Un dolce estivo, fresco e colorato, ricco di frutta e con una vellutata crema pasticcera al limone

Crostata alla frutta senza glutine

Senza glutine
  • Preparazione: 0h 45m
  • Cottura: 0h 30m
  • Riposo: 0h 50m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 8 porzioni
  • Metodo cottura: Forno
  • Cucina: Italiana

Ami le crostate ma sei intollerante al glutine? Niente paura! Ti propongo qui la ricetta per un dolce estivo, fresco e colorato e adatto alle esigenze di chiunque! Si tratta di una crostata composta da un guscio di friabile pasta frolla (ovviamente nella versione senza glutine) che accoglie una base di vellutata crema pasticcera (per l’occasione aromatizzata al limone) e un letto di frutta fresca. L’ideale per un fine-pasto o una pausa dolce in qualsiasi momento della giornata, anche nella bella stagione!

Ingredienti

PER UNO STAMPO CON FONDO REMOVIBILE DA 25 CM

PER LA FROLLA SENZA GLUTINE

  • mix di farina senza glutine 360 g
  • Burro 70 g
  • uovo medio 1
  • Estratto di vaniglia 1 cucchiaino

PER LA CREMA PASTICCERA AL LIMONE

  • Latte 310 g
  • Zucchero 90 g
  • Tuorlo d’uovo 60 g
  • Amido di mais 25 g
  • Amido di riso 30 g
  • Succo di limone 60 g
  • Scorza di limone 1

PER LA COPERTURA

  • Frutta fresca (fragole, lamponi, ciliegie, pesche)700 g
  • Gelatina spray q.b.

Allergeni

Cereali e derivati Latte Uova

Procedimento

PER LA PASTA FROLLA SENZA GLUTINE

Metti il mix di farina senza glutine e il burro freddo a pezzetti nella planetaria munita di foglia, aziona la macchina per effettuare la cosiddetta “sabbiatura”, cioè fino a ottenere un composto dalla consistenza simile alla sabbia.
Unisci quindi l’uovo e l’estratto di vaniglia, aziona nuovamente la planetaria e lasciala lavorare fino ad ottenere un impasto umido e grossolano che trasferirai sul piano della cucina leggermente infarinato.

Lavoralo velocemente per ottenere un panetto compatto, stendilo tra due fogli di carta forno fino a ottenere un disco da 28 cm di diametro (con uno spessore di circa 4 mm) e mettilo in frigorifero a riposare per mezz’ora.

Trascorso il tempo indicato, usa la tua frolla per foderare lo stampo, elimina gli eccessi dai bordi con un coltellino e bucherella il fondo con i rebbi di una forchetta (o con uno stuzzicadenti) senza oltrepassare la pasta.

Bagna e strizza un foglio di carta forno, asciugalo con un canovaccio e foderaci il guscio di frolla. Riempi lo stampo con le apposite sferette in ceramica, oppure con dei legumi secchi (ceci, fagioli, ecc…), e procedi con la cosiddetta “cottura alla cieca”, infornando in forno statico preriscaldato a 170° per 30 minuti. Quindi elimina le sfere e cuoci per altri 10 minuti lasciando la frolla scoperta.

Una volta che la base della torta sarà cotta, togli le sferette e la carta forno e lasciala raffreddare completamente.

PER LA CREMA PASTICCERA AL LIMONE

In una ciotola unisci i tuorli, lo zucchero, gli amidi e il succo di limone. Mescola bene con una frusta per amalgamare tutti gli ingredienti ed evitare la formazione di grumi.

Nel frattempo, in un pentolino scalda il latte insieme alla scorza di limone. Non appena sfiorerà il bollore, versalo nel composto di uova e continua a mescolare con la frusta.

Traferisci nuovamente il tutto sul fuoco dolce e mescola fino ad ottenere una consistenza densa e liscia.
Versa la crema in una terrina bassa e larga, coprila con la pellicola trasparente a contatto (questa operazione servirà a non fare formare in superficie quella pellicina tanto fastidiosa) e lasciala raffreddare, prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero.

COMPOSIZIONE

Lavora qualche istante la crema pasticcera raffreddata con una frusta per renderla di nuovo cremosa, quindi trasferiscila in una sac à poche e spremila sulla base della crostata.

Posiziona la frutta sulla superficie della crema: parti dai bordi e realizza anelli concentrici monogusto, oppure, per una crostata più moderna, disponi la frutta senza seguire un ordine preciso, lasciandoti guidare dal tuo gusto, alternando ciliegie denocciolate, fragole tagliate a metà, lamponi e fettine di pesca.

Alla fine, per rendere lucida e più allettante la tua crostata spruzza la frutta con della gelatina spray.
La tua crostata di frutta senza glutine è pronta!

Note & consigli

Partendo da questa ricetta puoi preparare crostate con qualsiasi tipo di frutta.

Varianti della ricetta

Se cerchi altre idee dolci senza glutine, ti suggerisco le mie ricette della crostata senza glutine con confettura di fragole, della sacher senza glutine con cioccolato bianco, della cheesecake senza glutine in barattolo, del tiramisù con uova pastorizzate senza glutine, del tortino al cioccolato con cuore fondente senza glutine e persino della cioccolata calda senza glutine e senza lattosio.

 

Conservazione

Puoi conservare la tua crostata per 3-4 giorni al fresco, coperta con una campana per dolci.

Curiosità

l nome “crostata” deriva dal latino deriva dal latino crusta (crosta) in riferimento alla consistenza friabile del guscio. La stessa etimologia è condivisa anche dai termini francese e inglese croustadecustard.

4.5/5
vota