Zuppa inglese

Si chiama zuppa inglese, eppure il suo nome è avvolto dal mistero… devi sapere infatti che le ipotesi circa l’etimologia di questo dolce sono molte, e nessuna è certa. La zuppa inglese potrebbe infatti essere stata creata in Francia durante la guerra dei cent’anni contro l’Inghilterra, proprio per schernire e “mangiare” il nemico.

Secondo un’altra ipotesi, l’origine sarebbe invece proprio made in UK e la zuppa inglese corrisponderebbe al trifle, un dolce inglese originalmente composto di una base di pasta morbida lievitata, arricchito con pezzetti di frutta e crema pasticcera e intriso di vino dolce come il Madera.

Ma la zuppa inglese potrebbe anche essere nata in Italia, presso la corte dei duchi d’Este, proprio come  rielaborazione del trifle. In effetti in quel periodo (parliamo del XVI secolo) i contatti commerciali e diplomatici con la casa reale britannica erano frequenti, e sarebbe stato proprio un diplomatico di ritorno da Londra a richiedere ai cuochi di corte di riassaggiare quel dolce che lo aveva tanto colpito. Dopo prove e riprove ecco che prese forma un dolce più raffinato dell’originale triffle, a cui l’Alchemes regalava un colore stupendo e una nota aromatica davvero gustosa.

Non so dirti quale sia l’ipotesi più probabile ma di una cosa sono certa: con la ricetta della mia zuppa inglese porterai in tavola un dolce che conquisterà tutti al primo assaggio!

Zuppa inglese pronta da gustare

PREPARAZIONE: 2 h COTTURA: 30 min. DIFFICOLTÀ: media COSTO: economico 

Ingredienti per una coppa del diametro di 19 cm e un’altezza di 10 cm

Per le due creme pasticcere

latte fresco intero 500 g
tuorli 200 g (circa 10)
vaniglia 1 bacca
arancia la scorza grattugiata di ½
limoni la scorza grattugiata di 1
zucchero semolato 150 g
amido di mais 25 g
amido di riso 25 g
cioccolato fondente 150 g

Per il pan di Spagna

farina 00 125 g
albumi 135 g
tuorli 90 g
zucchero semolato 125 g
vaniglia 1 bacca
limoni la buccia grattugiata di 1
sale 1 pizzico

Per la meringa all’italiana

albumi 110 g
zucchero semolato 36 g + 180 g
acqua 50 g

Per inzuppare

Alchermes 300 ml*

Procedimento

Parti dalle creme

Per preparare la zuppa inglese parti dalle creme: metti in una ciotola i tuorli, lo zucchero, i semi della bacca di vaniglia (dopo averla incisa e averli prelevati), le scorze grattugiate degli agrumi e gli amidi e mescola per amalgamare il tutto fino a ottenere un composto cremoso. Prepara due ciotole capienti, in una di queste poni il cioccolato fondente tritato finemente.

Versa il latte in un tegame e portalo a sfiorare il bollore; aggiungi il composto di uova e mescola con una frusta, a fuoco moderato, fino a quando la crema si sarà addensata. Togli la crema dal fuoco, versa nella ciotola dove hai posto il cioccolato 375 g di crema e metti il resto nell’altra ciotola.

Mescola energicamente la crema col cioccolato fondente fino a che non sarà completamente sciolto e otterrai un composto ben lucido; copri entrambe le creme con pellicola a contatto e lasciale raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero.

Prepara il pan di Spagna

Per fare il pan di Spagna monta gli albumi con uno sbattitore o con le fruste di una planetaria e, quando cominceranno a essere bianchi e compatti, aggiungi lo zucchero a pioggia e monta fino a quando diventeranno lucidi come una meringa.

Sempre sbattendo, ma a velocità moderata, aggiungi un tuorlo alla volta, la scorza del limone e i semi della bacca di vaniglia fino ad amalgamare il tutto; a questo punto, unisci in ciotola  il sale e la farina setacciata poco alla volta. Amalgama delicatamente con un leccapentole mescolando dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

Fodera la leccarda (oppure una teglia di 30×40 cm) con la carta forno e appoggiaci sopra due anelli di 20 cm di diametro; dividi il composto nei due anelli e inforna in forno ventilato a 200° per 10 minuti. Puoi verificare la cottura facendo la prova stecchino: ecco il mio video.

Una volta cotti, lascia raffreddare i due pan di Spagna e poi elimina 1 cm di bordo rifilandoli con un coltello.

Componi il dolce

Preleva le due creme dal frigorifero e lavorale separatamente con lo sbattitore elettrico per renderle cremose e lucide, poi metti ognuna in una sac a poche senza bocchetta.

Prendi un piatto che possa contenere il pan di Spagna e imbevi il primo disco, abbondantemente, con l’Alchermes. A questo punto, adagia il disco nella coppa.

Taglia la punta delle sac a poche in modo da ottenere un buco largo 1,5 cm e spremi la crema al cioccolato partendo dal bordo esterno della coppa arrivando fino al centro formando una spirale**. Imbevi l’altro disco di pan di Spagna con l’Alchermes e adagialo sopra la crema al cioccolato. Spremici sopra la crema pasticcera alla vaniglia, poi metti la coppa in frigorifero.

Occupati della meringa

Versa 50 g di acqua in un pentolino d’acciaio con 180 g di zucchero semolato e fai bollire per formare uno sciroppo; quando arriverà a 114° inizia a montare gli albumi. Appena diventeranno bianchi, aggiungi 36 g di zucchero e continua a montare; quando lo sciroppo arriverà a 118° puoi versarlo a filo negli albumi abbassando la velocità della planetaria per poi rialzarla non appena avrai finto di versarlo***.

Continua a montare fino a che, toccando la ciotola della planetaria, non sentirai che è diventata tiepida. A questo punto la meringa è pronta e puoi metterla in una sac a poche munita di bocchetta liscia del diametro di cm 1,3- 1,5.

Prendi la coppa contenente la zuppa inglese e spremi sulla superficie dei mucchietti regolari di meringa fino a ricoprire tutto il dolce poi, con un cannello da cucina, fiammeggia la meringa donandole il tipico colore dorato. La tua zuppa inglese è pronta per essere servita!

Note

* Questo liquore è molto alcolico, quindi il dolce tradizionale è indicato per adulti. Se preferisci una versione analcolica puoi utilizzare l’aroma di Alchermes diluito in uno sciroppo preparato con 150 g di zucchero e 150 g di acqua portati a bollore. Per ottenere il colore rosso puoi aggiungere la punta di un cucchiaino di colorante alimentare

** Utilizzando questa tecnica basterà un solo giro di crema per ottenere la giusta altezza

*** In questo modo eviterai schizzi sui bordi della ciotola

Dolci classici e intramontabili

La zuppa inglese è davvero un grandissimo classico, proprio come i dolci che ti sto per presentare:

Conservazione

Una volta pronta, puoi conservare la tua zuppa inglese in frigorifero per tre/quattro giorni al massimo ben chiusa in un contenitore ermetico. Se preferisci, puoi anche congelare il tuo dolce.

2 Commenti

I commenti sono chiusi.

Privacy Policy - Cookie Policy - Impostazioni cookie