Torta di mele rustica

Quando si parla di mele io sono preparatissima. Le mie estati, fino all’adolescenza, sono trascorse nell’immenso frutteto della sorella di mia nonna a giocare e raccogliere mele. Lei le mele le vendeva, come tantissimi altri in Trentino, ma ci faceva anche dei dolci buonissimi; in pole position c’era ovviamente lo strudel (ricetta vanto di famiglia) ma, subito dopo, si piazzava questa torta di mele, di una semplicità assurda e di una bontà imbarazzante.

Di certo non è una torta da vetrina di pasticceria, ma la sua peculiarità è che è piena zeppa di mele e mordendola ne avvertirai immediatamente il sapore e la consistenza. Per la torta di mele, la zia Rose utilizzava le renette o le golden ma io la faccio sempre con la varietà fuji o ambrosia perché non amo particolarmente le mele farinose e preferisco quelle con la polpa soda e croccante. Tu, ovviamente, puoi fare come me e personalizzare la tua torta di mele utilizzando la tipologia che preferisci; il dolce è molto versatile e il risultato finale non ne risentirà. Una volta sfornata cospargila di zucchero a velo e goditi il meraviglioso profumo di un dolce senza tempo.

Torta rustica alle mele

PREPARAZIONE: 40 min. COTTURA: 50 min. DIFFICOLTA‘: bassa COSTO: economico

Torta di mele: gli ingredienti per uno stampo da 24 cm di diametro

mele 800 g*
farina 00 200 g
zucchero semolato 170 g
uova medie 4 (a temperatura ambiente)
burro fuso 125 g
limoni la scorza di 1
lievito chimico in polvere 16 g
sale 1 grosso pizzico
vaniglia 1 bacca
cannella in polvere ½  cucchiaino

Per spolverizzare

zucchero a velo 1 cucchiaio

Torta di mele: procedimento

Sbuccia le mele, tagliale a quarti ed elimina il torsolo centrale; riduci poi ogni quarto a fette spesse 1 cm, tagliale a listerelle e ottieni dei cubetti. Estrai i semini interni dalla bacca di vaniglia incidendola e grattandoli via con la lama di un coltellino, poi aggiungili al burro sciolto in un tegamino.

Nel frattempo, metti dentro ad una ciotola capiente le uova a temperatura ambiente e aggiungi lo zucchero, quindi montale con uno sbattitore elettrico per almeno 10 minuti, fino a farle diventare chiare e cremose; poi, unisci a filo e sempre sbattendo, il burro appena tiepido.

Torta di mele rustica

Poni sopra alla ciotola un setaccio dentro al quale verserai la farina, la cannella e il lievito. Setaccia tutto il contenuto e poi mescola delicatamente aggiungendo anche il sale e la scorza di limone grattugiata; quando tutto sarà bene amalgamato, incorpora le mele a cubetti e versa il composto nella tortiera, precedentemente imburrata e infarinata. Se preferisci, puoi consultare il mio tutorial su come foderare lo stampo con la carta forno. Cuoci la torta di mele a 175° per circa 50 minuti in forno statico preriscaldato; prima di estrarla, pungi la torta in profondità con uno stecchino di legno da spiedini: se estraendolo lo troverai asciutto la torta è pronta, altrimenti lasciala in forno per altri 5-10 minuti e poi ripeti il test. Elimina il cerchio apribile e quando la torta di mele sarà fredda togli la base dello stampo. Appoggia la torta su di piatto da portata. Spolverizzala con dello zucchero a velo e, se ti piace il gusto spiccato della cannella, puoi mischiarne un po’ in polvere allo zucchero a velo.

torta di mele

Ecco, è arrivato il momento di tagliare la tua fetta e gustare la torta di mele in tutta la sua rustica bontà!

Torta rustica alle mele

Torta di mele: note

* Non sai che mele usare per questa ricetta? Io ho provato con queste tipologie: Pinova, Royal Gala, Golden, Fuji. Se ti piacciono le mele farinose potresti scegliere le Renette, o le Red Delicious che ho usato per la mia crostata di roselline di mele!

In alternativa, ti presento la mia classica torta di mele, un mio grandissimo cavallo di battaglia!

Torta di mele: conservazione

Per conservare la tua torta di mele al meglio, tienila al fresco e mettila in un porta torta con il coperchio oppure sotto una campana di vetro per 3-4 giorni al massimo. Puoi anche congelarla già tagliata a fette e metterla dentro agli appositi sacchetti o contenitori da freezer e conservarla per massimo 3 mesi.

Torta di mele: sapevi che…

La mela viene considerata uno tra i frutti più antichi, tanto che si hanno testimonianze della sua esistenza sin dal Neolitico; non a caso ricorre spesso in numerosi testi, miti, favole e leggende: come non ricordare la mela avvelenata di Biancaneve, la mela offerta da Eva ad Adamo, la mela della discordia donata ad Afrodite che scatenò la guerra di Troia, e ancora, la mela posta sul capo del figlio di Guglielmo Tell e infine l’intuizione storica di Newton sulla gravità, dovuta proprio alla caduta di una mela. Questo frutto dalle mille risorse viene usato in cucina par piatti salati e dolci (crumble, tortine, strudel, per citare alcuni esempi), ma anche per preparare bevande alcoliche come il sidro.Per saperne di più, ecco un po’ di storia sulla torta di mele!

