Tagliatelle al basilico con salsa al limone

Se penso a una cenetta a lume di candela e voglio coccolare un po’ Francesco, la mia scelta cade sempre sulla pasta fatta in casa. Prima di tutto, perché lui ne è ghiotto. E poi perché penso che non ci sia niente di più amorevole del presentare un piatto di pasta preparato con le proprie mani, dall’inizio alla fine. Sei d’accordo con me? 

La pasta fatta in casa ha tutto un altro sapore, quello autentico della genuinità. E voglio anche svelarti un segreto: potrai renderla ancora più speciale utilizzando erbe aromatiche da pressare tra una sfoglia e l’altra. Il risultato sarà bellissimo, e veramente goloso! 

Per questo piatto io ho scelto foglie di basilico, verdi e profumatissime, e ho deciso di impreziosirlo con una salsa al limone e burro, molto semplice ma dal sapore incredibile. Qualche pomodorino confit qua e là ed ecco pronto un piatto gourmet preparato con amore. Cucinalo anche tu e poi fammi sapere. Ma, ne sono certa, sarà un grandissimo successo!

PREPARAZIONE: 40 min. COTTURA: 15 min. DIFFICOLTÀ: media COSTO: basso

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta fresca al basilico

farina di semola rimacinata 400 g
uova grandi 4
olio extravergine di oliva 1 cucchiaio
basilico 1 bel mazzetto

Per la salsa al limone

burro 120 g
limoni grattugiati non trattati 2
Parmigiano Reggiano grattugiato 150 g
acqua di cottura della pasta q.b.
sale e pepe q.b.

Per decorare

pomodorini confit* 20
basilico 2 foglioline

Procedimento

Per le tagliatelle

Per preparare le tue tagliatelle al basilico con salsa di limone inizia dalla pasta: su una spianatoia di legno versa la farina a fontana, fai una conca spaziosa al centro e rompi le uova.

Aggiungi il cucchiaio di olio e, con una forchetta, sbatti le uova. Pian piano, tira all’interno della conca la farina dal perimetro fino a ottenere una pastella densa; a questo punto, utilizza le dita per impastare tutto fino ad amalgamare bene gli ingredienti. Comincia a impastare con le mani e continua fino a che la pasta diventerà liscissima, poi avvolgila nella pellicola e lasciala riposare per almeno mezz’ora**.

Prendi la tua stendi pasta e, aiutandoti con un po’ di farina, comincia a tirare le sfoglie fino allo spessore più sottile.

Quando avrai ottenuto due sfoglie, prendi le foglie di basilico, elimina la parte centrale e dividi la foglia in due. Disponi le foglie divise a metà sulla sfoglia, poi ricoprile con un’altra sfoglia e pressa leggermente con un matterello per sigillarle.

Passa le due sfoglie appaiate nel rullo da cui otterrai le tagliatelle e stendile sullo stendi pasta, oppure fai dei nidi attorcigliandole e riponendole su un canovaccio infarinato.

Termina tutto l’impasto e poi lessa le tagliatelle in abbondante acqua salata per pochi minuti.

Prepara la salsa

In una padella fai sciogliere il burro*** e aggiungi le scorze di limoni grattugiati.

Unisci le tagliatelle lessate, un mestolino d’acqua, e manteca con il mestolo fino a che non vedrai apparire una cremina.

A questo punto, unisci il Parmigiano, i pomodorini confit, dai un’ultima mescolata e impiatta, decorando con qualche altro pomodorino e un paio di foglie di basilico fresco. Buon appetito!

Tagliatelle al basilico con salsa di limone

Note

* Vuoi sapere come preparare dei pomodorini confit a regola d’arte? Segui la mia ricetta!

** Un’ora di riposo sarebbe ideale

*** Mi raccomando, il burro deve essere sciolto ma senza iniziare a friggere.

Pasta fresca… lo sapevi?

Le prime botteghe professionali di pastai e le prime corporazioni nacquero nel Medioevo, attorno al ‘300. In breve tempo la quantità di botteghe crebbe così tanto che nel XVII secolo papa Urbano VIII  fu costretto ad emanare una bolla papale in cui imponeva ai vermicellai una distanza minima di 24 metri tra un negozio e l’altro!

Sughi golosi

La pasta fresca, quando è ben fatta, è perfetta per sublimare il sapore del sugo rendendo l’esperienza gustativa indimenticabile. Eccoti allora qualche idea per preparare un intingolo goloso che rappresenti il giusto accompagnamento per la tua bellissima pasta appena preparata:

Conservazione

Ti consiglio di consumare le tue tagliatelle al basilico con salsa di limone appena preparate. La pasta all’uovo può essere conservata da cruda uno o due giorni in frigorifero in sacchetti per alimenti.

Potrai anche congelarla in freezer in appositi sacchetti gelo, quando la userai lessala direttamente da congelata in acqua bollente e procedi come da ricetta.

2 Commenti

  1. Mi puoi spiegare perché utilizzi la farina semola per fare la pasta all’uovo? Spiegazione tecnica, per favore. E per quale motivo aggiungi l’olio? Mica è pizza. Grazie

    1. Ciao Gaetano, la semola per lasciare la pasta più al dente e l’olio per dare alla texture dell’impasto piu elasticità.
      Buona cucina

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie