Torta Bertolina

Conosci l’uva fragola? Molto zuccherina, dal sapore dolce e ben caratteristico, l’uva fragola si distingue da tutte le altre anche grazie alla caratteristica buccia spessa, che nasconde un interno succoso e profumato. Mi ricordo quando, da bambina, mi divertivo a schiacciare i chicchi tra i denti per assaporare l’interno… quante risate con il mio fratellino facendo a gara a chi finiva prima il grappolo!

Questo tipo di uva si può gustare per un breve lasso di tempo tra fine estate e inizio autunno ed è l’ingrediente principale della famosa torta Bertolina, una vera specialità cremasca. Conosci questo dolce? Se sei curioso di saperne di più, ti aspetto alla fine della ricetta con la sua storia e curiosità. 

Per ora ti basti sapere che quando avrai infornato la torta il profumo che si sprigionerà sarà paradisiaco… ma mai come la prima fetta che gusterai! Che aspetti? Accendi il forno, e prepariamola insieme!

Torta Bertolina

PREPARAZIONE: 25 min. COTTURA: 60 min. DIFFICOLTÀ: facile COSTO: economico 

Ingredienti per una tortiera a cerchio apribile di 20 cm* di diametro

farina di mais Fioretto 200 g
farina 00 200 g
uva fragola 350 g
uova medie 4 (a temperatura ambiente)
zucchero 200 g
burro 200 g
lievito in polvere per dolci 16 g
vaniglia 1 bacca
sale 1 pizzico

Procedimento

Per preparare la torta Bertolina lava molto delicatamente l’uva fragola, sgranala senza romperla e adagia i chicchi su un panno pulito ad asciugare.

Nel frattempo, con l’aiuto di uno sbattitore elettrico oppure nella ciotola di una planetaria munita di fruste, metti il burro a temperatura ambiente con lo zucchero e i semini interni di una bacca di vaniglia.

Sbatti gli ingredienti per 10 minuti circa fino a ottenere un composto chiaro, gonfio e spumoso. A questo punto, sempre sbattendo, aggiungi un uovo alla volta fino a incorporarli tutti. Setaccia, direttamente nella ciotola, le due farine mischiate al lievito e al pizzico di sale. Mescola tutto sempre utilizzando le fruste.

Imburra uno stampo a cerchio apribile del diametro di 20 cm e ritaglia un cerchio di carta forno della stessa dimensione che posizionerai sul fondo. Trasferisci nello stampo metà del composto ottenuto e livellalo con il dorso di un cucchiaio, lasciando tutto intorno un piccolo rialzo di 1 cm. Disponi metà degli acini sopra il composto e ricopri poi con il composto restante livellandolo per bene. Adagia gli acini di uva rimanenti in superficie senza pressarli, e lasciando libero 1 cm dai bordi.

Inforna la torta Bertolina in forno statico preriscaldato a 175° per 60 minuti. Trascorsi i primi 35-40 minuti, copri la superficie della torta con un foglio di alluminio e continua la cottura fino a terminarla.

Prima di sfornare la tua torta fai la prova stecchino, punzecchiando il centro*.

A cottura avvenuta, estrai la torta dal forno, elimina il foglio di alluminio e lasciala intiepidire poi togli il cerchio apribile e lasciala raffreddare completamente. Non appena la torta Bertolina sarà fredda disponila su un piatto da portata, cospargila con poco zucchero a velo e gusta la tua golosa e profumata fetta!

Torta Bertolina fetta tagliata e pronta da gustare

Note

* Con la tortiera da 20 cm di diametro otterrai una torta piuttosto alta: se la preferisci un po’ più bassa puoi utilizzare uno stampo da 22 cm

** Lo stecchino dovrà fuoriuscire asciutto, se così non fosse prolunga la cottura di 5 minuti e ripeti la prova: la tua torta sarà pronta quando lo stecchino risulterà completamente asciutto

Storia e curiosità

La torta Bertolina è un dolce tipico di Crema, pensa che è una torta tanto famosa e diffusa in città che ogni famiglia custodisce gelosamente la sua ricetta.

Tramandata nel corso delle generazioni, non esiste una unica torta Bertolina ma se ne possono trovare tante versioni e varianti; e proprio questo è il bello delle ricette tradizionali! Se qualcuno la fa di pane qualcun altro la presenta come una crostata ripiena oppure come una vera e propria torta. Si narra che la Bertolina, o Bertulina in dialetto cremasco, prenda il nome da due contadini – padre e figlio – di nome Bertoldo e Bertoldino. Ma un’altra leggenda molto accreditata è quella di due sorelle di Trescore Cremasco che venivano soprannominate “Benedète” e che nessuno voleva prendere in moglie.

Non avendo un marito che potesse mantenerle, le Benedète decisero di provvedere alla propria sussistenza aprendo un negozio dove vendere pane e dolci fatti in casa. Fra le tante golosità preparate c’era anche la torta Bertolina che divenne uno dei dolci più apprezzati. In molti provarono ad ottenere la ricetta dalle due sorelle, ma esse non ne fecero mai parola mantenendo così salda la loro fortuna.

Colazioni a tutto gusto

Quanto è bello svegliarsi la mattina e gustare una fetta di morbida torta profumata e genuina? Se ti piace sperimentare sempre nuove ricette eccoti qualche altra idea dal mio ricettario. Sono tutte accomunate da un aggettivo, anzi due: morbide e golose!

Conservazione

Puoi conservare la torta Bertolina per massimo 2 o 3 giorni a temperatura ambiente sotto campana di vetro. Se preferisci puoi anche congelarla, in questo caso ti consiglio di dividerla già a fette in modo da scongelare man mano le porzioni di cui avrai bisogno.

2 Commenti

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie