadrata con il lato di 24 cm e con fondo removibile e poni all’interno la pasta brisée srotolata mantenendo la sua carta forno come base.

Ripiega all’interno i bordi di pasta in esubero e taglia via la carta forno che fuoriesce dallo stampo. Trasferisci nel guscio di pasta brisée il composto di ricotta, formaggi e salmone e poi disponi in modo creativo su tutta la superficie le verdure grigliate, tenendo la parte colorata verso l’alto.

Inforna in forno statico preriscaldato a 175° per circa 35 minuti. Quando la tua quiche sarà cotta sfornala e lasciala intiepidire, poi servila in tavola e gustala in tutta la sua bontà!

Note

* Al posto dell’Emmentaler potrai usare fontina, Edamer o un altro formaggio di tuo gusto.

Sfiziose idee salate

Le quiche fanno parte della grande famiglia delle torte salate, ricette capaci di salvare la cena con stile e tanto gusto! Io le amo e mi diverto a preparare spesso varianti golose, ispirata dalla stagione e anche dalla mia dispensa. Eccoti qualche idea dal mio ricettario. Sono tutte collaudate, e tutte e prova di goloso. Buon divertimento.

Sapevi che…

Il nome e le origini della quiche sanciscono l’unione di due tradizioni: quella tedesca e quella francese delle zone alsaziane. La prelibata torta salata è originaria della Lorena, regione del nord-est della Francia a lungo contesa dalla Germania; infatti il termine quiche deriva proprio dal tedesco kuchen.

Fece la sua prima comparsa alla fine del Cinquecento, alla corte di Carlo III di Lorena. Venne creata utilizzando un involucro di pasta da pane che avvolgeva un ripieno di uova, burro e panna. Il duca ne era ghiotto e la mangiava quasi ogni giorno!

Ma ci vollero due secoli per perfezionare questa ricetta. Fu infatti solo nel Settecento che Vincent de la Chapell,  cuoco di corte del re di Polonia e duca di Lorena, rivisitò la ricetta sostituendo la pasta di pane con la sfoglia francese che conosciamo con il nome di brisée.

Con il tempo la quiche si diffuse in tutta la Francia, con numerose varianti e rivisitazioni. Ciò che non è mai mutato è il connubio della pasta fragrante con un goloso e morbido ripieno. Una delizia che continua a ingolosirci anche oggi!

Conservazione

Ti consiglio di consumare subito la tua quiche con salmone e verdure grigliate per gustare in pieno la sua bontà. Se dovesse avanzarne potrai conservarla in frigorifero per qualche giorno ben protetta in un contenitore ermetico. Puoi anche congelare la tua quiche da cotta, una volta raffreddatasi completamente, a patto che tu non abbia utilizzato ingredienti decongelati nella preparazione.

2 Commenti

  1. Ciao Sonia. Una domanda. Una volta congelata per rimangiarla la metto in forno caldo ancora congelata o la lascio scongelare ambiente e la scaldo e basta? Grazie

    1. Ciao Amanda, la lasci scongelare in frigorifero e poi la scaldi in forno
      Buona cucina

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie