Come riciclare il pane

In Factory, dall’inizio dell’anno abbiamo cominciato a prepararci il pane “in studio”: per averlo sempre fresco, per sperimentare ogni giorno nuove ricette e nuove farine, nuovi impasti e nuovi profumi, e sopratutto per ridurre gli sprechi! Stiamo davvero giocando con i sapori: il nostro preferito al momento è il pane all’aglio da accompagnare all’hummus o alle bruschette: una vera delizia! In certi giorni il pane viene praticamente polverizzato dallo staff: succede sopratutto quando all’ora di pranzo è ancora caldo: chi potrebbe resistere?

Altre invece il nostro tavolo del pranzo è così ricco che proprio non riusciamo a consumare tutto…che si fa in questi casi?

Me lo scrivete spessissimo: il pane non si butta! Lo dicevano le nonne, e ammetto di averlo sempre insegnato anche io alle mie ragazze! Certo si tratta di un retaggio di quando il pane era un cibo fondamentale ma credo che anche oggi per il nostro bene e per quello del nostro pianeta, dovremmo diventare sempre più attenti ad evitare gli sprechi!

Cosa fare dunque se il pane dovesse avanzare?

Beh, il mio primo consiglio è anche quello più banale: lascialo essiccare qualche giorno all’aria e poi, con l’aiuto di un super obot da cucina, frullalo per avere un pane grattugiato fatto in casa perfetto! Ovviamente per questa operazione il pane dovrà essere assolutamente secco e asciutto, sia per avere un buon prodotto finale, sia per garantirne la conservabilità!

Potrai usarlo come:

  • PANATURA per impanare i tuoi piatti ovviamente, ma potrai anche utilizzarlo per creare delle panure aromatiche, aggiungendolo ad un trito di capperi, pomodori secchi e rosmarino, che insaporiranno con gusto la tua pasta o le tue bruschette! E potrai utilizzarlo anche nello strudel, come base golosa per assorbire il liquido di cottura delle mele, proprio come fanno in Alto Adige!
  • CROSTINI: alternativa altrettanto golosa, perfetta sia in estate che in inverno, è quella di trasformare le fette di pane ormai un po’ vecchiotte in ottimi crostini: in una bella ribollita, o nella valpellinese in inverno saranno perfette così al naturale, mentre aromatizzati con olio e un trito di rosmarino, diventeranno l’accompagnamento ideale per un fresco gazpacho!
  • NELLE RICETTE: il pane stesso si può trasformare nell’ingrediente principale di golosissime zuppe o insalate: non serve che ti ricordi quanto sia buona la pappa al pomodoro vero? E il pancotto, calde e confortante?
    Mentre nella bella stagione non esiste settimana senza che io porti in tavola almeno una volta una golosa panzanella, nella sua forma classica, o nella mia versione croccante! Altro modo per gustare golosamente il tuo pane avanzato è quello di trasformarlo: le polpette sono sicuramente il modo più rapido per non buttare questo prezioso alimento e al contempo uno dei piatti più gustosi per risolvere la cena non trovi? Nella tradizione culinaria italiana i piatti che riutilizzano il pane sono tantissimi: dai canederli trentini che sai che fanno parte della mia storia, alle pallotte cacio e ova abruzzesi, con pane e formaggio, sono davvero una leccornia! E se ancora non bastasse? La torta di pane è un dolce lombardo che ho imparato a conoscere quando le mie ragazze erano piccine e si facevano i banchi di vendita torte fuori dalla scuola: da allora ogni tanto prendo pane, latte, canditi e aromi e mi metto al lavoro per creare questo dolce simile ad un budino, lontano dal pudding inglese e tutto italiano! A me piace la versione al cacao, e a te? ( ma ti svelo un segreto, ne ho fatta anche una versione salata svuotafrigo che devi provare!)

Queste sono alcune delle mie idee per non buttare il pane avanzato: e tu come lo riutilizzi in cucina?

4.6/5
vota

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie