Pasta mista e lenticchie cotte in un soffritto saporito: una ricetta semplice ma soddisfacente, adatta alla stagione fredda

Pasta e lenticchie

  • Preparazione: 0h 10m
  • Cottura: 0h 30m
  • Difficoltà: facile
  • Costo: basso
  • Porzioni: 4 persone
  • Metodo cottura: Fornello
  • Cucina: Italiana

Lenticchie solo a Capodanno? Niente affatto! Con questa ricetta puoi rendere questo legume protagonista di un primo piatto frugale ma ricco di gusto e sostanza, proprio come pasta e ceci, la pasta e fagioli o la pasta e piselli. Al pari della pasta patate e provola, con cui condivide l’utilizzo della pasta mista, seconda dei gusti puoi scegliere se mantenerla più densa o più brodosa, quasi come una zuppa, il risultato sarà comunque delizioso e corroborante. Ideale finché non arriva il caldo!

Ingredienti per 4 persone

  • Lenticchie precotte 550 g
  • Pasta mista 320 g
  • Carote 100 g
  • Sedano 80 g
  • Cipolla dorata 60 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Salvia 6 g
  • Timo 4 g
  • Rosmarino 6 g

Allergeni

Cereali e derivati Sedano

Procedimento

Monda e taglia a cubetti molto piccoli sedano, carota e cipolla e mettili a soffriggere in un tegame con un filo d’olio e le erbe aromatiche tritate. Dopo circa 10-15 minuti inserisci le lenticchie precotte, aggiungi un goccio d’acqua e lasciale insaporire con il soffritto per 15 minuti. Infine tienile da parte in caldo.

Metti sul fuoco un’altra pentola con abbondante acqua. Portala a bollore, salala e facci lessare la pasta mista per il tempo indicato sulla confezione (sottraendo un paio di minuti in modo che non risulti scotta dopo il passaggio nel tegame con le lenticchie). Quando sarà cotta al dente scolala e aggiungila nel tegame con le lenticchie. Lasciala insaporire per un altro paio di minuti.

Servi la tua pasta e lenticchie completando i singoli piatti con un giro di olio evo a crudo.

Note & consigli

Se vuoi utilizzare le lenticchie secche te ne basteranno 200 g e dovrai metterle in acqua fredda la sera prima e lasciarle in ammollo per una notte assieme a un quarto di cucchiaino di bicarbonato. L’indomani sciacquale sotto l’acqua fredda corrente e poi procedi alla cottura come indicato sopra, solo con molto più liquido per la cottura che dovrà essere piuttosto prolungata a seconda del tipo di lenticchie, ma in genere può andare da 1 ora in su, a fuoco basso, aggiungendo il sale solo per gli ultimi 10 minuti di cottura (quindi dopo i primi 50 minuti). 

Varianti della ricetta

Se ami le lenticchie e vuoi provare altri piatti che le vedono protagoniste ti suggerisco le lenticchie in umido, gli strozzapreti alle lenticchie con verdure e coda di rospo o la vellutata di lenticchie rosse, finocchi e zenzero.

Puoi anche utilizzarle per preparare un hamburger vegetariano.
Se invece il periodo dell’anno si presta, puoi sperimentare con la vellutata di lenticchie con cotechino, il cestino di pastasfoglia con cotechino e lenticchie o i medaglioni di polenta con lenticchie e cotechino.

Conservazione

Una volta pronta, ti consiglio di consumare subito la tua pasta e lenticchie in modo che resti al dente. Puoi però preparare in anticipo le lenticchie e conservarle fino a 2-3 giorni in frigorifero, all’interno di un contenitore ermetico, e poi scaldarle in pentola prima di unirvi la pasta. Non congelare.

Curiosità

La leggenda secondo la quale mangiare lenticchie porta fortuna, prosperità e denaro risale all’Antica Roma, quando era usanza regalare ad amici e familiari una borsa piena di lenticchie come augurio di buona sorte. Il nome stesso “lenticchia” deriverebbe infatti da “lens”, cioè “lente”, che per la sua forma ricorda una moneta.

4.9/5
vota