4.6/5
vota

110 Commenti

  1. Adoro la torta di mele..noi l’abbiamo proposta con una ricetta particolare che unisce alla mele fresche, la confettura di Mele Cola, una varietà tipica dell’Etna..una variante per chi amanquesto dolce, ma lo trova leggermente asciutto.
    ps: complimenti molto carino il tuo blog.

  2. Ma se con la stessa ricetta ci facessi dei muffin il risultato sarebbe lo stesso?

    1. Fatte Sonia! Temevo che le troppe mele non facessero crescere i muffin ed invece sono perfetti! Solo un pochino umidi…ma alla fine sono finiti tutti???

  3. Ciao Sonia vorrei proprio fare questa torta ma per problemi di glicemia ti chiedo posso sostituire lo zucchero con il dolcificante e in che proporzione? Ciao grazie

    1. Ciao Anna! Non consiglio di usare i dolcificanti nei dolci o in generale ma puoi diminuire la dose di zucchero 🙂 Sarebbe meglio che tu consultassi il tuo medico o uno specialista per trovare la soluzione giusta per te cara 🙂 Un caro saluto!

  4. Per quanto sia affascinata dal cake design, trovo che ci siano torte dalla bellezza ancestrale che non temono rivali e la torta di mele, per me, è una di queste. Il profumo delle mele, quello della cannella, l’aspetto rustico delle cose buone, semplici, pulite. Per anni mi sono rifiutata di cambiare la ricetta, restando, come per molti altri dolci, fedele a quella della nonna, ma, essendo i tuoi suggerimenti da sempre garanzia di successo, ho deciso di apportare quelle modifiche che rendevano differenti i due procedimenti. In una parola: strepitosa. Grazie Sonia.

  5. Ho appena fatto la tua torta rustica di mele, ma non mi sono trovata con le proporzioni impasto/mele. 800gr di mele sono circa 4, poi ho seguito scrupolosamente tutto e quando le ho unite erano più mele che impasto. Adesso e’ in cottura, vedremo……

  6. Ciao cara Sonia , ho fatto la torta di mele , è l’unica volta che mi è venuta bene una torta , perchè è spiegato molto bene , ti ringrazio . È veramente buona . Grazie

  7. Ciao Sonia! 🙂 Io e Alessandro ci siamo cimentati nella preparazione della torta di mele (seguendo fedelmente la tua ricetta), è venuta davvero buonissima! Grazie, Paola

  8. Ciao Sonia, grazie per questa bellissima ricetta! 🙂 Oggi pomeriggio l’ho fatta solo che ho notato che in superficie si è scurita troppo. Cosa mi consigli di fare per evitare che succeda?
    Nella tua ricetta tu parli, presumo, di forno statico. Se volessi usare la funzione “ventilato” a quanti gradi e per quanto tempo devo tenere la torta in forno? Grazie mille! Buona serata! Simone

    1. Ciao Simone! Se vedi che si scurisce troppo il trucco è molto semplice: da metà cottura in poi copri la torta con un foglio di carta di alluminio 🙂 Se vuoi provare con il forno ventilato abbassa il forno di 20° e cuoci la torta 10 minuti in meno!

  9. La torta di mele più buona che abbia mai mangiato!! E l’ho preparata io! Che soddisfazione.
    Fantastica Sonia.

  10. Buonissima! La preparavo sempre seguendo la tua ricetta su GZ “Torta rustica di mele” e fin d’adesso quella era la migliore. Ma con queste modificazioni che hai fatto è ancora più biona. Prima era soffice adesso è sofficissima :-D!

  11. Preparata e assaggiata proprio questa mattina a colazione: deliziosa! Grazie Sonia per questa ricetta.

  12. Ciao Sonia,
    Domani mattina preparerò questa torta e mi chiedevo se posso sostituire lo zucchero semolato con quello di canna o se il sapore risulterà troppo forte. Grazie e a presto.

    1. Io ho usato zucchero di canna integrale e farina di grano tenero integrale per metà. viene buonissima comunque 🙂

  13. Ciao Sonia 🙂 vorrei provare a realizzarla con le cotogne… hai qualche suggerimento? forse andrebbero caramellate prima…?

    1. Fatta ? Ho messo in un pentolino le cotogne tagliate a cubetti e coperte di acqua con 50gr di zucchero cuocendole per 10 minuti circa… Per il resto ho seguito la tua ricetta: ottima, sofficissima!!!
      P

  14. nella ricetta della torta di mele, hai eliminato il latte. Va bene così anche senza il latte?Grazie

  15. Ciao sonia le tue ricette specie quelle dei dolci mi piacciono tantissimo, ma purtroppo devo seguire una dieta povera di grassi. Mi puoi suggerire come sostituire il burro?

    1. Ciao Serena! nella maggior parte delle ricette puoi sostituire il burro con l’olio di semi! Segui la proporzione 80/100: ogni 100 gr. di burro usa 80 gr. di olio! Fammi sapere 🙂

      1. Grazie mille Sonia, non vedo l’ora di mettere in pratica il tuo consiglio, ti faró sapere di sicuro! 😉

  16. Adoro i dolci con le mele,e questa mi sembra facile da realizzare anche perche’ tu spieghi le tue ricette in modo che tutti possiamo farle.Grazie

  17. Ottima anche se io sostituisco il burro con olio ma sempre apprezzata da miei ospiti. Brava.Sonia

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie