Pici con fave, pecorino e finocchiona

Ricordo come fosse ieri la prima volta in cui ho gustato un piatto di pici: mi trovavo in vacanza in Toscana insieme a Francesco e mi sono subito innamorata della consistenza rustica di questo formato di pasta, perfetta per catturare la cremosità del sugo e avvolgere il palato in una sensazione di pienezza davvero unica!

Dopo aver preparato svariate volte la ricetta tradizionale dei pici all’aglione mi è venuta una gran voglia di sperimentare nuove varianti e così eccomi alla ricetta che ti offro oggi. Fidati, si tratta di un primo francamente irresistibile! Vuoi sapere qual è il suo segreto? Presto detto: una saporita e impalpabile nuvola di pecorino e panna avvolge la pasta e lascia spazio al sorprendente contrasto tra il sapore deciso della finocchiona toscana IGP e la freschezza delle fave appena sgusciate.

Un piatto goloso che sublima ognuno degli ingredienti e ti farà ricevere tanti applausi a scena aperta. Oltre a un bel numero di bis. Vuoi un consiglio da amica? Prepara porzioni abbondanti… vedrai che non avanzerà nulla!

Pici con fave pecorino e finocchiona

PREPARAZIONE: 20 min. COTTURA: 20 min. DIFFICOLTA’: bassa COSTO: economico

Ingredienti per 4 persone

pici 320 g

Per la crema di pecorino

pecorino grattugiato 200 g
panna fresca liquida 300 g
pepe in polvere a piacere

Per il condimento

fave pulite e sgusciate 200 g
finocchiona 200 g
sale e pepe q.b.

Procedimento

Per la crema di pecorino

Per preparare i tuoi pici fai scaldare la panna ma senza portarla a bollore. Aggiungi il pecorino grattugiato e il pepe e mescola fino a scioglierlo senza però superare i 60°, altrimenti il formaggio si caglierà*.

Prepara il condimento

Taglia la finocchiona a fette spesse ½ cm, poi ricava dalla fetta dei bastoncini che taglierai a cubetti. Metti i cubetti in una padella capiente e falli saltare per 5 minuti senza grassi. Aggiungi a questo punto le fave sgusciate, falle saltare assieme alla finocchiona per qualche altro minuto e infine regola con un pizzico di pepe e di sale.

Componi e servi

Lessa i pici e scolali al dente, versali dentro una ciotola e unisci anche la crema di pecorino e 2/3 del condimento di finocchiona e fave.  Amalgama tutto per bene, impiatta e guarnisci con la finocchiona e fave tenute da parte. Servi subito in tavola il tuo piatto, caldo e profumato.

Pici con fave pecorino e finocchiona

Note

* Se dovessi notare che nella tua crema sono presenti dei grumi frulla tutto con un frullatore a immersione fino a ottenere una consistenza setosa.

Sapevi che…

I pici (o pinci) sono un formato di pasta caratteristico del del sud della Toscana, in particolare della zona di Siena. Questi spaghettoni rustici preparati con farina, acqua, olio e sale sono infatti tipici della tradizione contadina di questa parte d’Italia. Il loro nome deriva dal verbo “appiciare”, ovvero lavorare la pasta a mano tirandola in modo da ottenere la tipica forma allungata.

Il condimento per antonomasia dei pici è l’aglione, un aglio coltivato nella zona della Val di Chiana, con peculiarità specifiche tra cui le dimensioni; ben più grandi rispetto all’aglio comune. Pur mantenendo tutte le proprietà degli altri tipi di aglio, questo prodotto ha un aroma più delicato e una estrema digeribilità in quanto privo di aglina.

Oltre ai famosi pici all’aglione questo formato di pasta si prestano egregiamente all’abbinamento con sughi saporiti e robusti, come il sugo di fegato di coniglio e d’anatra o la variante originale che ti propongo oggi!

Ricette tipiche con la pasta

Regione che vai, piatto di pasta che trovi… se come me ami sperimentare nuovi abbinamenti ma allo stesso tempo adori le ricette tipiche regionali italiane, non farti sfuggire questi piatti di pasta golosi che arrivano direttamente dalla sapienza contadina. Il successo sarà garantito!

Conservazione

Ti consiglio di gustare i tuoi pici appena pronti in modo da assaporare al meglio il gusto e la cremosità di questo primo piatto.

Sapevi che…

La finocchiona è un salume tipico della tradizione toscana prodotta con carni fresche di suino a cui vengono aggiunte anche sale, pepe, aglio e semi di finocchietto. Secondo la tradizione, si accompagna bene al pane toscano senza sale, al pecorino o ad una buona focaccia appena sfornata. Si sposa benissimo con spinaci, rape e fave. Vuoi sapere di più? Scopri tutto qui.

2 Commenti

    1. Ciao Gabriele, mi sembra una buonissima idea, buona appetito e cin cin

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie